NEWS

DELITTO A NEW YORK   di Luigi Rezzuti   Dopo aver letto qualche libro poliziesco, alcuni libri gialli di vari autori e dopo aver visto in TV qualche...
continua...
Ecco i tre vincitori del premio Trivio     di Claudia Bonasi   Ecco i vincitori del premio letterario Trivio 2016. Per la sezione prosa edita vince...
continua...
Estate a Vietri sul Mare   Lunedì 16 luglio: Guglielmo Gugliemi Academic Ensemble Contemporary Jazz Project Martedì 17 luglio: Cleopatra di...
continua...
Caccia al tesoro   di Luigi Rezzuti   A chi non è mai capitato di non ricordare dove si è conservato un oggetto a cui si è particolarmente...
continua...
Discutibili sentenze arbitrali   di Luigi Rezzuti   Ad appena otto giorni dal termine del campionato, il Napoli subisce una sonora sconfitta da...
continua...
NAPOLI CAMPIONE D’INVERNO   di Luigi Rezzuti   Solo per la squadra del Napoli  il 2017 non ha portato sfortuna, anzi ha dimostrato che la forza dei...
continua...
L’ESAME DI TERZA MEDIA   di Luigi Rezzuti   Se per qualcuno di voi l’esame di terza media è stato facile per Francesco, uno scolaro perennemente...
continua...
Il peschereccio   di Luigi Rezzuti   Marco correva veloce con la sua bicicletta. La strada, nel suo ultimo tratto, era in leggera discesa e per...
continua...
PREMIO NAZIONALE DI POESIA “SALVATORE CERINO”   E’ giunto alla XVI  edizione il Premio Nazionale di Poesia “Salvatore Cerino”, che vanta il Patrocinio...
continua...
Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario piazza Dante 44/45, Napoli - Info 081 014 5940    17 maggio ore 18:00 L'incontro è dedicato a due...
continua...

CORIANDOLO A VENEZIA

 

di Mariacarla Rubinacci

 

 

Sui ponti ti incontrai

Farfalla infreddolita

Eri una mascherina

Innamorata della vita.

 

Sulla riva mi parve poi

Di vederti ancora

Correvi, volavi, ballavi

Con le tue ali aperte

 

Il corpo sollevavi

Con le tue scarpine bianche,

sembravi un sogno, mi cullavi

come gondola sui canali.

 

Tra mille, tutti in festa

Mi rifugiai in cerca di realtà

E non ti vidi più farfalla,

non vidi più il tuo volto.

 

All’alba del giorno dopo già non ti pensavo,

poi eccoti, là, in una vetrina,

eri accanto ad un manichino

che col tuo volo d’appresso aveva a sé vicino.

 

                         

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen