NEWS

QUATTRO GIORNI ALL’ELBA   di Luigi Rezzuti   Non è la trama di un film di guerra, se il lettore legge male sostituendo Elba con Alba. È semplicemente...
continua...
Pensieri ad alta voce di Marisa Pumpo Pica Fra detti e dirette   Un giorno festivo, dopo pranzo, ore 15, accendo il televisore e su Rai 3 si trasmette...
continua...
Gli incontri della Fondazione Premio Napoli   Iniziano gli incontri della Fondazione Premio Napoli aperti alla città. Si parte l’11 marzo, alle ore...
continua...
TORNEO DI BOCCE AL LIDO CELESTE DI GIANOLA   Presso il Lido Celeste di Formia località Gianola si è svolto sabato 26 e domenica 27 agosto un...
continua...
CARMINE COLELLA ALL'ASSOCIAZIONE LUCANA     La conferenza verterà su Francesco Mauro, illustre lucano di Calvello (Potenza), di cui si era persa...
continua...
Il valore della formazione   di Gabriella Pagnotta   Questo articolo è rivolto a chi, come me, vive le richieste, da una parte, di una scuola alla...
continua...
ANTONIO BERTE’ UN ARTISTA CONTEMPORANEO NAPOLETANO   di Luigi Rezzuti   Torre Caselli è un edificio abbandonato, che versa in pessime condizioni in...
continua...
LA JUVE VINCE LO SCUDETTO   di Luigi Rezzuti   Nel Campionato di calcio italiano non si può andare oltre il secondo posto perché prima di iniziare la...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   2017: il discorso agli Ateniesi, rivisitato A Pericle (“circondato dalla gloria”), nato circa 500 anni a.C.,...
continua...
"IL COMANDANTE BULOW"     (Gennaio 2019)
continua...

SOLE A CATINELLE, CON CHECCO ZALONE,

AL CINEMA

 

“Sole a catinelle” nuovo film di Checco Zalone, comico cantautore barese in compagnia di Miriam Dalmazio e Aurore Erguy.

Checco Zalone oltre ad essere il protagonista del film è anche sceneggiatore, e Gennaro Nunziante regista (ancora in coppia dopo i 47 milioni di euro incassati dal film precedente “Che bella giornata”.

Il film è in programmazione nelle maggiori sale cinematografiche italiane fino a quasi metà novembre.

Un film esilarante, pieno di gag cui è difficile resistere da non ridere, tante battute a partire da quel “So comunisti a papà!” con cui Checco descrive le stravaganze di una famiglia straricca.

 “Se sarai promosso con tutti dieci papà ti regala una vacanza da sogno”. E’ questa la promessa che Checco fa al figlio Nicolò. Fin qui tutto bene, il problema è che Checco, venditore di aspirapolvere è in piena crisi sia con le vendite che con la moglie e non può permettersi di regalare al figlio nemmeno un giorno al mare. E quando Nicolò riceve la pagella con tutti dieci, la promessa va mantenuta. Fortuna che a Checco non manca l’ottimismo, partito con la speranza, delusa, di vendere qualche aspirapolvere ai suoi parenti in Molise, si ritrova a casa di Zoe, una ricchissima ragazza che ha il figlio proprio dell’età di Nicolò e li fa entrare nel suo mondo : inviti a party esclusivi, bagni in piscine fantastiche e ancora yacht, cavalli, campi da golf e serate a Portofino”.

In un paio di scene si intravede anche la figlia di Zalone, Gaia, a cui ha dedicato un brano “Mi è capitata femmina,  e già nell’ecografia la vedevo allungare le gambe e provavo fastidio. I miei amici, che hanno dei figli maschi, stanno già litigandosi. Soffrirò molto”.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen