NEWS

Nascita della stazione di Napoli Centrale   di Antonio La Gala   Tutti i napoletani, quelli meno giovani, per esperienza diretta, gli altri,...
continua...
IL "PREMIO CERINO"   (Maggio 2016)
continua...
IO, ROBINSON CRUSOE’   di Luigi Rezzuti   Il naufrago più famoso di tutti i tempi è senza dubbio Robinson Crusoè, che fece naufragio con una nave...
continua...
Spigolature Non Ufo, ma oggetti non identificati   di Luciano Scateni   Per noi, esterni al frenetico evolversi delle tecnologie, l’incipit della...
continua...
Laura L.C. Allori, Per Amore e per (Il Nido del Gheppio edizioni)   di Nicola Garofano   Finalmente esce, con l’edizione indipendente “Il Nido del...
continua...
CHAMPIONS LEAGUE 2018 - 2019   di Luigi Rezzuti   Poteva mai capitare,, una volta tanto, un girone meno impegnativo per la squadra del Napoli di...
continua...
E’ ARRIVATA LA PRIMAVERA   di Luigi Rezzuti   La primavera ha inizio il 21 marzo per finire il 21 giugno. Dopo il maltempo arriva la nuova stagione....
continua...
BOCCA   DI   PIETRA, di   Maria  Cristina  Alfieri   di Luigi Alviggi   Opera d’esordio nel campo letterario dell’Autrice (Milano, 1968) -...
continua...
OEDIPUS     Fisciano, mercoledì 8, ore 15,00, Università degli studi di Salerno, Incontri tra letteratura e matematica presso il Dipartimento di...
continua...
DIANA FRANCO PER IL QUIRINALE   Il dipinto su cristallo, intitolato Terrae Motus, donato dall’artista napoletana Diana Franco al Quirinale, è esposto...
continua...

Solo amici?

 

di Mariacarla Rubinacci

 

Nei salotti televisivi, in alcune rubriche del cuore sulle riviste al femminile, nella domanda appena sussurrata all’orecchio dell’amica, seduta di fronte a una qualsiasi Maria che sta parlando allegramente con un qualsiasi Franco, il tema di dibattito è sempre quello: “Può esistere tra un uomo e una donna un rapporto di amicizia?”.

Il concetto che fa da sfondo (ma che non è detto), si potrebbe riassumere con le parole “stima”, “fiducia”; “seduzione”. Insieme infatti sembrerebbe che non possano sussistere. Persino Lucio Battisti, nel testo di una sua bellissima canzone, ha espresso il dubbio, cantando “…avere te, una donna, per amico…”.

Spesso, la risposta si rivela da sola nella consapevolezza con cui, nella coppia,  i partner, ormai separati, dichiarano di essere rimasti amici con i propri ex. Già, è facile dirlo, perché non forse, ma certamente, la questione sentimentale è risolta e accantonata, è giunta al capolinea . Il lui non deve più fare il macho per sedurre una lei, mentre la lei non si sentirà meno femmina come quando era assillata dal dubbio “forse non mi trova attraente”.

Allora l’essere solo amici per un uomo e una donna, complici, è impossibile?

Invece esiste la possibilità. Permettiamoci anche noi di fare un piccolo salotto di commento, come fossimo seduti davanti a un buon caffè. Tentiamo di esprimere un’opinione che confronteremo con quella di chi ci sta di fronte.

Occorrerebbe non pretendere che venga confermato il proprio valore seduttivo e appoggiare, invece, il rapporto affettivo sull’ascolto delle confidenze, dei racconti di un disagio, subito sul lavoro, della gioia di un successo, raggiunto dopo tanto impegno. Si può stare vicini anche sorretti da scambi di idee e simpatia, proprio come si fa consapevolmente con una persona dello stesso sesso, con il valore aggiunto, però, di confrontarsi attraverso un altro punto di vista. Diventa un capirsi perché liberi dalle complicanze emotive, connesse al rapporto con il partner.   

Concludiamo, dunque, col sottolineare che l’essere solo amica di un uomo, o viceversa, può essere considerato come un’evoluzione spirituale: è sincerità di intenti, è maturità che fa crescere. L’amicizia diventa affinità elettiva, un quasi-amore che durerà nel tempo perché nato non dalla passione della seduzione, bensì dal bisogno di essere compresi senza dover celarsi dietro vari compromessi.

Solo amici? Sì.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen