NEWS

Il tempo del vino e delle rose Caffè letterario piazza Dante 44/45, Napoli Info 081 014 5940   Domenica, 25 novembre, ore 10:30, per la Rassegna "La...
continua...
Miti napoletani di oggi.56 IL BUGNATO DEL GESU' NUOVO   di Sergio Zazzera   La storia della trasformazione del Palazzo Sanseverino nella chiesa del...
continua...
STORIE DI CERAMICA     (Giugno 2018)
continua...
SERGIO ZAZZERA, Broccolincollina. Fatti, figure e luoghi della collina vomerese (Napoli, Cuzzolin, 2016), pp. 200, €. 13,00.   recensione di Mimmo...
continua...
A San Valentino …abbiamo tutti 20 anni   Al Museo del Mare, il 14 febbraio, non per nostalgia ma perché anche se i nostri capelli sono bianchi,...
continua...
GIUSEPPE ANTONELLO LEONE   Giuseppe Antonello Leone, pittore scultore ceramista e poeta, è nato il 6 luglio 1917 a Pratola Serra ed è morto a Napoli...
continua...
CHIUSO IL CALCIO MERCATO INVERNALE   di Luigi Rezzuti   Si è concluso il calcio mercato invernale 2017. Quest’anno, a differenza delle passate...
continua...
Un libro a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Il giorno 20 maggio alle ore 19.30 Francesco Pinto, Direttore del Centro di produzione della Rai,...
continua...
IL MUGNAIO   di Luigi Rezzuti   Due fratelli, due scugnizzi napoletani, di quelli D.O.C., si erano trasferiti, insieme alle loro famiglie, in un...
continua...
Luca Postiglione. La vita come un sogno dorato   di Antonio La Gala   Luca Postiglione (1876-1936) fu un artista - pittore e poeta - attivo nei...
continua...

CORE ‘NGRATO

 

di Luigi Rezzuti

 

Gli amori nel gioco del calcio non esistono, contano solo i soldi, tanti, troppi, difficilmente rinunciabili.

Cavani è voluto andare via, tra la delusione dei tifosi napoletani che si sono sentiti traditi da quel giocatore uruguaiano che mandava , ad ogni gol realizzato, bacetti ai tifosi, quel giocatore cui tanto piaceva andare a pescare nelle acque di Bacoli.

Oggi, magliette con il suo nome e statuette che si vendono a San Gregorio Armeno sono in svendita.

Ora che ha preferito giocare nel PSG, ora che ha preferito Parigi a Napoli c’è qualcuno che inizia a dire che, lasciando Palermo per Napoli, ha fatto un salto di qualità perché, da discreto, giocatore allenandosi e giocando con il Napoli, è riuscito a realizzarsi.

A Parigi non sarà certamente il beniamino dei tifosi ma sarà, come Lavezzi, un calciatore come tanti altri e non una prima donna come era a Napoli.

Il tifoso napoletano ha una caratteristica tutta sua: se non riesce ad amare un campione non riesce ad andare allo stadio per esultare e soffrire.

Adesso i tifosu sono pronti ad innamorarsi del sostituto di Cavani, alla prima azione spettacolare, al primo gol o alla prima dichiarazione d’amore verso i tifosi, verso la maglia del Napoli e della città.

Il tifoso del Napoli ama essere al centro dell’attenzione, non ama vivere nemmeno tiepidamente una partita amichevole.

La scelta di Cavani appare come un tradimento, ma quello che conta ora è dimenticare in fretta il “traditore” che, tre anni fa giunse a Napoli dichiarando di essere stato portato da Dio.

 Oggi, a Parigi, forse dirà che è arrivato nella nuova terra promessa …

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen