NEWS

CARMINE COLELLA ALL'ASSOCIAZIONE LUCANA     La conferenza verterà su Francesco Mauro, illustre lucano di Calvello (Potenza), di cui si era persa...
continua...
Illustri illustratori: i Matania   di Antonio La Gala   Càpita spesso di incontrare, fra gli artisti figurativi napoletani, vere dinastie. Fra i...
continua...
Miti napoletani di oggi.50 LO SCRITTORE   di Sergio Zazzera   Raccolgo la “provocazione” che mi ha indirizzato, da queste stesse (web-)pagine il...
continua...
LA DIFFICILE VIA DI PAPA BERGOGLIO   di Luigi   Alviggi   Jorge Mario Bergoglio, nato nel 1936, argentino di Buenos Aires, dal 13 marzo 2013 è il...
continua...
Un  nonno con la “fissa” per la caccia   di Luigi Rezzuti   Il  nonno di Marco aveva una sola grande passione, un solo grande capriccio, andare a...
continua...
LABORATORIO PUBBLICO DI POESIA   Mercoledì 1 febbraio 2017 presso la libreria L’Altracittà di Roma, via Pavia, 106 inizio ore 18:00 - termine ore...
continua...
Miti napoletani di oggi.58 IL CORTEO FUNEBRE   di Sergio Zazzera   Un mattino qualsiasi di un giorno qualsiasi, in una strada qualsiasi di un...
continua...
4 e 7 Luglio due appuntamenti da non perdere da IOCISTO, la libreria di tutti, con Silvio Perrella e Marco Cuomo.   Due appuntamenti da non perdere da...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Odio -Amore e nel mezzo Trump Non è vero che l’incredibile Trump rischi il linciaggio politico globalizzato, ma  i...
continua...
LA CAPPELLA DEL BUON CONSIGLIO ALLA “SANTARELLA”   di Sergio Zazzera   L’8 dicembre scorso è stata riaperta al culto, dopo circa quindici anni di...
continua...

BENTORNATI MERCATINI…

 

di Sergio Zazzera

 

Domenica 2 febbraio, chiunque sia passato per piazza Immacolata, nel corso della mattinata, ha trovato una sorpresa: il mercatino della Coldiretti era stato nuovamente allestito.

Un paio di settimane fa scrivevo su questa stessa (web-)pagina una nota, intitolata: Addio mercatini, addio concorrenza, e devo dire che ci credevo, per tutta una serie di ragioni. La prima: il potere contrattuale, in termini di voto, della categoria dei commercianti; la seconda: l’economia del cartello che ha quasi completamente soppiantato quella della concorrenza; la terza: siamo ormai abituati all’idea che nel mondo politico nessuno sia disposto a sconfessare l’azione del proprio simile.

Viceversa, così non è stato: a quanto mi risulta, infatti, l’Amministrazione comunale, forse sollecitata anche dalle firme raccolte con la sottoscrizione “Difendiamo i mercatini”, ha revocato l’ordine di chiusura di questi ultimi, tanto che già uno se n’era svolto, il 26 gennaio scorso, in piazza Quattro Giornate.

Sono sicuro che a essere grate all’Amministrazione comunale per l’iniziativa adottata saranno soprattutto quelle persone e quelle famiglie, che devono fare i conti, non soltanto con l’euro, ma perfino con le sue monete divisionali. Certamente, però, analoga gratitudine sarà espressa anche da quanti, indipendentemente dalla questione economica, si erano abituati a una diversa qualità di prodotti. Bentornati, dunque, i mercatini, e bentornata, con essi, la concorrenza.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen