NEWS

BABBO NATALE   di Luigi Rezzuti   Era una notte fredda, una notte fredda e buia. Gigetto era accoccolato sul davanzale della finestra ad osservare...
continua...
CHI VINCERA’ LO SCUDETTO?   di Luigi Rezzuti   Certo è un momento di sofferenza quello del Calcio Napoli. Ci sono da recuperare i punti persi in...
continua...
Miti napoletani di oggi.79 VIA CIMAROSA   di Sergio Zazzera   Con Aldo Masullo, spentosi il 24 aprile scorso, se n’è andato un altro tassello del...
continua...
SEGNALIBRO a cura di Marisa Pumpo Pica   Monos di Antonio Di Nola - Oèdipus Edizioni   Spesso siamo portati a pensare che la poesia e la scienza...
continua...
Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   “Cantare alle ossa” è l’ultimo appuntamento che, venerdì 24 maggio, alle ore 21, al Teatro Diana di...
continua...
CHAMPIONS  LEAGUE “Le vie del Signore sono infinite”   di Luigi Rezzuti   Il Napoli guidato da Sarri è giudicato la migliore squadra che esprime...
continua...
Un  nonno con la “fissa” per la caccia   di Luigi Rezzuti   Il  nonno di Marco aveva una sola grande passione, un solo grande capriccio, andare a...
continua...
NAPOLI CAMPIONE D’INVERNO   di Luigi Rezzuti   Solo per la squadra del Napoli  il 2017 non ha portato sfortuna, anzi ha dimostrato che la forza dei...
continua...
 Su e giù con la morte   Sabato 9 aprile ore 18, presentazione del nuovo romanzo di Luciano Scateni - libreria “Io ci sto”, piazza Fuga (accanto...
continua...
LUIGI NECCO MUORE ALL’ETA’ DI 83 ANNI   di Luigi Rezzuti   E’ morto Luigi Necco all’ospedale Cardarelli di Napoli per insufficienza respiratoria. I...
continua...

La stagione del Napoli parte con l’entusiasmo e qualche

punto interrogativo

 

di Peppe Iannicelli

 

L’era Mazzarri ha condotto gli azzurri ai vertici del calcio italiano, ma il tecnico toscano non è mai parso in grado di garantire un ulteriore salto di qualità.

L’ingaggio di Benitez, il tecnico più titolato mai sedutosi sulla panca azzurra e una chiara garanzia delle ambizioni del patron De Laurentiis.

Don Aurelio vuole continuare a crescere in Italia ed in Europa ma bisogna aver la pazienza di attendere che uomini e schemi possano funzionare a regime.

Non sarà dunque una stagione di certezze come quella trascorsa nella quale il Napoli era chiaramente  la seconda forza del torneo.

Le gerarchie sono più elastiche dietro una Juventus che perlomeno in Italia appare la squadra da battere.

In Europa mi attendo invece un deciso salto di qualità, superare il girone è il traguardo minimo, entrare nelle prime otto il giusto riconoscimento al rispetto delle regole del fair play che l’Uefa tenta d’ imporre èer salvare il calcio continentale dall’invasione di sceicchi, speculatori finanziari, e ricchi petrodollalieri.

Il Napoli ha bilanci solidi ed attivi, merita di essere tutelato nei riguardi di chi invece spende e spande fino a trascinare verso l’orlo del baratro finanziario.

Tra i protagonisti mi attendo scintikke da Higuain, sorprese da Callejon, la conferma d’Insigne e la definitiva consacrazione a fuoriclasse di Hamsik.

E’ lui il vero campionissimo del Napoli, non l’atletissimo Cavani né il funambolico Lavezzi.

Ed avremo modo di accorgercene in Italia ed in Europa.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen