NEWS

Parlanno ’e poesia.3   di Romano Rizzo    Non so se vi siete mai chiesto quali sono i motivi che inducono a preferire una poesia ad un’altra, un poeta...
continua...
TEMPO SOSPESO - Mostra personale di Guglielmo Longobardo a cura di Gaspare Natale   Una pittura viscerale e rigorosa insieme, alla costante ricerca di...
continua...
Pensieri ad alta voce   di Marisa Pumpo Pica   Addio al mio Maestro, Aldo Masullo Si è spenta una voce critica nella nostra città     Chi mi...
continua...
XXI edizione del Premio Montale Fuori di Casa  Il riconoscimento a Massimo Gramellini     Queste le motivazioni con cui è stato assegnato il XXI...
continua...
IO E FRANCESCO   di ANNAMARIA RICCIO   A chi non è simpatico? Sentito parlare male del papa? Mai. Chiunque vorrebbe conoscerlo. Da quando si...
continua...
Cara  Matera,  ti  scrivo…..               di  Mariacarla Rubinacci   Sono arrivata una mattina di sole, ho bussato alla tua porta, ricordi?, e tu...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Rassegna Atelier - Domenica 8 gennaio al Nuovo di Salerno - Piaf: black without wings Secondo...
continua...
 Su e giù con la morte   Sabato 9 aprile ore 18, presentazione del nuovo romanzo di Luciano Scateni - libreria “Io ci sto”, piazza Fuga (accanto...
continua...
HAMSIK LASCIA NAPOLI PER LA CINA   di Luigi Rezzuti   Il mercato invernale italiano di calcio si era chiuso il 31 gennaio e l’unico movimento per il...
continua...
Via Martucci. Una nobile signora d’altri tempi   di Antonio La Gala   L’ampia zona “bene” del Rione Amedeo conserva i segni del suo sviluppo...
continua...

Articoli

IL MUGNAIO

IL MUGNAIO

 

di Luigi Rezzuti

 

Due fratelli, due scugnizzi napoletani, di quelli D.O.C., si erano trasferiti, insieme alle loro famiglie, in un piccolo paesino in provincia di Benevento.

Un giorno, i due, si recarono al mulino del paese e chiesero al mugnaio se potevano imparare come si macinava il grano e come si faceva il pane.

Il mugnaio aveva quasi sessant’anni, lavorava da solo e, pensando di ricevere un valido aiuto, accettò la proposta.

Mentre i due ragazzi lavoravano nel mulino, il mugnaio pensò di fare uno scherzo ai due fratelli, che tutte le mattine andavano al mulino con il loro asino.

Sciolse le redini all’asino e lo fece scappare, poi gridò: “E’ scappato l’asino”.

I due fratelli si misero subito alla ricerca dell’asino, mentre il mugnaio se la rideva di gusto.

Arrivò la sera. La famigliola del mugnaio era riunita a cena- I due ragazzi bussarono  alla porta del mugnaio chiedendo ospitalità.

Erano ancora stanchi e  sudati per la ricerca dell’asino, che il mugnaio aveva fatto scappare.

Il padrone del mulino li invitò a mangiare e a dormire, insieme alla sua famiglia, nell’unica stanza che avevano.

I due ragazzi avevano però organizzato uno scherzo per vendicarsi del mugnaio e, a notte fonda, nell’oscurità, uno di loro si infilò nel letto della figlia del mugnaio che, forse, non si aspettava una sorpresa così piacevole …

L’altro scugnizzo, dopo aver visto la moglie del mugnaio andare in bagno, decise di separare, velocemente, e senza far rumore, il letto matrimoniale, mettendolo vicino al suo e facendo credere alla donna, al ritorno dal bagno, di essere ritornata nel letto nuziale.

Così la moglie si trovò nel letto dell’altro scugnizzo e le due coppie, tra un russare e l’altro del mugnaio, passarono una notte che non avrebbero mai sognato di trascorrere …

Al mattino seguente, all’alba, lo scugnizzo che aveva, si fa per dire, dormito con la figlia del mugnaio si svegliò e si recò vicino al letto del mugnaio, credendo fosse quello del fratello, e gli rivelò tutto quello cha aveva fatto durante la notte con la figlia del mugnaio.

Questi, nell’udire il racconto dello scugnizzo nei minimi particolari, andò su tutte le furie, si alzò dal letto e, mentre cercava di picchiare il ragazzo, scoprì anche la moglie nel letto dell’ altro.

Ne seguì una baraonda infernale- Il mugnaio rovesciò il tavolo, i letti e quant’altro ancora, per cercare di bloccare i due ragazzi e riempirli di botte, ma i due riuscirono a raccogliere i propri vestiti e a scappare, tra l’ilarità della figlia e della moglie del mugnaio, che apparivano molto contente della notte trascorsa.

(Febbraio 2019) 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen