Articoli

Anno nuovo

  • Stampa

Anno nuovo. Tasse e adempimenti fiscali

 

di Antonio Esposito

 

Inizia un nuovo anno, buoni propositi, oroscopo, mille incognite, una sola certezza non ci abbandona mai: il Fisco ha sempre una scadenza per noi …un versamento o una dichiarazione da rendere.

Non serve essere un imprenditore per aver bisogno del commercialista, anche il privato cittadino ha tanti obblighi fiscali.

Ecco lo scadenzario di gennaio per i privati cittadini.

Entro il 10 gennaio tutti coloro che hanno bisogno di un aiuto per le faccende domestiche o di  assistenza per le persone  non autosufficienti sono tenute a versare i contributi per lavoratori domestici  e badanti, relativi al IV trimestre 2018. 

Al 16 gennaio scade il termine per il ravvedimento dell’IMU, non versata a dicembre e, anche se non riguarda proprio tutti, è opportuno segnalare che, entro la stessa data  scade anche il termine per il pagamento della Tobin Tax, la tassa sulle operazioni finanziarie, relative al mese di dicembre .

Entro il 29 gennaio possiamo pagare la sanzione ridotta e procedere  al ravvedimento ed alla presentazione “tardiva” nei termini del MOD UNICO 2018 per tutti i contribuenti e per gli eredi delle persone decedute nel 2017 o entro il 30 giugno 2018.

Dal 16 gennaio possiamo preoccuparci per elaborare il nuovo MOD ISEE  per valutare la possibilità  di  rientrare nei limiti di valore previsti per aderire al “saldo e stralcio” delle cartelle esattoriali o, nell’ipotesi della rottamazione,  da richiedere entrambe  entro il 30 aprile, per fare la “pace con il Fisco”. Questo per tutti coloro che hanno qualcosa da pagare in arretrato.  

Entro il 31 gennaio possiamo esercitare l’opzione per opporci alla trasmissione telematica delle spese sanitarie, sostenute nell’anno 2018, per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Entro la stessa  data, se  proprio  odiamo la TV o se sussistono i casi previsti dalla legge, dobbiamo comunicare di non detenere alcun apparecchio televisivo in   nessuno  degli immobili in cui abbiamo in essere un contratto di fornitura di energia elettrica e per nessuno dei componenti della famiglia, per evitare che ci venga addebitato il canone TV nella fattura della fornitura di energia elettrica.

Entro fine mese è dovuto anche  il pagamento del bollo auto.

Come vedete l’anno nuovo è, per noi tutti, ancora da scoprire. Una sola certezza, però, possiamo averla: l’Agenzia delle Entrate ha sempre un pensiero per noi…

(Gennaio 2019)