NEWS

ANTICHI SAPORI   di Luigi Rezzuti   Con l’avvicinarsi della stagione invernale mi sono tornati alla mente gli antichi sapori di una volta, tra cui...
continua...
UNA ESTATE IN FAMIGLIA   di Peppe Iannicelli   Quando le estati fanciulle finiscono è sempre troppo presto. E raramente abbiamo saputo apprezzarle...
continua...
Andiamo a teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   Al Teatro Trianon Viviani di Napoli Zappatore Tiziana De Giacomo in scena con Francesco Merola - Regia...
continua...
 SPIGOLATURE   di Luciano Scateni   I “no” degli omofobi   Il becero ribellismo della Lega Nord carica Salvini di odio sociale e non ci vuole il...
continua...
Villa Patrizi e S. Stefano   di Antonio La Gala   Fra le due aree collinari contigue, di Posillipo e del Vomero, possiamo individuare una zona di...
continua...
CORI RAZZISTI IN TUTTI GLI STADI   di Luigi Rezzuti    E’ da quando Aurelio De Laurentiis, acquistò il titolo del fallimento del calcio Napoli, che...
continua...
4 e 7 Luglio due appuntamenti da non perdere da IOCISTO, la libreria di tutti, con Silvio Perrella e Marco Cuomo.   Due appuntamenti da non perdere da...
continua...
 SONETTI PER IMMAGINI di Nino Velotti   di Nicola Garofano    Verrà presentato, domenica 5 marzo a Pompei (NA) presso il Pompeilab (Via Astolelle,...
continua...
“UN PERCHÉ AL GIORNO TOGLIE LA NOIA DI TORNO”   Giovedì 23 Maggio, ore 18,  Nuovo Teatro Sancarluccio, via San Pasquale, Napoli. Roberto D’Ajello e...
continua...
SPIGOLATURE di Luciano Scateni   SI o NO ma informati Non solo gli analfabeti residuali, né la massa di italiani che non leggono il giornale e...
continua...

IL MUGNAIO

 

di Luigi Rezzuti

 

Due fratelli, due scugnizzi napoletani, di quelli D.O.C., si erano trasferiti, insieme alle loro famiglie, in un piccolo paesino in provincia di Benevento.

Un giorno, i due, si recarono al mulino del paese e chiesero al mugnaio se potevano imparare come si macinava il grano e come si faceva il pane.

Il mugnaio aveva quasi sessant’anni, lavorava da solo e, pensando di ricevere un valido aiuto, accettò la proposta.

Mentre i due ragazzi lavoravano nel mulino, il mugnaio pensò di fare uno scherzo ai due fratelli, che tutte le mattine andavano al mulino con il loro asino.

Sciolse le redini all’asino e lo fece scappare, poi gridò: “E’ scappato l’asino”.

I due fratelli si misero subito alla ricerca dell’asino, mentre il mugnaio se la rideva di gusto.

Arrivò la sera. La famigliola del mugnaio era riunita a cena- I due ragazzi bussarono  alla porta del mugnaio chiedendo ospitalità.

Erano ancora stanchi e  sudati per la ricerca dell’asino, che il mugnaio aveva fatto scappare.

Il padrone del mulino li invitò a mangiare e a dormire, insieme alla sua famiglia, nell’unica stanza che avevano.

I due ragazzi avevano però organizzato uno scherzo per vendicarsi del mugnaio e, a notte fonda, nell’oscurità, uno di loro si infilò nel letto della figlia del mugnaio che, forse, non si aspettava una sorpresa così piacevole …

L’altro scugnizzo, dopo aver visto la moglie del mugnaio andare in bagno, decise di separare, velocemente, e senza far rumore, il letto matrimoniale, mettendolo vicino al suo e facendo credere alla donna, al ritorno dal bagno, di essere ritornata nel letto nuziale.

Così la moglie si trovò nel letto dell’altro scugnizzo e le due coppie, tra un russare e l’altro del mugnaio, passarono una notte che non avrebbero mai sognato di trascorrere …

Al mattino seguente, all’alba, lo scugnizzo che aveva, si fa per dire, dormito con la figlia del mugnaio si svegliò e si recò vicino al letto del mugnaio, credendo fosse quello del fratello, e gli rivelò tutto quello cha aveva fatto durante la notte con la figlia del mugnaio.

Questi, nell’udire il racconto dello scugnizzo nei minimi particolari, andò su tutte le furie, si alzò dal letto e, mentre cercava di picchiare il ragazzo, scoprì anche la moglie nel letto dell’ altro.

Ne seguì una baraonda infernale- Il mugnaio rovesciò il tavolo, i letti e quant’altro ancora, per cercare di bloccare i due ragazzi e riempirli di botte, ma i due riuscirono a raccogliere i propri vestiti e a scappare, tra l’ilarità della figlia e della moglie del mugnaio, che apparivano molto contente della notte trascorsa.

(Febbraio 2019) 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen