NEWS

Il tempo del vino e delle rose Caffè letterario piazza Dante 44/45, Napoli Info 081 014 5940   Domenica, 25 novembre, ore 10:30, per la Rassegna "La...
continua...
Appuntamenti internazionali alla libreria Iocisto   di Annamaria Riccio   Un’estate di appuntamenti internazionali che vede un’intensa attività nel...
continua...
Reading e presentazioni Napoli, venerdì 13, ore 17,30, alla Galleria Al Blu di Prussia, Via G. Filangieri, 42, Enza Silvestrini, Controtempo...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Rassegna Atelier - Domenica 8 gennaio al Nuovo di Salerno - Piaf: black without wings Secondo...
continua...
LABORATORIO PUBBLICO DI POESIA   Mercoledì 1 febbraio 2017 presso la libreria L’Altracittà di Roma, via Pavia, 106 inizio ore 18:00 - termine ore...
continua...
“SPUTAZZE” E “LIR’ÂRGIENTO”   di Sergio Zazzera   Per la seconda volta, la cittadina di Ercolano ha perso l’occasione di essere proclamata “Capitale...
continua...
Infanzia di Giambattista Vico   di Antonio La Gala   In passato si credeva che Giambattista Vico fosse nato nella piazza dei Girolamini e lì, nel...
continua...
Premio letterario “Trivio” 2016 - Cerimonia di premiazione al Pan di Napoli   di Marisa Pumpo Pica   La cerimonia di premiazione della prima...
continua...
Miti napoletani di oggi. 54 IL "DASPO URBANO"   di Sergio Zazzera   In attuazione della Convenzione Europea di Strasburgo del 19 agosto 1985, al...
continua...
SPIGOLATURE   di Luciano Scateni    Stupri? Colpa delle donne, dice Chrissie Un’ipotesi possibile nasce dalla biografia di tale Chrissie Hynde,...
continua...

MAURO CORONA. Un uomo difficile da gestire

 

di Luigi Rezzuti

 

Mauro Corona è uno scrittore, alpinista e scultore italiano.

È autore di svariati libri, alcuni dei quali best seller. Risiede a Erto e Casso, comune in provincia di Pordenone. Nasce a Baselga di Piné il 9 agosto del 1950.

Proprio su questi monti comincia ad affiorare in lui la passione per la montagna e per l’alpinismo.

Altra sua passione, la lettura. Legge Tolstoj, Dostoevskij e Cervantes, i suoi scrittori preferiti e, contemporaneamente, impara l’arte della scultura lignea dal nonno intagliatore.

Alcuni insegnanti salesiani rafforzano il suo amore per la letteratura e lo incoraggiano nello studio.

Dopo alcuni anni, però, viene ritirato dalla scuola, visto che, per ribellione, non seguiva più le lezioni.

Corona, da giovane, andò a lavorare nella cava di marmo del monte Buscada ma fu costretto a sospendere questo lavoro durante il periodo del servizio militare.

Si congeda con un mese di ritardo a causa di trenta giorni di cella per punizioni   accumulate per le sue numerose intemperanze durante l’espletamento del servizio.

Il 9 ottobre cambiò radicalmente la sua vita quando l’ondata del Vajont spazzò letteralmente via la parte bassa della cittadina bellunese causando oltre 2000 morti.

La carriera di scrittore inizia nel 1997 quando un amico giornalista pubblica alcuni suoi racconti sul quotidiano Il Gazzettino Da allora ha pubblicato svariati libri.

Nei suoi romanzi e nei suoi racconti Corona porta il lettore a contatto con un mondo, quasi del tutto scomparso: quello della vita e delle tradizioni dei paesi della Valle del Vajont.

Vari anni dopo racconterà quanto era accaduto nella Valle del Vajont nel romanzo “Aspro e dolce”.

Personaggi ed echi del passato riaffiorano nei suoi scritti, nei quali egli affronta, con uno sguardo appassionato e un po’ malinconico, tematiche come il rapporto dell’uomo con la natura, con le proprie radici e con l’incombente progresso economico e tecnologico.

Corona continua ad alternare momenti di scrittura e scultura a conferenze, incontri e manifestazioni varie.

Partecipa alla realizzazione di alcuni documentari sulla sua vita.

Nel 2002 lo scrittore, Paolo Cossi, pubblica il libro “Corona – L’uomo del bosco di Erto”.

Il 17 luglio Corona pubblica il libro “La fine del mondo storto” vincendo il premio Bancarella e dichiara: “Per me questo premio ha un grande valore. Quando questa sera tornerò a casa e mi guarderò allo specchio, mi dirò che forse ce l’ho fatta a uscire dall’inferno”.

Ci piace ricordare, tra le altre sue opere, “Nel legno e nella pietra” e “La casa dei sette ponti”, Edizioni Mondadori.

Le sue opere sono state tradotte in varie lingue: Tedesco, Spagnolo e Cinese.

Dall’11 settembre del 2018 è ospite fisso, nel programma di Rai 3, in prima serata, “Cartabianca” condotto da Bianca Berlinguer.

(Luglio 2020)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen