NEWS

Napoli e il Cinema, una simbiosi in evoluzione   di Marisa Pumpo Pica   Alcuni eventi, verificatisi di recente, hanno fatto battere più forte, in...
continua...
MARISA  PAPA  RUGGIERO, JOCHANAAN   Martedì, 11 aprile, alle ore 17, presentazione del poemetto "Jochanaan",  di Marisa  Papa  Ruggiero, edito da...
continua...
“PROCIDA ‘900”   Martedì 15 maggio 2018, alle ore 17.30, nell’aula “Massimo Della Campa” (4° piano) della Fondazione Humaniter (piazza Vanvitelli, 15 –...
continua...
DIANA FRANCO PER IL QUIRINALE   Il dipinto su cristallo, intitolato Terrae Motus, donato dall’artista napoletana Diana Franco al Quirinale, è esposto...
continua...
Storia del Bambin Gesù di Gallinaro   di Luigi Rezzuti   Le sette sataniche sembrano avere, oggi più di ieri, una  rilevante forza di attrazione in...
continua...
 YOU NO SPEAK AMERICANO ORIGINAL   ARMY CALL TO ARTISTS. ALL ARTISTS ARE INVITED.  CHIAMATA ALLE ARMI PER GLI ARTISTI. TUTTI GLI ARTISTI SONO...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   L’iniziativa di  erreteatro, “Mutaverso al tuo Natale, regala il teatro”, che suggerisce a chi è a...
continua...
Maturità alle porte - Riflessioni di una studentessa   di Irene Del Gaudio   Sono una studentessa. Liceale, ancora per poco. Si avvicina...
continua...
Un gioiellino sconosciuto: S. Maria della Purità dei Notai   di Antonio La Gala   Via Salvator Rosa, dopo l'incrocio con Via Battistello...
continua...
Galleria Salotto Cerino - Pozzuoli “Il golfo di Napoli  tra storia, natura e degrado”   Giovedì, 2 marzo, alle ore 19,  è stata inaugurata la mostra...
continua...

SEGNALIBRO

a cura di Marisa Pumpo Pica

 

IL LIBRO CHE SVELA I MISTERI DELL’APOCALISSE

 

          E' uscito di recente in libreria, per i tipi dell’Editore Guida di Napoli, il libro “Apocalisse. La soluzione dell’enigma”, frutto di un lungo lavoro di ricerca e di studio da parte del suo autore, Federico De Luca. Si tratta di uno studio che esamina, con taglio intrigante, l’ultimo e più misterioso libro della Bibbia che, in soli quattrocentoquattro versetti,  adombra mille misteri.

          Di questo nostro giovane amico, conosciuto nello splendido lido cilentano di Ascea Marina, abbiamo avuto modo di leggere ed apprezzare il libro che, in una veste accurata e scientificamente valida, sta riscuotendo enorme successo, di pubblico e di critica, per la vastità e l'ardua complessita della tematica affrontata.

     Di buon grado pubblichiamo, nel nostro “Segnalibro”, questa breve sintesi, primo, significativo  passo per accostarsi all'opera che sarà, a breve, presentata a Napoli, per iniziativa del Centro di promozione culturale e sociale “Cosmopolis”.

 

          Federico De Luca propone un’interpretazione rivoluzionaria dell’Apocalisse: attraverso una  rigorosa ricostruzione storica e un’attenta rilettura del testo, viene dimostrato che l’ultimo  libro della Bibbia è una profezia errata perché, a differenza di quello che generalmente si crede, non annuncia la fine del mondo per un tempo lontano, di là da venire, ma già per il 71 d. C.

          A questa conclusione si perviene soprattutto in seguito alla soluzione dell’enigma centrale dell’Apocalisse, quello relativo all’identità dei due principali personaggi negativi dell’opera: la Bestia dalle sette teste, che sorge dal mare e spadroneggia su tutto il mondo, pretendendo che nessuno possa comprare o vendere senza avere “il marchio, il nome o il numero del suo nome” ,che è pari a 666, e la Bestia che sorge dalla terra, che ha corna d’agnello e voce di drago ed è servitrice del primo mostro. Nel libro “Apocalisse. La soluzione dell’enigma” viene comprovato che questo “marchio” è il ritratto dell’imperatore Nerone, riportato sulle monete da lui coniate: il ritratto di Nerone, rimanendo impresso nelle mani dei sudditi, che maneggiano le sue monete, sembra volerli marchiare quasi come una sua proprietà.

          Se dunque il personaggio celato dietro al numero 666 appare finalmente identificato, è ora possibile comprendere ogni singola visione ed ogni singolo passaggio dell’Apocalisse ed è altresì possibile penetrare tutti gli altri misteri dell’opera: l’identità dei quattro cavalieri dell’Apocalisse, l’identità dei due testimoni e dei 144.000 segnati, la collocazione dell’Harmaghedon, il luogo in cui si svolgerà lo scontro finale tra il Bene ed il Male, e così via.

          L’intera vicenda narrata appare allora chiara: la Bestia che sorge dal mare è l’impero romano che riceve forza ed autorità direttamente da Satana; la Bestia che sorge dalla terra è l’imperatore al potere, vale a dire Nerone, che accusa ingiustamente i Cristiani di aver appiccato il grande incendio di Roma e li perseguita per la prima volta, arrivando a mettere a morte Pietro, il successore di Cristo, e Paolo, l’apostolo delle genti. E queste persecuzioni, inaudite ed inattese, sembrarono a Giovanni quelle preannunciate da Gesù per il tempo ultimo, per il tempo in cui sarebbe avvenuta la fine del mondo, attesa da Giovanni già per il 71 d.  C.  Per Giovanni, quindi, tutti gli sconvolgimenti celesti ed i flagelli divini, descritti nell’Apocalisse, erano imminenti, come erano imminenti il ritorno di Cristo nella gloria e l’instaurazione del suo regno millenario.

Si tratta di una conclusione clamorosa, che rende il libro “Apocalisse. La soluzione dell’enigma”  un vero e proprio scoop storico-religioso, assolutamente da non perdere, un' occasione per conoscere il testo religioso più affascinante e misterioso, che costituisce un vero e proprio “Codice da Vinci” delle Sacre Scritture.

 

 Federico De Luca (Ascea - SA, 1966), dopo la maturità classica, consegue, nel 1991, la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli.

Dal 1993 è amministratore di una società di intermediazione immobiliare, operante in costiera amalfitana.

E’ un appassionato studioso del Nuovo Testamento di cui ha approfondito la conoscenza frequentando, in qualità di uditore, i corsi della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, con sede in Napoli.

E’ socio aggregato dell’Associazione Biblica Italiana.

Esperto di numismatica antica, collabora alla rivista specialistica “Il giornale della numismatica”.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen