NEWS

Miti napoletani di oggi.50 LO SCRITTORE   di Sergio Zazzera   Raccolgo la “provocazione” che mi ha indirizzato, da queste stesse (web-)pagine il...
continua...
Il limite infranto   di Gabriella Pagnotta   Georges Bataille, filosofo francese del secolo scorso, illumina il nostro tempo con le sue riflessioni...
continua...
TOTONNO ’E  QUAGLIARELLE   di Luigi Rezzuti   Totonno ’e quagliarelle era un personaggio di altri tempi, un uomo tutto di un pezzo, un napoletano...
continua...
Il CAM, il museo anticamorra, dedica una sala a Roberto Saviano a cura di Antonio Manfredi   Nei giorni scorsi, si è svolta, presso il CAM, la...
continua...
L’ORA  DI  AGATHE di Anne Cathrine Bomann   di Luigi Alviggi   Siamo in un piccolo centro francese, negli anni 40 delsecolo scorso, al termine...
continua...
UN’ESCURSIONE SUL VESUVIO   di Luigi Rezzuti   Fin da bambino mi ha intrigato questa montagna che fa da sfondo al golfo di Napoli. Ricordo che, da...
continua...
L’IMBUSTATO   di Luigi Rezzuti   Fin da ragazzo Ernesto aveva sempre sofferto con dolori alla schiena e tutti gli dicevano che ciò era dovuto ad un...
continua...
Andiamo a teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   Al Teatro Trianon Viviani di Napoli Zappatore Tiziana De Giacomo in scena con Francesco Merola - Regia...
continua...
Medicina ieri e oggi   di Luigi Rezzuti   Ogni volta che per televisione passava la pubblicità del “Già fatta? Pic indolor, l’ago niente male”, che...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Chi si arricchisce con la fornitura di armi al terrorismo? Non si ha notizia di inchieste giornalistiche sulla...
continua...

Maggio dei monumenti

 

di Luigi Rezzuti

 


Come ogni anno, il mese di maggio è dedicato ai monumenti e quest’anno il tema della venticinquesima edizione sarà “Il diritto alla felicità”.

Per tutto il mese, sarà possibile visitare palazzi storici, teatri, chiese, musei, e quant’altro.

Tra gli eventi da non perdere c’è il “ ‘700 dei lumi”, espressione della vivacissima fioritura culturale e artistica della seconda metà del ‘700 (in pittura, scultura, architettura, musica, letteratura, filosofia, teatro etc.) che costituisce il filo conduttore delle iniziative, dedicate a Gaetano Filangieri (nella foto), uno dei massimi giuristi e pensatori dell’Illuminismo napoletano, e non solo.

Lo ha annunciato l’assessore alla cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, facendo il punto sulle prossime iniziative culturali in città, che si articoleranno in mostre, visite guidate, reading, concerti e manifestazioni teatrali di vario genere.

Altro evento, “La festa Europea della Musica”, che sarà dedicata a Fabrizio De Andrè, a vent’anni dalla sua scomparsa.

Il Natale ha l’albero, la Pasqua ha l’uovo e il Primo Maggio ha il Concertone.

La location, quest’anno, è Piazza Dante, una delle Piazze più importanti e da sempre luogo di ritrovo di napoletani e turisti.

Un’occasione speciale per vivere uno dei luoghi del centro storico partenopeo in modo diverso, all’insegna della condivisione della musica e delle emozioni che solo un concerto sa regalare.

Si avvicenderanno sul palco tantissimi artisti.

Inoltre, proprio in questi giorni la città ha celebrato il teatro di figura nella Sala Giunta del Comune. L’assessore Nino Daniele ha consegnato al maestro burattinaio Adriano Ferraiolo un riconoscimento della Città di Napoli.

Ferraiolo, con la sua compagnia, è l’erede di una vera e propria dinastia di artisti del teatro di figura, artisti girovaghi che, da oltre centocinquanta anni,  di generazione in generazione, trasmettono e rinnovano l’amore per una forma d’arte  che è, allo stesso tempo, popolare e colta.

Nel corso della mattinata il maestro guarattellaio, Bruno Leone, con Nino Daniele e Franco Coticelli, docente di Storia del Teatro, ha presentato alla stampa l’apertura della prima “Casa delle Guarattelle”, che è stata inaugurata con una vera e propria festa, corredata da parate, spettacoli, visite guidate e concerti per Pulcinella, fino a sera.

Ed è giusto che sia stata inserita in questo nostro “Maggio dei Monumenti”, trattandosi di una forma d’arte tipicamente napoletana.

Altro evento da non perdere è l’apertura al pubblico della Casa Massonica che organizzerà visite guidate per questa tradizionale rassegna che, come sempre, spalanca le porte dei siti artistici  e culturali della città.

Le date fissate sono cinque: 4, 11, 18, 25 maggio  e 1° giugno.

Sarà possibile visitare anche una mostra fotografica di ispirazione esoterica, realizzata da Libero De Cunzo.

L’esposizione, che ha riscosso grande successo a Castel dell’Ovo nel periodo natalizio, rimarrà allestita nelle cinque date fissate dalla Casa Massonica napoletana, che fu acquistata nel 1916 per iniziativa di Vincenzo Vigorita e fu requisita dai fascisti, nel primo periodo del regime mussoliniano, e assegnata a un dopolavoro ferroviario.

Fu restituita, poi, ai legittimi proprietari, nel 1943, grazie all’interessamento di alcuni Fratelli, aiutati dal Colonnello Charles Poletti, italo-americano ed esponente della Massoneria statunitense.

(Aprile 2019)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen