NEWS

The Starfish   di Nicola Garofano    “Con la testa nel delta del Mississipi, ma con i piedi ben piantati alle falde del Vesuvio”. Da questo motto...
continua...
Un libro a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Il giorno 20 maggio alle ore 19.30 Francesco Pinto, Direttore del Centro di produzione della Rai,...
continua...
Pensieri ad alta voce di Marisa Pumpo Pica   Il successo dello scrittore   Il nuovo anno si apre sempre ricco di speranze, ma spesso anche sul filo...
continua...
L’IMBUSTATO   di Luigi Rezzuti   Fin da ragazzo Ernesto aveva sempre sofferto con dolori alla schiena e tutti gli dicevano che ciò era dovuto ad un...
continua...
Estate a Vietri sul Mare   Lunedì 16 luglio: Guglielmo Gugliemi Academic Ensemble Contemporary Jazz Project Martedì 17 luglio: Cleopatra di...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   “Two”, una coppia alle prese con dinamiche da bar Alla Sala Pasolini di Salerno nell’ambito della...
continua...
    RESIDENZE BORBONICHE, Patrimonio dell’Umanità   APPELLO-PROPOSTA di candidatura per la lista UNESCO   Una grande campagna di...
continua...
UNITRE - Cerimonia di chiusura dell’anno accademico   Si è svolta, nei giorni scorsi,  la cerimonia di chiusura dell’anno accademico 2015/2016...
continua...
BROCCOLINCOLLINA Il VOMERO, un quartiere che rappresenta un unicum a Napoli ed in Italia. Una vera città nella città, con una storia, un patrimonio...
continua...
(Novembre 2017)
continua...

LA VELA GUARDA A FORMIA

 

di Luigi Rezzuti

 

Dopo le regate della Coppa America nelle acque del golfo di Napoli, anche la città di Formia e, con essa, l’intero golfo di Gaeta, si pone al centro degli sport acquatici. Questa volta lo è certamente in misura maggiore rispetto a tante altre occasioni, perché l’organizzazione di un campionato europeo classe 470, attorno al quale si è costruita l’attenzione dell’intera cittadina, non è mai una cosa come le altre. Centoventi imbarcazioni, provenienti da ogni parte  del mondo, un livello tecnico assolutamente eccezionale, visto il valore di diversi contendenti scesi in acqua, un’occasione promozionale e, soprattutto, una conferma delle doti organizzative che il locale Comitato ha già dimostrato in passato nel saper egregiamente mettere in piedi, sono elementi che non possono far bene all’intera manifestazione ed a quello che c’è dietro.

Si vivranno momenti decisivi fino alla determinazione del successo finale.

 Le regate conclusive si disputeranno nello spazio antistante il litorale di Vindicio, proprio per garantire la maggiore attenzione del pubblico.

La cerimonia di chiusura metterà la parola fine alla competizione.

Ma è un campionato che inevitabilmente getta lo sguardo al futuro perché, strettamente collegato alla competizioni vera e propria vi è anche e soprattutto la novità che da tempo di attendeva : l’apertura del Centro Federale della Vela.

Alla presentazione erano presenti personalità politiche e sportive di maggior rilievo, che hanno aperto una nuova era nel rapporto dello sport mondiale con la città delle Due Torri, ponendo in risalto ancora una volta il rapporto centrale con le discipline agonistiche di alto livello. Un Centro Federale, nell’area del Porticciolo Caposele, consentirà, come affermato dal vice-presidente della Fiv, Francesco Ettore “ Di avere una propria casa, con un campo di regata semplicemente eccezionale”.

Anche l’olimpionica Alessandra Sensini ha dichiarato: “L’apertura del Centro Federale della Vela, permetterà di lavorare con tutti gli atleti, selezionati nella maniera migliore possibile”.

 Il Centro Federale della Vela è nato sulla base di un progetto eco-sostenibile (gazebo di legno con pannelli fotovoltaici) e gode nel frattempo del supporto logistico del Centro Preparazione Olimpico “Bruno Zauli” di Formia.

 Il che significa utilizzare al meglio le tante risorse già esistenti.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen