NEWS

Per grazia non ricevuta   di Antonio La Gala   Non desta meraviglia (non perché non la dovrebbe destare, ma solo perché vi ci siamo abituati) la...
continua...
Parlanno 'e poesia   di Romano Rizzo   Antonino Alonge (Palermo, 20 settembre 1871 - Milano, 13 agosto 1958). Poeta e giornalista, visse a Napoli...
continua...
“PROCIDA ‘900”   Martedì 15 maggio 2018, alle ore 17.30, nell’aula “Massimo Della Campa” (4° piano) della Fondazione Humaniter (piazza Vanvitelli, 15 –...
continua...
La luce del mito   di Gabriella Pagnotta   I recenti avvenimenti, accaduti a Bardonecchia e a Mentone, hanno diviso l’opinione pubblica e hanno...
continua...
A nord del crepuscolo orientale   Mercoledì, 9 Marzo 2016, alle ore 17 presso l’Istituto italiano per gli studi filosofici, Palazzo Serra di Cassano,...
continua...
Premio letterario “Trivio” 2016 - Cerimonia di premiazione al Pan di Napoli   di Marisa Pumpo Pica   La cerimonia di premiazione della prima...
continua...
Un  nonno con la “fissa” per la caccia   di Luigi Rezzuti   Il  nonno di Marco aveva una sola grande passione, un solo grande capriccio, andare a...
continua...
Juan José Arreola, BESTIARIO   di Luigi Alviggi     Un prologo violento, mezza paginetta, pare voler mandare a gambe all’aria l’intero genere umano e...
continua...
Nati per donare?   Sabato 8 aprile, ore 17.30, via Cappella Vecchia, 8-b, 1° piano (citofono n. 1003), l’Associazione lucana Giustino Fortunato di...
continua...
TEMPO SOSPESO - Mostra personale di Guglielmo Longobardo a cura di Gaspare Natale   Una pittura viscerale e rigorosa insieme, alla costante ricerca di...
continua...

NON ABBIAMO PIU'…GUIDA

 

di Mariacarla Rubinacci

 


Davanti alla chiusura della storica Libreria Guida, rifletto sgomenta.

La storia ci volta le spalle, ci vuole dimenticare per punirci di essere stati amanti delle parole, del profumo che si sprigiona dalle pagine del libro. Ci vuole moderni, noi lettori, ci prende il dito indice per farci sfiorare il video freddo del tablet che velocemente ci informa e ci inonda di parole luminose. “Il libro è obsoleto”, sembra che ci dica, il libro ha un costo troppo alto, dato i tempi, richiede una pausa alla corsa del nostro girovagare in macchina. Al contrario, il libro è la storia di un altro che vuole condividere le sue emozioni, che desidera mostrare una realtà immaginata, che rivela i pensieri dei suoi personaggi, i quali vivono così solo se noi li incontriamo.

La chiusura delle Librerie Guida, prima quella al Vomero, poi ora a Port’Alba, è lo schiaffo alla nostra indolenza, alla presunzione di sapere tutto e di urlarlo senza porre ascolto. Chi scrive invece cerca ascolto. Chi urla è sordo.

Non ci resta dunque che cercare, come novelli Diogene con la lanterna, le pagine sparse, gli scaffali nascosti colmi di libri, le storie, la storia.

La saletta Verde, poi la Rossa, hanno perso il loro colore come se una pioggia di indifferenza lo avesse disciolto alla guisa di un acquarello diluito.

Oggi, al posto delle Librerie cancellate, ci sono luccicanti bar, eleganti boutique, centri commerciali rumorosi.

Che almeno arredino un angolo di lettura! Una poltroncina, qualche scaffale profumato di stampa, un invito a fermarsi per riprendere fiato. Chissà, potrebbero persino incrementare il loro commercio.

 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen