NEWS

MOSTRA  “PARADISO E RITORNO”  DI CLARA REZZUTI AL PAN DAL 4 AL 21 MAGGIO 2017   Giovedì 4 maggio nel Loft del Pan (Palazzo delle Arti di Napoli) alle...
continua...
BABBO NATALE   di Luigi Rezzuti   Era una notte fredda, una notte fredda e buia. Gigetto era accoccolato sul davanzale della finestra ad osservare...
continua...
Per grazia non ricevuta   di Antonio La Gala   Non desta meraviglia (non perché non la dovrebbe destare, ma solo perché vi ci siamo abituati) la...
continua...
OPERAZIONE SAN GENNARO   di Sergio Zazzera     Non è del film di Dino Risi che intendo occuparmi, bensì della recente vicenda del decreto del...
continua...
Infanzia di Giambattista Vico   di Antonio La Gala   In passato si credeva che Giambattista Vico fosse nato nella piazza dei Girolamini e lì, nel...
continua...
Villa Patrizi e S. Stefano   di Antonio La Gala   Fra le due aree collinari contigue, di Posillipo e del Vomero, possiamo individuare una zona di...
continua...
Miti napoletani di oggi.67 SAN GREGORIO ARMENO   di Sergio Zazzera G. e M. Ferrigno, Procidana (coll. priv.) Il Natale è vicino e in ogni casa...
continua...
BROCCOLINCOLLINA Il VOMERO, un quartiere che rappresenta un unicum a Napoli ed in Italia. Una vera città nella città, con una storia, un patrimonio...
continua...
Il Natale napoletano   di Luigi Rezzuti   Il Natale a Napoli è qualcosa di assolutamente unico rispetto alle altre città, sia dell’Italia che...
continua...
L’OSTERIA DEL CONTADINO   di Luigi Rezzuti   L’osteria del contadino era una semplice casupola in mezzo ai campi. Chi non la conosceva, poteva...
continua...

LA NAVE AMERIGO VESPUCCI

IN DIFESA DEL MEDITERRANEO

 

di Luigi Rezzuti

 

L’Amerigo Vespucci fu progettata e costruita nei cantieri di Castellammare di Stabia (Napoli) e fu varata nel 1931.

E’ un veliero della Marina militare costruito  come nave scuola, per l’addestramento degli ufficiali dell’Accademia Navale.

La nave scuola in questi ottant’anni ha solcato i mari di tutto il mondo, oggi festeggia i 35 anni dalla prima collaborazione con i Wwf a “Il mare deve vivere”.

Nel 1978, con questa campagna di sensibilizzazione, raggiunse importanti risultati: divieti di caccia ai delfini, divieti di caccia agli uccelli marini, di pesca dello storione e della tartaruga marina, di uso delle bombole nella pesca subacquea, delle reti a strascico.

Il Mediterraneo ospita migliaia di specie marine, come alghe, invertebrati, specie marine macroscopiche, inclusi squali, la balenottera comune, tonni, pesce spada, naselli e ancora tartarughe marine, barriere coralline nei fondali profondi di Santa Maria di Leuca e nell’Egeo meridionale e, perfino, la foca monaca, uno dei mammiferi più rari al mondo.

Oggi tutta questa fauna marina è minata dal forte aumento del traffico  nel mare, all’inquinamento e dalla pesca di frode.

Allo scopo di proteggere il nostro mare e sensibilizzare tutti i cittadine, si riparte, per tutta l’estate 2013, con la nave scuola Amerigo Vespucci, dal molo Beverello di Napoli con la campagna “Il mare deve vivere”, insieme agli esperti del Wwf e toccando i principali porti italiani : Civitavecchia, Livorno, Trieste, Venezia, Crotone e Taranto per svelare ai visitatori e allievi della scuola navale le meraviglie del nostro mare, le minacce e le azioni necessarie per tutelarlo, garantendo un Mediterraneo di qualità, oggi e per le generazioni future, e vivendolo nel rispetto delle sue straordinarie ricchezze naturali.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen