NEWS

Europa League 2019   di Luigi Rezzuti   Ogni speranza di vincere lo scudetto, stagione 2018 – 2019, è ormai perduta e questo non perché la vittoria...
continua...
SEGNALIBRO a cura di Marisa Pumpo Pica   Monos di Antonio Di Nola - Oèdipus Edizioni   Spesso siamo portati a pensare che la poesia e la scienza...
continua...
Tanto va la gatta al lardo… Giro di boia per il Santone Samuele   di Luigi Rezzuti   Sulle pagine de “IL VOMERESE” del mese di marzo 2016,...
continua...
Nati per donare?   Sabato 8 aprile, ore 17.30, via Cappella Vecchia, 8-b, 1° piano (citofono n. 1003), l’Associazione lucana Giustino Fortunato di...
continua...
 Su e giù con la morte   Sabato 9 aprile ore 18, presentazione del nuovo romanzo di Luciano Scateni - libreria “Io ci sto”, piazza Fuga (accanto...
continua...
Abolizione delle monete da 1 e 2 centesimi di euro   di Luigi Rezzuti   Qualche anno fa, avemmo modo di denunciare lo spreco di danaro da parte...
continua...
Miti napoletani di oggi.72 L’INDUSTRIALIZZAZIONE   di Sergio Zazzera   Fin dal XVI secolo, una vasta area a sud di Napoli – da Torre Annunziata a...
continua...
IL BUSINESS DEL “COCCO BELLO”   di Luigi Rezzuti   Come in ogni stagione estiva, le spiagge della nostra penisola sono invase da venditori ambulanti...
continua...
LA TOMBA PROFANATA  
continua...
NATALE AL VOMERO   di Luigi Rezzuti   Natale è alle porte e, come ogni anno, si pone il dilemma: albero di Natale con i suoi lampioncini, i  nastri...
continua...

Salute e benessere

TUTTI PAZZI PER LA FRUTTA ESOTICA

 

di Luigi Rezzuti

 


Per frutta esotica  o tropicale si intendono i frutti di quelle piante che non sono coltivate nel nostro Paese.

Un tempo molto costosi e presenti sui mercati solo nei periodi festivi, oggi vedono largo consumo anche sulle tavole degli italiani.

Fino ad una decina di anni fa, come frutta esotica si trovavano banane, ananas e datteri, e solo nel periodo natalizio.

Oggi, oltre alle banane, all’ananas e ai kiwi, troviamo anche il mango, l’avocado, la papaya e i litchi perché la frutta tropicale è diventata una moda.

I dati di consumo degli ultimi anni raccontano di preferenze sempre più sbilanciate a favore della frutta tropicale, rispetto a quella  di casa nostra: arance, pere e mele.

Così, mentre l’export ortofrutticolo cresce, il mercato delle importazioni esotiche aumenta anno dopo anno.

Perché? Le ragioni sono svariate, a partire dalla moda della frutta tropicale, conclamata anche nel nostro Paese, come frutta benefica per la salute.

Purtroppo, però, i costi di trasporto sono molto elevati in quanto si tratta di far arrivare, in aereo, la frutta dall’altra parte del mondo, per poi vederla finire sui banchi dei supermercati e quindi tali costi restano ancora molto alti per il consumatore.

Non solo avocado, mango, papaya, kiwi, ma ci sono tantissimi altri frutti tropicali che ancora non sono arrivati nei supermercati italiani, come gambuta, un frutto simile al litchi, feijoa sellowiana originario del Brasile e la carambola originaria dello Sri Lanka.

(Ottobre 2019) 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen