NEWS

SPIGOLATURE   di Luciano Scateni   Olimpiadi: vengo anch’io? No, tu no Il tormentone “olimpiadi sì, olimpiadi no” incrocia uno snodo eclatante.. La...
continua...
Miti napoletani di oggi.78 “MANI SULLA CITTA'”   di Sergio Zazzera   La formula “mani sulla città” richiama alla mente, in maniera immediata,...
continua...
L’altra faccia della medaglia   di Romano Rizzo   In questa rubrica cercheremo di presentarvi, di alcuni poeti, un lato poco conosciuto.   Gennaro...
continua...
Maggio dei monumenti   di Luigi Rezzuti   Il maggio dei monumenti 2016 è iniziato e terminerà a metà giugno. La 24° edizione è incentrata sulle...
continua...
Miti napoletani di oggi.42 IL "RISANAMENTO" DI NAPOLI   di Sergio Zazzera   Si è soliti dire che non tutti i mali vengono per nuocere, benché...
continua...
SEGNALIBRO   a cura di Marisa Pumpo Pica   Fiori del mio campo, di Giovanni Baiano, Cosmopolis Edizioni Napoli   Uomo d’altri tempi, Giovanni...
continua...
I giorni di Jacques, di Curzia Ferrari   di Luigi Alviggi     Nel 1987 l’arcivescovo di Parigi, cardinale Lustiger, postula, con i frati salesiani,...
continua...
“Voi mi odiate e io per dispetto vi amo tutti”   Lunedì, 14 marzo, alle ore 18.00, presso la libreria IOCISTO’, in via Cimarosa, 20 (Piazza Fuga),...
continua...
Juve - Napoli non viene giocata ed è caos e scontro totale   di Luigi Rezzuti   Doveva essere il big match della terza giornata della serie A ed...
continua...
Attilio Pratella, l'artista   di Antonio La Gala     Come già ho detto in un precedente articolo, mi sono proposto di dedicare a questo pittore due...
continua...

Il Natale napoletano

 

di Luigi Rezzuti

 


Il Natale a Napoli è qualcosa di assolutamente unico rispetto alle altre città, sia dell’Italia che dell’Europa.

A differenza delle grandi città, in cui i tradizionali mercatini si svolgono per le strade e per le piazze, durante il mese di dicembre, a Napoli il Natale è presente tutto l’anno.

Infatti, nel cuore del centro storico, nella zona compresa fra via San Gregorio Armeno e Spaccanapoli, è un susseguirsi ininterrotto di botteghe artigiane, aperte tutto l’anno e specializzate nella realizzazione di presepi, con magi, pastori e capanne artigianali, affiancate da statuine tradizionali, ma anche da quelle raffiguranti personaggi famosi, antichi e contemporanei, attinti dal gossip, oltre agli intramontabili Pulcinella, Totò e Maradona, a grandezza standard o addirittura naturale!

Ovviamente, avvicinandosi le feste di Natale, ogni quartiere si ammanta di un’atmosfera gioiosa e pittoresca, dove si può assaporare lo spirito del Natale tradizionale napoletano.

Durante le feste natalizie, nel cuore della città vengono organizzati anche mercatini tradizionali, sparsi per le vie del centro, e magnifici presepi viventi, come quello in piazza San Gaetano, mentre nella chiesa di S. Lorenzo Maggiore si possono ammirare microscopici presepi racchiusi nei gusci delle noci.

Tutti i turisti stranieri si stupiscono quando visitano Napoli nel periodo natalizio. Le vie del centro, quelle dei mercatini e delle botteghe artigiane, sono tanto affollate che è quasi impossibile camminare, al punto che entra in vigore il senso di marcia per i pedoni.

Poche città al mondo riescono ad evocare lo spirito, l’arte e la tradizione dl Natale. Napoli è certamente una di queste, una città in cui il Presepe è un’arte che si tramanda da generazioni, una tradizione che affonda le sue radici nel XVIII secolo.

San Gregorio Armeno è il cuore pulsante del Natale a Napoli, strada. universalmente riconosciuta come quella delle botteghe artigiane e dei pastori, vere e proprie opere d’arte, uniche nel proprio genere.

Il Natale a Napoli si riscopre, infatti, lungo le vie del centro storico. San Gregorio Armeno è il punto di partenza o di arrivo, di una passeggiata tra vicoli, scorci suggestivi, splendidi edifici e meravigliosi luoghi religiosi, come le chiese, con il chiostro e lo splendido campanile, di Piazza del Gesù e San Domenico Maggiore.

Da novembre e per tutto dicembre, fino a gennaio è il Natale della tradizione la festa più amata dai napoletani, e non solo.

Tra le bancarelle, naturalmente, non mancheranno souvenir, addobbi e decorazioni.

(Dicembre 2019)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen