NEWS

(Novembre 2017)
continua...
CHI VINCERA’ LO SCUDETTO?   di Luigi Rezzuti   Certo è un momento di sofferenza quello del Calcio Napoli. Ci sono da recuperare i punti persi in...
continua...
“Plenitude”   Sabato 5 Maggio 2018, alle ore 17.30, sarà inaugurata la mostra, a cura di Maurizio Vitiello, “Plenitude” con opere recenti del giovane...
continua...
SALUTE Frutta di primavera   di Luigi Rezzuti   In primavera arriva la frutta “golosa”, quella che piace proprio a tutti, dai grandi ai bambini e...
continua...
L’intramontabile fascino della dieta mediterranea   di Laura Coluccio *   Maggio e giugno, antichi nemici della tavola e grandi amici di diete e...
continua...
DONNA LUCIA   di Luigi Rezzuti   La vita scorreva lenta nel piccolo borgo di Casalvelino, in provincia di Salerno. Era appena l’alba e un pallido...
continua...
SALUTE E BENESSERE Dipendenza sessuale on line   di Manuela Morra   Il mondo virtuale, tanto vantaggioso per molteplici aspetti della vita di...
continua...
L’ORA  DI  AGATHE di Anne Cathrine Bomann   di Luigi Alviggi   Siamo in un piccolo centro francese, negli anni 40 delsecolo scorso, al termine...
continua...
Parlanno ’e poesia 5   di Romano Rizzo   EPIFANIO ROSSETTI è stato, senza dubbio, una delle figure preminenti della poesia napoletana...
continua...
Villa Patrizi e S. Stefano   di Antonio La Gala   Fra le due aree collinari contigue, di Posillipo e del Vomero, possiamo individuare una zona di...
continua...

MONICA VITTI COMPIE 90 ANNI

 

dI Luigi Rezzuti

 


Maria Luisa Cecinella, in arte Monica Vitti, l’attrice, che è un mito del cinema nazionale ed internazionale, ha compiuto 90 anni.

È nata il 3 novembre del 1931.

Sposata con lo sceneggiatore, fotografo cinematografico e regista, Roberto Russo, che si prende, tuttora, cura di lei, soffre di una malattia degenerativa, simile all’Alzheimer. che gradualmente le ha strappato i ricordi

Per i suoi 90 anni, ci saranno eventi e manifestazioni in tutta Italia con proiezioni di film, tra cui uno dei più noti, come “Dramma della gelosia” con Marcello Mastroianni, ed un documentario, a lei dedicato, a cura della Mostra del Cinema di Roma e proiettato dalla Rai. Giancarlo Giannini, altro attore coprotagonista con lei di molte celebri pellicole, recentemente ha ricordato l’attrice in una lunga intervista.

E non è il solo. Sono molti coloro che ricordano Monica Vitti in occasione del suo compleanno, da Michele Placido a Carlo Verdone a Enrico Vanzina che ha commentato: “Monica ha una bellezza unica, sua, personale”. mentre Fulvio Paganini, presidente di Distretto Cinema, ha dichiarato: “Monica Vitti non è solo la grande attrice che tutti conosciamo, emblema dei profondi silenzi del cinema di Antonioni o mattatrice comica nella commedia all’italiana, fino ad allora monopolio di soli uomini, ma è anche il simbolo della diva antidiva, della donna moderna, indipendente, femminista.

Il novantesimo compleanno è solo uno fra i tanti motivi per cui vale la pena celebrarla, per ricordare un’attrice e una donna che resiste comunque e nonostante tutto, la cui immagine rimane inalterata attraverso i decenni”.

Monica Vitti si diploma nel 1953 all’Accademia d’Arte Drammatica e debutta al cinema nel ’55 con un piccolo ruolo nell’ “Adriana Lecouvreur”, a fianco di mostri sacri, come Valentina Cortese e Gabriele Ferzetti.

I cinefili ricordano il sodalizio con Michelangelo Antonioni negli anni ’60, mentre gli spettatori ricordano l’intesa con Alberto Sordi nello spettacolo “Polvere di Stelle”.

Sempre negli anni ’60, grazie a Mario Monicelli, interpreta, da protagonista, “La ragazza con   la pistola”.

Lavora con registi, come Dino Risi ed Ettore Scola, ma tutti i grandi registi internazionali la vogliono come interprete dei loro film anche perché, oltre alla bravura e ad un volto bellissimo, sfoggia una voce roca, dal fascino particolare, (anche Claudia Cardinale era molto richiesta negli stessi anni).

Nel 1955 le viene assegnato il “Leone d’Oro” alla carriera, poi, a seguire negli anni, 10 David, 12 Globi d’oro e 3 Nastri d’argento.

Conquista anche le platee televisive insieme a Mina “Milleluci” nel ’74 e “Domenica in”. Vent’anni dopo, scrive due libri autobiografici, firma la sua unica regia “Scandalo segreto”, nel 1990. Porta in teatro la grande commedia americana da “La strana coppia” a “Prima pagina”.

La sua ultima apparizione pubblica risale a 19 anni fa alla prima di “Notre Dame de Paris”, ma già negli anni precedenti le sue apparizioni si erano rarefatte, dopo il suo ritiro dalle scene, nel 2001, quando fu ricevuta al Quirinale per il David di Donatello.

(Novembre 2021)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen