NEWS

Pensieri ad alta voce di Marisa Pumpo Pica   Io ti salverò   Ricordate quel celebre film del 1945, Io ti salverò, diretto dal regista Alfred...
continua...
Miti napoletani di oggi.60 ELENA FERRANTE   di Sergio Zazzera   Ora dico una banalità. La storia e il mito sono entrambi prodotti dell’uomo: la...
continua...
L’intramontabile fascino della dieta mediterranea   di Laura Coluccio *   Maggio e giugno, antichi nemici della tavola e grandi amici di diete e...
continua...
UNA DONNA CHE VENDEVA  POESIE   di Luigi Rezzuti   Eravamo seduti al solito bar, in  attesa di radunarci tutti per la consueta uscita del sabato...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Audience tv: tutto si fa per te Ma datevi una regolata. Il potere di condurre talk show, seguiti da qualche...
continua...
IL CALCIO NAPOLI INGAGGIA HRVOJE  MILIC   di Luigi Rezzuti   Dopo il mercato di riparazione di gennaio, dove tutte, o quasi, le squadre, sulla carta...
continua...
Parlando di chi è poeta   di Romano Rizzo (13)   Spesso mi sono chiesto che cosa ha di diverso dagli altri chi scrive poesie o ama profondamente...
continua...
IL FURTO DEL “CAPPELLO” DI KOUNELLIS   di Sergio Zazzera   E’ del 4 marzo la notizia del furto del “Cappello”, elemento dell’installazione...
continua...
SEGNALIBRO a cura di Marisa Pumpo Pica   LA TOMBA PROFANATA Santagata si fa in quattro di Luciano Scateni  Guida - Kairos    Questo è il...
continua...
SALUTE Frutta di primavera   di Luigi Rezzuti   In primavera arriva la frutta “golosa”, quella che piace proprio a tutti, dai grandi ai bambini e...
continua...

LA VELA GUARDA A FORMIA

 

di Luigi Rezzuti

 

Dopo le regate della Coppa America nelle acque del golfo di Napoli, anche la città di Formia e, con essa, l’intero golfo di Gaeta, si pone al centro degli sport acquatici. Questa volta lo è certamente in misura maggiore rispetto a tante altre occasioni, perché l’organizzazione di un campionato europeo classe 470, attorno al quale si è costruita l’attenzione dell’intera cittadina, non è mai una cosa come le altre. Centoventi imbarcazioni, provenienti da ogni parte  del mondo, un livello tecnico assolutamente eccezionale, visto il valore di diversi contendenti scesi in acqua, un’occasione promozionale e, soprattutto, una conferma delle doti organizzative che il locale Comitato ha già dimostrato in passato nel saper egregiamente mettere in piedi, sono elementi che non possono far bene all’intera manifestazione ed a quello che c’è dietro.

Si vivranno momenti decisivi fino alla determinazione del successo finale.

 Le regate conclusive si disputeranno nello spazio antistante il litorale di Vindicio, proprio per garantire la maggiore attenzione del pubblico.

La cerimonia di chiusura metterà la parola fine alla competizione.

Ma è un campionato che inevitabilmente getta lo sguardo al futuro perché, strettamente collegato alla competizioni vera e propria vi è anche e soprattutto la novità che da tempo di attendeva : l’apertura del Centro Federale della Vela.

Alla presentazione erano presenti personalità politiche e sportive di maggior rilievo, che hanno aperto una nuova era nel rapporto dello sport mondiale con la città delle Due Torri, ponendo in risalto ancora una volta il rapporto centrale con le discipline agonistiche di alto livello. Un Centro Federale, nell’area del Porticciolo Caposele, consentirà, come affermato dal vice-presidente della Fiv, Francesco Ettore “ Di avere una propria casa, con un campo di regata semplicemente eccezionale”.

Anche l’olimpionica Alessandra Sensini ha dichiarato: “L’apertura del Centro Federale della Vela, permetterà di lavorare con tutti gli atleti, selezionati nella maniera migliore possibile”.

 Il Centro Federale della Vela è nato sulla base di un progetto eco-sostenibile (gazebo di legno con pannelli fotovoltaici) e gode nel frattempo del supporto logistico del Centro Preparazione Olimpico “Bruno Zauli” di Formia.

 Il che significa utilizzare al meglio le tante risorse già esistenti.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen