NEWS

BOCCA   DI   PIETRA, di   Maria  Cristina  Alfieri   di Luigi Alviggi   Opera d’esordio nel campo letterario dell’Autrice (Milano, 1968) -...
continua...
Buongiorno mezzanotte, torno a casa   Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario - piazza Dante 44/45, Napoli - Info 081 014 5940 Mercoledì 18...
continua...
Miti napoletani di oggi.50 LO SCRITTORE   di Sergio Zazzera   Raccolgo la “provocazione” che mi ha indirizzato, da queste stesse (web-)pagine il...
continua...
IL PALLINO DELLA GUERRA   di Luigi Rezzuti   Durante la permanenza militare all’ospedale militare, una mattina, arrivò l’ordine di una esercitazione...
continua...
5 maggio SPECIALE al "Tempo del vino e delle rose" di Napoli   Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario - piazza Dante 44/45, Napoli, Info 081...
continua...
La Fundación Escuela Museo Abierto Para El Mundo a “Il ramo d’oro”   Per i 25 anni della propria attività la Fundación Escuela Museo Abierto Para El...
continua...
IL "PREMIO CERINO"   (Maggio 2016)
continua...
Parlanno 'e poesia   di Romano Rizzo   Antonino Alonge (Palermo, 20 settembre 1871 - Milano, 13 agosto 1958). Poeta e giornalista, visse a Napoli...
continua...
SEGNALIBRO a cura di Marisa Pumpo Pica   Napoli 3,0 Sguardi sulla città di Mariacarla Rubinacci Biblioteca dei Leoni, Castelvetrano Veneto,...
continua...
  Miti napoletani di oggi. 55 IL NUOVO SIMBOLISMO NATALIZIO   di Sergio Zazzera   Sono molte, al mondo, le città che anelano a “toccare il cielo”:...
continua...

Al Teatro Troisi Anna Mazzamauro in “Nuda e cruda”

 

di Antonio Esposito

 

Nel suo nuovo spettacolo in scena al Teatro Troisi, Anna Mazzamauro è accompagnata da una piccola grande e colorata orchestra cantante, danzante e parlante  su musiche di Amedeo Minghi.

Il titolo è illuminante, Anna attrice di grande esperienza, ci invita a spogliarci dei tabù, degli stereotipi, dei brutti ricordi e dei pregiudizi usando l’arma invincibile dell’ironia e del sarcasmo .

Esilarante la performance di Anna trasformata da una tuta color carne in una donna extra-large che fiera della sua ciccia e della sua cellulite si scatena in un ballonzolante strip-tease.

Uno spettacolo multiforme, divertente e al tempo stesso impegnato; Anna  abbandona il cliché dell’autoironia sulla  donna diversamente bella e mostra tutta la sua indiscutibile bravura saltando dalle barzellette iniziali, tanto per rompere il  ghiaccio, alla brillante interpretazione di canzoni dimostrando una verve canora non nota a tutti.  

 Toccanti e indimenticabili i passaggi sulla sofferenza e sulla malattia e quelli dedicati al dolore e alla rabbia delle persone che hanno subito la violenza, la crudeltà, l’oltraggio di altre persone.

La Mazzamauro è  eccellente, diretta, limpida, trasparente, senza schermi protettivi,  in poche parole nuda e cruda.  

 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen