NEWS

TANTI AUGURI. MARADONA CHE NON TRADISCE   di Peppe Iannicelli   Napoli e Buenos Aires, il Vesuvio ed il Rio de La Plata,  i vicoli del Decumano e le...
continua...
Via Martucci. Una nobile signora d’altri tempi   di Antonio La Gala   L’ampia zona “bene” del Rione Amedeo conserva i segni del suo sviluppo...
continua...
INDRO MONTANELLI, TRA “MONUMENTI” E “FACCETTE NERE”   di Sergio Zazzera   Premetto che con Indro Montanelli ho avuto, da una cinquantina d’anni a...
continua...
Cambiare oggi il futuro   di Mariacarla Rubinacci   Il compagno della vita non c’è più. Nulla sarà come prima. Devo affrontare il futuro. Devo...
continua...
Maggio dei monumenti 2020 a Napoli   a cura di Luigi Rezzuti   Si rinnova il fantastico appuntamento del “Maggio dei Monumenti”, un evento che...
continua...
QUATTRO GIORNI ALL’ELBA   di Luigi Rezzuti   Non è la trama di un film di guerra, se il lettore legge male sostituendo Elba con Alba. È semplicemente...
continua...
CONCERTO DI NATALE - FONDAZIONE CASTEL CAPUANO     (Dicembre 2019)
continua...
Pensieri ad alta voce di Marisa Pumpo Pica   Io ti salverò   Ricordate quel celebre film del 1945, Io ti salverò, diretto dal regista Alfred...
continua...
ATTUALITA' DEL PENSIERO CRITICO DI ROCCO MONTANO (Dicembre 2017)
continua...
Sul Covid 19 - Una brutta storia - L’attacco a Paolo Ascierto   di Marisa Pumpo Pica   Avevamo deciso di non parlare del Covid 19 su questa pagina...
continua...

Fondare biblioteche

FONDARE BIBLIOTECHE

 

di Marisa Pumpo Pica

 

Fondare biblioteche è un po' come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l'inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire (Marguerite Yourcenar)

Ci giungono spesso, da Mariella Ricciardi, frasi e citazioni di grande interesse.

Esse, come le due, pubblicate in precedenza su questo nostro periodico, potrebbero fornire spunti di riflessione ed anche - perché no? - proficue occasioni di dibattito per i lettori che, però, vedo un po' restii ad intervenire...

Forse perché questo nostro giornale, tanto letto e seguito quando veniva pubblicato in formato cartaceo, oggi, nella sua veste on line, ha perduto una piccola fascia di appassionati lettori, poco avvezzi al web, che noi, invece, vogliamospronare a seguirci con l'entusiasmo degli anni passati.  

Forza! Non infervoriamoci solo per il Napoli, ma anche per la cultura, che appare sempre poco valorizzata. 

Per giunta la frase della Yourcenar, riportata da Mariella Ricciardi, mi è giunta proprio in questi giorni in cui la nostra bella Biblioteca circoscrizionale “B. Croce” sembra essere stata “presa d'assalto” per le molte richieste, che forse non potranno tutte essere evase.

Per chi non lo sapesse, ricordiamo che essa è stata trasferita, da diversi anni, da Via Morghen, nei moderni locali di Via Francesco De Mura, 2 bis, per una felice iniziativa del dottor Mario Coppeto, Presidente della V Municipalità Vomero – Arenella. Egli è tra quegli amministratori pubblici che,pur tra lacci ed intralci di regolamenti ed iter burocratici, ancora crede nei valori umani e nella cultura.

Gli chiediamo: “Che sia giunto il momento di  fondarne di nuove, di biblioteche o di pensare ad altri spazi di aggregazione? Solo così sarà possibile sviluppare discorsi culturali, momenti di musica, di poesia, di teatro o presentazioni di libri, divenute ormai quasi impossibili, quanto meno al Vomero, a seguito della chiusura delle nostre migliori librerie. (sulla chiusura dei negozi storici e delle librerie, vedasi l'articolo di Luciano Scateni).

Forza, Napoli! Riprenditi almeno con la cultura. Non lasciarti dissanguare dalla crisi.

Pensiamo a “nuovi granai pubblici” e lottiamo tutti contro “l'inverno dello spirito” che è la condanna peggiore per un essere umano.

Potete far pervenire le vostre riflessioni, al riguardo o su altre tematiche che riterrete di voler affrontare, contattandoci:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le più interessanti saranno pubblicate.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen