NEWS

ANTONIO BERTE’ UN ARTISTA CONTEMPORANEO NAPOLETANO   di Luigi Rezzuti   Torre Caselli è un edificio abbandonato, che versa in pessime condizioni in...
continua...
Convegno dell’Hortus Magnus ai Canottieri di Salerno: “La natura nell’arte pittorica tra scienza ed etica”    Quest’anno il consueto appuntamento con...
continua...
Miti napoletani di oggi.75 IL PRESEPE   di Sergio Zazzera   Se torno, ancora una volta, sul tema del Presepe, ciò è dovuto, essenzialmente, alla...
continua...
IL PALLINO DELLA GUERRA   di Luigi Rezzuti   Durante la permanenza militare all’ospedale militare, una mattina, arrivò l’ordine di una esercitazione...
continua...
La  Famiglia   di Mariacarla Rubinacci    L’argomento del giorno: la famiglia. Intorno al tema ruotano affannosamente i diritti, i doveri, gli...
continua...
L’ORA  DI  AGATHE di Anne Cathrine Bomann   di Luigi Alviggi   Siamo in un piccolo centro francese, negli anni 40 delsecolo scorso, al termine...
continua...
Parlanno 'e poesia   di Romano Rizzo   Antonino Alonge (Palermo, 20 settembre 1871 - Milano, 13 agosto 1958). Poeta e giornalista, visse a Napoli...
continua...
Miti napoletani di oggi.51 I MERCATINI RIONALI   di Sergio Zazzera   Mimmo Piscopo, Mercatino di Antignano Napoli è tutta un pullulare di...
continua...
Caccia al tesoro   di Luigi Rezzuti   A chi non è mai capitato di non ricordare dove si è conservato un oggetto a cui si è particolarmente...
continua...
CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A   di Luigi Rezzuti   Anche quest’anno il campionato di calcio di Serie A, come in quelli precedenti, lo vincerà ancora...
continua...

AL TEATRO AUGUSTEO “BENVENUTI IN CASA

ESPOSITO”

 

 

Dal 7 al 16 febbraio, alle ore 21, al Teatro Augusteo (piazzetta Duca D’Aosta, Napoli),   TUNNEL PRODUZIONI presenta un progetto di ALESSANDRO SIANI & NANDO MORMONE,  “BENVENUTI IN CASA ESPOSITO”, commedia in due atti di PAOLO CAIAZZO, PINO IMPERATORE E ALESSANDRO SIANI, liberamente tratta dall’omonimo romanzo di Pino Imperatore (Giunti Editore); supervisione artistica: ALESSANDRO SIANI, regia: PAOLO CAIAZZO, aiuto regia: PINO L’ABBATE. Gl’interpreti impegnati nel lavoro sono PAOLO CAIAZZO, LOREDANA SIMIOLI, NUNZIA SCHIANO, SALVATORE MISTICONE, MIMMO ESPOSITO, MARIA ROSARIA VIRGILI, GENNARO SILVESTRO e FEDERICA ALTAMURA, oltre alla voce dell’iguana Sansone, che è quella di GIACOMO RIZZO. Partecipano, inoltre, in video, NELLO IORIO, ALESSANDRO BOLIDE, ROSARIA RUSSO e FLAVIO D’ANDREA; regia video: GIANLUCA ANSANELLI; musiche: FRANK CARPENTIERI; scene: ROBERTO CREA; costumi: MATTIA SARTORIA; make up: CIRO FLORIO.

Questa la trama della commedia: nessuno ha imposto a Tonino Esposito di fare il delinquente. Eppure egli vuole farlo a tutti i costi, anche se è sfigato e imbranato. Perché vuole mostrarsi forte agli occhi di tutti. E perché è ossessionato dal ricordo del padre Gennaro, che prima di essere ucciso è stato un boss potente e riverito nel rione Sanità, a Napoli. Così Tonino, tra incubi e imbranataggini, resta coinvolto in una serie di tragicomiche disavventure che lo portano a scontrarsi con i familiari, con le spietate leggi della criminalità e con il capoclan Pietro De Luca detto ’o Tarramoto, che ha preso il posto del padre. E quando non ce la fa più, quando tutto e tutti si accaniscono contro di lui, va nell’antico Cimitero delle Fontanelle a conversare con un teschio che secondo la leggenda è appartenuto a un Capitano spagnolo. Nel tentativo di riportarlo sulla strada dell’onestà, la capuzzella del Capitano si trasforma in un fantasma e si trasferisce a casa di Tonino. Dalla comica “collaborazione” tra i due nascono episodi esilaranti, che trovano il loro culmine nel periodo in cui Tonino, dopo aver messo nei guai ’o Tarramoto, viene messo agli arresti domiciliari dal capoclan e cade in depressione. Intorno a Tonino, al Capitano e a De Luca si muovono altri personaggi memorabili: Patrizia, moglie di Tonino, donna procace e autoritaria; Gaetano e Assunta, genitori di Patrizia, che si strapazzano di continuo; Manuela, vedova del boss Gennaro, donna dai nobili sentimenti; Tina, giovane figlia di Tonino e Patrizia, che combatte la condotta illegale del padre. In casa Esposito non manca una presenza animalesca: Sansone, un’iguana del genere meditans, che fa da contrappunto a tutti i divertenti momenti della commedia. 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen