NEWS

SVEGLIA! Edizioni Spartaco al Salone internazionale del libro di Torino Lingotto Fiere - Dal 18 al 22 maggio Stand J38   Intenso, corposo, amaro: è...
continua...
“ULTIMO TOCCO”   Mercoledì 23 marzo 2016, alle ore 18, nella sede della Fondazione Humaniter (piazza Vanvitelli, 15 - Napoli - I piano, aula 11),...
continua...
Vincenzo Irolli: arte o commercio?    di Antonio La Gala   Vincenzo Irolli (Napoli, 1860 - 1949) scoprì la sua passione per l'arte a diciassette...
continua...
MUTAVERSO TEATRO   Lunedì 26 novembre 2018, alle ore 11,00, nella Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, si terrà la conferenza stampa di...
continua...
NAPOLETANA - Arte turca al CAM   Dal 18 novembre 2017 alle ore 18.00 presso il museo CAM si terrà Napoletana, a cura di Kani Kaya, mostra di 37...
continua...
UNA SORGENTE DI ACQUA DOLCE IN MEZZO AL MARE   di Luigi Rezzuti   Nella splendida costa orientale della Sardegna, tra le splendide calette del Golfo...
continua...
Il calcio mercato del Napoli   di Luigi Rezzuti   E’ appena terminato il campionato che già si parla di calcio mercato. Il Napoli, classificatosi...
continua...
HAMSIK LASCIA NAPOLI PER LA CINA   di Luigi Rezzuti   Il mercato invernale italiano di calcio si era chiuso il 31 gennaio e l’unico movimento per il...
continua...
Miti napoletani di oggi.47 LE PISTE CICLABILI   di Sergio Zazzera   Se dovessi azzardarmi ad affermare che il balcone di casa mia è un palcoscenico...
continua...
Garibaldi arrivò in treno   di Antonio La Gala   L'apertura della prima ferrovia italiana, quella da Napoli a Portici, avvenuta il 3 ottobre del...
continua...

LA TECNOLOGIA RENDE

IL FUMO SICURO ?

SPOPOLA LA SIGARETTA

ELETTRONICA

di Luigi Rezzuti

Che il fumare facesse male alla salute era risaputo. Il fumo intasa i polmoni, aumenta il rischio di enfisema, invecchia precocemente la pelle e nuoce anche a chi sta vicino ad una persona che fuma, inoltre impregna abiti e capelli e rende l’aria irrespirabile.

Appena introdotta in Italia la sigaretta elettronica ha avuto più successo che i tanti avvisi contro il fumo scritti sui pacchetti di sigarette del monopolio.

 Il problema del fumo esiste anche se qualcosa è stata fatta come ad esempio il divieto di fumo nei locali pubblici.

La sigaretta elettronica, si dice, non dovrebbe causare danni  alla salute, può essere fumata in locali quali bar, ristoranti, cinema, teatri e sul posto di lavoro.

Inoltre  può risultare anche un risparmio economico per il fumatore.

Per ora non esistono dati certi in base ai quali dire che queste sigarette rappresentino vantaggi o svantaggi per la salute.

Sul sito delle sigarette elettroniche si legge che esse possono essere considerate una alternativa al fumo del tabacco poiché i componenti cancerogeni sono assenti.

La sigaretta elettronica non emette fumi derivati dalla combustione annullando, così, il rischio di malattie respiratorie.

Prima o poi, però, l’industria del tabacco e lo Stato, che con le sigarette ci guadagnano, ostacoleranno la vendita creando difficoltà per la sua regolamentazione.

L’Istituto superiore di Sanità non esclude che queste sigarette siano nocive perché presentano potenziali livelli di nicotina per i quali non è possibile escludere rischi per la salute. Inoltre sulle confezioni di queste sigarette elettroniche mancano gli effetti dannosi che debbono essere comunicati ai consumatori con apposita dicitura. Tale mancata comunicazione configura, secondo il p.m. torinese, Raffaele Guariniello, il reato di violazione del codice del commercio.

Intanto le sigarette elettroniche sono state già vietate in diversi Stati come : Australia, Brasile, Canada, Thaillandia, Norvegia, Uruguay, Singapore, Turchia e persino in Cina dove sono state inventate nel 2003 e dove si continua a produrle e ad esportarle.

Negli Stati Uniti sono, invece. considerate un prodotto farmaceutico.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen