NEWS

QUATTRO GIORNI ALL’ELBA   di Luigi Rezzuti   Non è la trama di un film di guerra, se il lettore legge male sostituendo Elba con Alba. È semplicemente...
continua...
LA JUVE VINCE LO SCUDETTO IL NAPOLI VINCE LO SCUDETTO DELL’ONESTA’   di Luigi Rezzuti   Pensavamo che calciopoli fosse davvero finita, invece sotto...
continua...
Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   Gli Ipocriti AL TEATRO DIANA     Al teatro Diana, da mercoledì 27 aprile, “Gli Ipocriti” presenta...
continua...
Dottore… caffè?   GIOVEDÍ 03 NOVEMBRE, alle ore 19, da NONSOLOCAFFÈ, Corso Vittorio Emanuele III, 321, Torre Annunziata (NA), Presentazione del libro...
continua...
LA D’OVIDIO NICOLARDI, SCUOLA DI PACE E DI CAMPIONI   di Annamaria Riccio     Un altro anno scolastico si è concluso all’insegna di interessanti...
continua...
Il CAM, il museo anticamorra, dedica una sala a Roberto Saviano a cura di Antonio Manfredi   Nei giorni scorsi, si è svolta, presso il CAM, la...
continua...
CHAMPIONS  LEAGUE “Le vie del Signore sono infinite”   di Luigi Rezzuti   Il Napoli guidato da Sarri è giudicato la migliore squadra che esprime...
continua...
Georges Bataille. Vita, personalità e formazione culturale   di Gabriella Pagnotta   Georges Bataille nasce a Billom nel Puy–de–Dôme il 10 settembre...
continua...
AL MUSEO DUCA DI MARTINA   (Febbraio 2017)
continua...
Miti napoletani di oggi.43 “’O surdato ‘nnammurato”   di Sergio Zazzera   I conflitti bellici sono stati sempre occasione di nascita di canti, dei...
continua...

BENTORNATI MERCATINI…

 

di Sergio Zazzera

 

Domenica 2 febbraio, chiunque sia passato per piazza Immacolata, nel corso della mattinata, ha trovato una sorpresa: il mercatino della Coldiretti era stato nuovamente allestito.

Un paio di settimane fa scrivevo su questa stessa (web-)pagina una nota, intitolata: Addio mercatini, addio concorrenza, e devo dire che ci credevo, per tutta una serie di ragioni. La prima: il potere contrattuale, in termini di voto, della categoria dei commercianti; la seconda: l’economia del cartello che ha quasi completamente soppiantato quella della concorrenza; la terza: siamo ormai abituati all’idea che nel mondo politico nessuno sia disposto a sconfessare l’azione del proprio simile.

Viceversa, così non è stato: a quanto mi risulta, infatti, l’Amministrazione comunale, forse sollecitata anche dalle firme raccolte con la sottoscrizione “Difendiamo i mercatini”, ha revocato l’ordine di chiusura di questi ultimi, tanto che già uno se n’era svolto, il 26 gennaio scorso, in piazza Quattro Giornate.

Sono sicuro che a essere grate all’Amministrazione comunale per l’iniziativa adottata saranno soprattutto quelle persone e quelle famiglie, che devono fare i conti, non soltanto con l’euro, ma perfino con le sue monete divisionali. Certamente, però, analoga gratitudine sarà espressa anche da quanti, indipendentemente dalla questione economica, si erano abituati a una diversa qualità di prodotti. Bentornati, dunque, i mercatini, e bentornata, con essi, la concorrenza.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen