NEWS

ANTONIO BERTE’ UN ARTISTA CONTEMPORANEO NAPOLETANO   di Luigi Rezzuti   Torre Caselli è un edificio abbandonato, che versa in pessime condizioni in...
continua...
MILLE VOCI PER AMATRICE   di ANNAMARIA RICCIO   Il cuore della D’Ovidio Nicolardi questa volta batte per Amatrice. Un concerto al cinema Plaza lo...
continua...
L’esilio della bellezza   di Gabriella Pagnotta   Qual è il valore del limite oggi? I limiti sono qualcosa da temere, da mantenere, da costruire o da...
continua...
ULTIMISSIME NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI   di Luigi Rezzuti   Quando l’allenatore Sarri lasciò il Calcio Napoli, per andare ad allenare il Chelsea, il...
continua...
Il rovescio della medaglia Lello Lupoli ( 5.10.1918 / 20.5.1995 )     di Romano Rizzo     La figura artistica di Lello Lupoli è nota a tutti gli...
continua...
CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A   di Luigi Rezzuti   Tra una partita e l’altra del campionato di Serie A, tra una partita di Champions League ed...
continua...
MUTAVERSO TEATRO   Lunedì 26 novembre 2018, alle ore 11,00, nella Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, si terrà la conferenza stampa di...
continua...
    Gita sul Vesuvio   di Alfredo Imperatore   Il venir meno al vincolo matrimoniale, da parte di uno dei due coniugi, è una delle cause di addebito...
continua...
CURIOSITÀ   di Alfredo Imperatore   La dea Maia La dea Maia, nella mitologia greca, era la più bella di tutte le Pleiadi, figlia di Atlante e di...
continua...
Calciomercato invernale 2016   di Luigi Rezzuti   Si è concluso, da appena un mese, il girone di andata del campionato italiano di calcio ed è subito...
continua...

VIOLENZA SULLE DONNE

 

di Luigi Rezzuti

 

Più del 70% delle donne ha subito violenza almeno una volta nella vita.

È una piaga della società contemporanea.

La violenza sulle donne non è rappresentata solo da omicidi, stupri ma anche da violenze domestiche, molestie sul lavoro e stalking.

In Italia, dall’inizio del 2013, le vittime di femminicidio sono state circa 130.

“Aprite le porte di casa e denunciate” è stato l’appello di Rosaria Aprea, la miss di Macerata Campania (Caserta), presa a calci dal suo ex compagno.

In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Giorgio Napolitano ha nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Lucia Annibali, l’avvocatessa di Pesaro, sfregiata con l’acido dal suo ex fidanzato.

Il presidente del consiglio, Enrico Letta, ha affermato: “Noi abbiamo deciso in questi mesi di dichiarare guerra alla violenza contro le donne”.

La giornata mondiale contro la violenza sulle donne non si è esaurita solo nell'arco della giornata del 25 novembre ma è continuata con una serie di eventi per convincere le donne a denunciare.

Purtroppo solo una piccola parte di vittime denuncia perché molte, per un errato concetto dell'amore, perdonano. “Sono andata in ospedale, ho detto che era stato mio marito a picchiarmi, ma non l’ho denunciato perché volevo ritornare a casa. Ero convinta di essere io a sbagliarmi. Lui me lo diceva sempre : “Se a me prendono i nervi è colpa tua” ha dichiarato una vittima di violenza.

Altre donne, invece, non denunciano per paura e si chiedono : “Non è che io lo denuncio e poi è peggio?” .

Fortunatamente negli ultimi anni qualcosa è cambiato: per la prima volta le denunce aumentano grazie a nuove leggi e ad una risposta efficace da parte delle istituzioni che cominciano a garantiscono protezione a chi vive nella paura. Strumenti che, dove vengono usati con rigore, stanno portando a risultati positivi.

Solo nel 2012 più  di duemila uomini hanno ricevuto il divieto di avvicinarsi alla compagna. Secondo il ministro degli interni l’80% degli ammonimenti viene rispettato.

 “Oggi le donne italiane sono più tutelate - dice Angelino Alfano – perché abbiamo lavorato per avere maggiori strumenti per punire il reato e  prevenire il fenomeno – e continua – occorre, quindi, impegnarci con forza e insieme per sradicare ogni forma di sopraffazione ed incrementare un'opera di sensibilizzazione ed  azioni educative perché la violenza non è segno di civiltà”.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen