NEWS

MOSTRA  “PARADISO E RITORNO”  DI CLARA REZZUTI AL PAN DAL 4 AL 21 MAGGIO 2017   Giovedì 4 maggio nel Loft del Pan (Palazzo delle Arti di Napoli) alle...
continua...
Tra arte e natura. Sabato a Castel Gandolfo   di Luigi Rezzuti   Anche se con notevole ritardo, ho saputo di poter visitare Castel Gandolfo, partendo...
continua...
ALLA REGGIA DI CASERTA COL TRENO REGGIA EXPRESS   di Luigi Rezzuti   Da metà gennaio del 2017, dalla stazione ferroviaria di Napoli Centrale parte...
continua...
“ULTIMO TOCCO”   Mercoledì 23 marzo 2016, alle ore 18, nella sede della Fondazione Humaniter (piazza Vanvitelli, 15 - Napoli - I piano, aula 11),...
continua...
DIANA FRANCO PER IL QUIRINALE   Il dipinto su cristallo, intitolato Terrae Motus, donato dall’artista napoletana Diana Franco al Quirinale, è esposto...
continua...
AL MUSEO DUCA DI MARTINA   (Febbraio 2017)
continua...
TANGO DOWN di Gianluca Durante Caccia all’assassino   di Marisa Pumpo Pica     Presso l'Oratorio dell'Arciconfraternita, a Vietri sul Mare, si è...
continua...
Il valore della formazione   di Gabriella Pagnotta   Questo articolo è rivolto a chi, come me, vive le richieste, da una parte, di una scuola alla...
continua...
Miti napoletani di oggi.44 Labirinto napoletano   di Sergio Zazzera   Il mito classico del labirinto è noto a tutti: l’assatanata Pasifae si lascia...
continua...
 Su e giù con la morte   Sabato 9 aprile ore 18, presentazione del nuovo romanzo di Luciano Scateni - libreria “Io ci sto”, piazza Fuga (accanto...
continua...

CARNEVALE SENZA SCHERZI

CARNEVALE SENZA SCHERZI

 

di Laura Colucci

 

Un’ordinanza del Sindaco ha vietato iniziative atte a festeggiare il Carnevale con modalità non sempre piacevoli.

Molti stanno tirando un respiro di sollievo nell’apprendere la tematica della nuova ordinanza “Disposizioni in materia di pulizia urbana e tutela della pubblica incolumità in occasione del Carnevale 2014”. In ottemperanza a quanto sancito è fatto divieto di: acquistare, vendere e utilizzare bombolette spray emittenti sostanze imbrattanti e urticanti, nonché imbrattare e arrecare danno a persone e cose, assumere comportamenti in luogo pubblico che possano turbare la tranquillità e minare alla salute delle persone. I trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria che va da 200 a 400 euro, oltre alle sanzioni penali,  se applicabili. In caso di danno da parte di minori saranno i genitori o chi esercita la patria potestà a provvedere al pagamento delle stesse.

Negli anni passati si sono consumati diversi episodi sfociati in situazioni spiacevoli ai danni di malcapitate vittime, specie donne. All’uscita da scuola le ragazze difficilmente riuscivano a deviare il bersaglio di briosi maschietti che non poche volte hanno esagerato con atti di bullismo anche verso i più deboli.  Alcuni sfortunati hanno dovuto addirittura ricorrere alle cure del pronto soccorso quando, per i più svariati motivi,  gli scherzi degenerano causando, talvolta, insanabili  conseguenze.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen