NEWS

Napoli Ottocento, come venivano i turisti   di Antonio La Gala   Negli anni Venti dell’Ottocento cominciarono a crescere i flussi turistici verso...
continua...
Pazze strisce pedonali   di Annamaria Riccio   Nella logica delle cose c’è un prodotto che scaturisce da una motivazione, che ne ha indotto...
continua...
NATALE IN CASA CUPIELLO   di Luigi Rezzuti   Si avvicina il Natale e quale migliore occasione per riproporre “Natale in casa Cupiello”? La commedia...
continua...
MAGGIO DEI MONUMENTI   di Luigi Rezzuti   La 24° edizione del “Maggio dei Monumenti” è partita il 28 aprile per terminare il 3 giugno...
continua...
"Una legge per i matti: quarantanni dopo Basaglia". Presentati i Colloqui di Salerno a cura di Vincenzo Esposito e Francesco G. Forte   di Claudia...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Esilio II Stagione Mutaverso Teatro   Venerdì, 17 marzo, all’Auditorium del Centro Sociale di...
continua...
TEATRO BOLIVAR - start up stagione 2016/2017   DUETTI 200 grammi di teatro a sera direzione artistica Ettore Nigro e David Jentgens   29|30...
continua...
CORI RAZZISTI IN TUTTI GLI STADI   di Luigi Rezzuti    E’ da quando Aurelio De Laurentiis, acquistò il titolo del fallimento del calcio Napoli, che...
continua...
Parlanno ’e poesia 7   di Romano Rizzo   Peppino Russo  (13 Maggio 1907 / 16 Ottobre 1993) Peppino Russo nacque a Napoli, al corso Garibaldi, nei...
continua...
GIUSEPPE ANTONELLO LEONE   Giuseppe Antonello Leone, pittore scultore ceramista e poeta, è nato il 6 luglio 1917 a Pratola Serra ed è morto a Napoli...
continua...

La stagione del Napoli parte con l’entusiasmo e qualche

punto interrogativo

 

di Peppe Iannicelli

 

L’era Mazzarri ha condotto gli azzurri ai vertici del calcio italiano, ma il tecnico toscano non è mai parso in grado di garantire un ulteriore salto di qualità.

L’ingaggio di Benitez, il tecnico più titolato mai sedutosi sulla panca azzurra e una chiara garanzia delle ambizioni del patron De Laurentiis.

Don Aurelio vuole continuare a crescere in Italia ed in Europa ma bisogna aver la pazienza di attendere che uomini e schemi possano funzionare a regime.

Non sarà dunque una stagione di certezze come quella trascorsa nella quale il Napoli era chiaramente  la seconda forza del torneo.

Le gerarchie sono più elastiche dietro una Juventus che perlomeno in Italia appare la squadra da battere.

In Europa mi attendo invece un deciso salto di qualità, superare il girone è il traguardo minimo, entrare nelle prime otto il giusto riconoscimento al rispetto delle regole del fair play che l’Uefa tenta d’ imporre èer salvare il calcio continentale dall’invasione di sceicchi, speculatori finanziari, e ricchi petrodollalieri.

Il Napoli ha bilanci solidi ed attivi, merita di essere tutelato nei riguardi di chi invece spende e spande fino a trascinare verso l’orlo del baratro finanziario.

Tra i protagonisti mi attendo scintikke da Higuain, sorprese da Callejon, la conferma d’Insigne e la definitiva consacrazione a fuoriclasse di Hamsik.

E’ lui il vero campionissimo del Napoli, non l’atletissimo Cavani né il funambolico Lavezzi.

Ed avremo modo di accorgercene in Italia ed in Europa.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen