NEWS

Nuovo Scempio. Quando lo sport diventa crimine   di Gabriella Pagnotta   Lo scontro avviene prima che i giocatori inizino a “giocare”: un uomo...
continua...
“Quello che vedo”, la webserie sull’autismo di Maurizio Casagrande, in giro per le scuole   di Marisa Pumpo Pica   La webserie “Quello che vedo”,...
continua...
QUALI “PRIMARIE”?   di Sergio Zazzera   Le “primarie” del 6 marzo scorso, finalizzate alla designazione del candidato alla carica di sindaco di...
continua...
Luca Postiglione. La vita come un sogno dorato   di Antonio La Gala   Luca Postiglione (1876-1936) fu un artista - pittore e poeta - attivo nei...
continua...
I “Colloqui di Salerno” 2016   di Claudia Bonasi   Si terrà martedì 18 ottobre, alle ore 11, nella Sala Giunta del Comune di Salerno, la conferenza...
continua...
La caduta del Forte di Vigliena   di Antonio La Gala     Uno degli episodi militari che portarono alla caduta della Repubblica Partenopea del 1799,...
continua...
Miti napoletani di oggi.53 LA SANITA’   di Sergio Zazzera   Non tragga in inganno il titolo: non è della tutela della salute (sul cui carattere...
continua...
ATTUALITA' DEL PENSIERO CRITICO DI ROCCO MONTANO (Dicembre 2017)
continua...
’O guappo ’e cartone   di Luigi Rezzuti     ’O guappo ’e cartone è una commedia in tre atti, scritta da Raffaele Viviani. La prima rappresentazione...
continua...
Il mercato calcistico del Napoli per gennaio   di Luigi Rezzuti   Il mercato calcistico di gennaio, chiamato anche mercato di riparazione,  si è...
continua...

PREVISIONI PER L’ESTATE 2019

 

di Luigi Rezzuti

 


Arrivano sempre più conferme su quella che sarà un’estate bollente, con caldo insopportabile,  caratterizzato dalla presenza costante del massiccio anticiclone africano sull’Italia, non solo nei mesi estivi di Giugno, Luglio ed Agosto, ma anche intorno alla fine del mese di Maggio.

È questa la sorprendente analisi, che emerge dallo studio dei meteorologi, i quali   confermano l’arrivo di una  stagione molto calda, a tratti da record, per cause certe, come il ritorno de “El Nino”, il riscaldamento delle acque superficiali dell’Oceano Pacifico, il minimo solare e l’aumento generale della temperatura terrestre.

Le prime masse d’aria calda, di origine desertica, arriveranno, secondo gli scienziati del clima, durante l’ultima decade di Maggio.

Si prevede una partenza estiva prematura, soprattutto nelle regioni dell’Italia peninsulare e nelle isole, anche con picchi di 30°.

Il caldo, poi, continuerà a Giugno, con un lento ma progressivo aumento termico fino a 34° -35°, non solo al sud, ma anche al centro-Nord.

Il peggio, però, arriverà tra metà luglio e poco prima di ferragosto: in questo periodo soffriremo la calura estiva con punte insopportabili, fino a 44° al sud Italia.

Al nord, invece, regnerà l’afa che non permetterà alle temperature di scendere nemmeno durante le ore notturne.

Dopo ferragosto, poi, l’attenzione è puntata sull’arrivo di fenomeni violenti per l’ingresso, da ovest e da est, di venti più freschi, che determineranno tornado, trombe d’aria, alluvioni, piogge intense con lampi e grandine.

Insomma, un’estate da record, soprattutto per la calura intensa e continua.

Questo autunno-inverno 2018 2019 si è presentato in modo insolito e strano. Abbiamo assistito a piogge superiori alle medie stagionali, soprattutto al centro sud, mentre il nord ha vissuto momenti di siccità, alternati a rovesci temporaleschi di fortissima intensità.

È caduta  la neve a bassa quota, le temperature si sono alzate e si sono abbassate da un giorno all’altro, ci sono stati venti molto forti, quindi la domanda di rito è, purtroppo, sempre la stessa: “L’autunno-inverno 2018 – 2019 sarà lo specchio della prossima estate 2019?”

Ad oggi le notizie che riguardano le previsioni meteo estate 2019, come abbiamo detto,  sono davvero preoccupanti.

Quale potrebbe essere l’andamento di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre?

Quello preannunciato è da considerare attendibile?

Il Modello Climatico Europeo ECMWF, che è uno dei più affidabili per quanto riguarda le previsioni meteo a lungo termine, prevede che la prossima estate 2019 sia caratterizzata da prolungati periodi di anticiclone africano che si dovrebbe alternare con l’anticiclone delle Azzorre, già a partire dalla seconda decade di Giugno.

Le temperature potranno superare tranquillamente i 40° e potranno verificarsi addirittura fenomeni come tornado.

Mancano poco più di quattro mesi  all’inizio della cosiddetta “bella stagione” e quasi tutti i meteorologi prevedono una estate bollente. Comunque, anche se sono in molti gli scienziati del clima a darci tali disastrose previsioni, noi restiamo in attesa, speranzosi  che esse possano migliorare notevolmente.

(Maggio 2019)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen