NEWS

SALERNUM WINE FORUM       Un modello previsionale, elaborato da un gruppo di ricercatori, ha stimato i possibili impatti del cambiamento climatico...
continua...
BABBO NATALE   di Luigi Rezzuti   Era una notte fredda, una notte fredda e buia. Gigetto era accoccolato sul davanzale della finestra ad osservare...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   L’iniziativa di  erreteatro, “Mutaverso al tuo Natale, regala il teatro”, che suggerisce a chi è a...
continua...
LA JUVE VINCE LO SCUDETTO   di Luigi Rezzuti   Nel Campionato di calcio italiano non si può andare oltre il secondo posto perché prima di iniziare la...
continua...
XXI edizione del Premio Montale Fuori di Casa  Il riconoscimento a Massimo Gramellini     Queste le motivazioni con cui è stato assegnato il XXI...
continua...
Napoli e il Cinema, una simbiosi in evoluzione   di Marisa Pumpo Pica   Alcuni eventi, verificatisi di recente, hanno fatto battere più forte, in...
continua...
STORIE DI CERAMICA     (Giugno 2018)
continua...
BOCCA   DI   PIETRA, di   Maria  Cristina  Alfieri   di Luigi Alviggi   Opera d’esordio nel campo letterario dell’Autrice (Milano, 1968) -...
continua...
L’ESAME DI TERZA MEDIA   di Luigi Rezzuti   Se per qualcuno di voi l’esame di terza media è stato facile per Francesco, uno scolaro perennemente...
continua...
L’isolotto di Megaride tra mito e realtà   di Luigi Rezzuti   E’ di una decina di giorni fa la notizia che un gruppo di archeologi subacquei si sono...
continua...

CI  LASCIANO  PETER  O’  TOOLE  E  JOAN  FONTAINE

 

di Luigi Rezzuti

 

Il mondo dello spettacolo è in lutto. A distanza di sole ventiquattro ore ci lasciano due grandi attori, due eccezionali interpreti cinematografici : prima Peter O’ Toole all’età di 81 anni, storico interprete di “Lawrence d’Arabia” e, poi Joan Fontaine, aveva 96 anni, indimenticabile musa di Hitchcock e rivale della sorella Olivia de Havilland, anch’ella attrice cinematografica di grande spessore.

Peter O’ Toole, il leggendario attore britannico nato il 2 agosto del 1932, in Irlanda, ha sempre vissuto in Gran Bretagna.  Aveva iniziato il suo percorso artistico nel teatro, come attore shakespeariano, per arrivare al cinema con una carriera sfavillante, collezionando ben otto candidature all’Oscar, come migliore attore protagonista, senza però, vincerne una. L’Academy nel 2003 aveva posto rimedio assegnandogli l’Oscar alla carriera.

O’ Toole si disse onorato ma troppo giovane per quel riconoscimento : “Potrei ancora vincerla davvero quella adorabile statuetta”.

L’ex moglie l’accusò di crudeltà mentale, soprattutto quando cedeva all’alcool. Peter O’ Toole disse : “Ho studiato le donne per moltissimo tempo, mi ci sono impegnato a lungo, ho fatto del mio meglio. Nonostante questo, continuo a non sapere nulla di loro”.

Ci piace ricordare tra i suoi film di successo, “La notte dei generali” in cui interpretò un generale nazista. Annunciò il suo addio al mondo del cinema il 12 luglio del 2012.

Joan Fontaine è nata in Giappone nel 1917. Trasferitasi negli Stati Uniti, insieme alla famiglia, debuttò sul grande schermo nel 1935. Nel 1940 fu chiamata da Alfred Hitchcock per il film “Rebecca, la prima moglie” accanto a Laurence Oliver, un film che le valse la prima nomination all’Oscar.

La vittoria, però, le arrise due anni più tardi con “Suspicion” al fianco di Cary Grant, pellicola distribuita in Italia con il titolo “Sospetto”.

Una carriera segnata dalla collaborazione con Hitchcock, ma l’attrice lavorò anche con altri registi, come : Billy Wilder in “Il valzer dell’imperatore”, Fritz Lang  “L’alibi era perfetto”, Georg Cukor “Donne”, Nicholas Ray “La seduttrice”, Edmund Goulding “Il fiore che non colsi”.

Il mondo del cinema dà loro il suo commosso addio.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen