NEWS

Cara  Matera,  ti  scrivo…..               di  Mariacarla Rubinacci   Sono arrivata una mattina di sole, ho bussato alla tua porta, ricordi?, e tu...
continua...
Miti napoletani di oggi. 77 LA “SANT'ORSOLA” DI CARAVAGGIO   di Sergio Zazzera   Fiore all’occhiello della sede napoletana delle “Gallerie...
continua...
PER TOTO'     (Maggio 2017)
continua...
EDICOLE VOTIVE DI NAPOLI   di Luigi Rezzuti   Passeggiando per le strade di Napoli, è possibile contare un vasto numero di “altarini”. Le edicole...
continua...
Come fu creata Eva   di Luigi Rezzuti     Fu tutta colpa della depressione di Adamo, il quale, non essendo contento di trovarsi nel Paradiso...
continua...
UNA ESTATE IN FAMIGLIA   di Peppe Iannicelli   Quando le estati fanciulle finiscono è sempre troppo presto. E raramente abbiamo saputo apprezzarle...
continua...
SALUTE E BENESSERE Nuovi divieti sul fumo   di Luigi Rezzuti    Dal 2 febbraio sono entrate in vigore le nuove norme previste dal decreto legislativo...
continua...
“I De Filippo, il mestiere in scena”. Anteprima mondiale a Napoli.   di Luciana Alboreto   Le storiche sale di Castel dell’Ovo, accolgono dal 28...
continua...
“UN PERCHÉ AL GIORNO TOGLIE LA NOIA DI TORNO”   Giovedì 23 Maggio, ore 18,  Nuovo Teatro Sancarluccio, via San Pasquale, Napoli. Roberto D’Ajello e...
continua...
Estate a Vietri sul Mare   Lunedì 16 luglio: Guglielmo Gugliemi Academic Ensemble Contemporary Jazz Project Martedì 17 luglio: Cleopatra di...
continua...

METROPOLITANA DI NAPOLI – LINEA 6

 

di Luigi Rezzuti

 

La Linea 6 della metropolitana di Napoli fu progettata per i mondiali dell’ ’80 ma nacque sotto cattiva stella. Infatti i lavori appena iniziati con i fondi dell’Unione Europea, della Regione Campania e dello Stato Italiano, in particolare, del Ministero delle infrastrutture, furono sospesi per problemi di natura tecnica.

Il progetto iniziale era previsto come integrato nel sistema metropolitano della città.

Nel 2002 furono ripresi i lavori ma il progetto venne modificato in metropolitana leggera e totalmente sotterranea, un sistema di trasporto rapido e di massa con le caratteristiche della metropolitana classica ad eccezione della portata dei viaggiatori che venne ridotta data la  limitata capacità dei convogli.

L’inaugurazione della prima tratta dalla Mostra a Mergellina avvenne l’11 gennaio 2007 e l’apertura al pubblico il successivo 4 febbraio.

La prima tratta comprendeva le stazioni Mostra, Augusto, Lala, Mergellina, la seconda, ancora in costruzione, è un prolungamento di ulteriori 4 stazioni Arco Mirelli, San Pasquale, Dei Martiri, Plebiscito.

Inoltre, nell’ambito di Bagnoli Futura, è stata prevista una estensione della Linea 6 fino alla Città della Scienza, con le fermate intermedie di Campegna, Acciaieria e Porta del Parco.

A causa della limitata lunghezza, della Linea 6 e alla scarsa sorveglianza nelle stazioni, quei pochi viaggiatori si imbattono quotidianamente in cumuli di rifiuti di ogni genere. Le lastre di vetro della Metro, le scale di accesso, sono continuamente oggetto di atti vandalici, da parte di baby bande.

Alcuni mesi fa gli abitanti della zona, “armati” di scope e palette, ripulirono l’intera area. Nonostante l’installazione all’entrata centrale della stazione Augusto, che recitava “Accesso vietato ai rifiuti”, a tutt’oggi la zona risulta più sporca di prima.

Inciviltà e degrado, dunque, sembrano essere il comune denominatore della Linea 6 che necessiterebbe di una maggiore sorveglianza e di interventi decisivi da parte delle istituzioni.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen