NEWS

Spigolature   di Luciano Scateni   Sul ponte di Messina “…lor si daran la mano” Identità di promesse tra Dem e Forza Italia.   Sì, no, se, ma,...
continua...
ALLA REGGIA DI CASERTA COL TRENO REGGIA EXPRESS   di Luigi Rezzuti   Da metà gennaio del 2017, dalla stazione ferroviaria di Napoli Centrale parte...
continua...
CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A   di Luigi Rezzuti   Ormai siamo all’ultimo giro di boa del campionato di calcio di serie A. La Juventus ha già vinto...
continua...
All’asilo dalle suore   di Luigi Rezzuti   Ogni volta che Enrico si trovava davanti a quel muro scrostato, non poteva fare a meno di fermarsi e...
continua...
DIANA FRANCO PER IL QUIRINALE   Il dipinto su cristallo, intitolato Terrae Motus, donato dall’artista napoletana Diana Franco al Quirinale, è esposto...
continua...
LA  FIGLIA  FEMMINA, di Anna Giurickovic Dato   di Luigi Alviggi   Il libro si apre nella città di Rabat ove il padre Giorgio, diplomatico italiano,...
continua...
UNA NOTTE AL CASINO’   di Luigi Rezzuti   Ettore era un vecchio pensionato che percepiva una pensione di 620 euro al mese. Nel tempo, con grossi...
continua...
CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A   di Luigi Rezzuti   Tra una partita e l’altra del campionato di Serie A, tra una partita di Champions League ed...
continua...
Il Papa prega per i giornalisti   di Luciana Alboreto   6 maggio 2020: dalla Cappella di Santa Marta giunge la preghiera del Pontefice ai...
continua...
Sotto le stelle della D’Ovidio Nicolardi   di Annamaria Riccio   A dicembre si è compiuta la manifestazione finale del progetto “Uniti sotto le...
continua...

San Gennaro, pensaci tu

 

di Luigi Rezzuti

 

Che la Juventus fosse, ancora una volta, la squadra da battere, la squadra favorita per aggiudicarsi la vittoria finale e lo scudetto nel campionato 2013-  2014, era da aspettarselo.

Nessuno, invece, si aspettava una partenza a razzo, una partenza straordinaria della Roma, ma, grazie alla splendida forma di capitan Totti,  ha incanalato una serie di vittorie, balzando in vetta alla classifica.

Purtroppo, una volta infortunatosi il capitano, la grinta degli altri calciatori è andata a diminuire facendo perdere alla squadra anche la vetta della classifica.

Il Napoli per questa stagione agonistica si presentava, ai nastri di partenza, completamente rinnovata, sia per il cambio dell’allenatore che per i nuovi calciatori (7/11).

Il merito di Benitez, allenatore di grossa esperienza in campo internazionale, è stato quello di amalgamare subito la rosa dei calciatori, sia nuovi che vecchi, cambiando, inoltre, sistema di gioco con rinnovate tecniche e tattiche di allenamento.

Così. la squadra del Napoli, insieme alla Roma, ha ottenuto un brillante inizio di stagione e vittorie importanti in Champions.

Poi sono arrivati gli infortuni di Huguain, Mesto, Zuniga e Maggio ed il calo fisico di giocatori di livello come Inler ed Hamsik ed ecco i primi pareggi, le prime sconfitte in campionato, che hanno fatto perdere punti in classifica, vedi  Sassuolo, Roma, Juve e Parma ed infine anche Champions, dove bastava un pareggio con il Borussia ed invece siamo stati sconfitti per ben tre reti ad una.

Adesso non resta che una piccolissima speranza per superare il turno: se il Borussia vincerà contro il Marsiglia, cosa non difficile essendo il Marsiglia a zero punti in classifica, il Napoli dovrà assolutamente vincere per tre a zero contro l’Arsenal.

A questo punto non ci sono allenamenti particolari, ritiri strategici, ritorno alla forma iniziale, ma solo un miracolo di San Gennaro. 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen