NEWS

BABBO NATALE   di Luigi Rezzuti   Era una notte fredda, una notte fredda e buia. Gigetto era accoccolato sul davanzale della finestra ad osservare...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   In uno dei nostri precedenti trafiletti, ci eravamo ripromessi, parlando delle iniziative di...
continua...
LE NAVI DELLA TIRRENIA     (Maggio 2019)
continua...
E’ FINITO IL CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A 2016 – 2017   di Luigi  Rezzuti   Spalletti, allenatore della Roma,  a fine campionato si è ritrovato con...
continua...
L’isolotto di Megaride tra mito e realtà   di Luigi Rezzuti   E’ di una decina di giorni fa la notizia che un gruppo di archeologi subacquei si sono...
continua...
Federico Fellini, realista e visionario, di Luigi Mazzella   di Luigi Alviggi   Il sottotitolo del libro recita: “L’armoniosa complessità di un...
continua...
Il limite infranto   di Gabriella Pagnotta   Georges Bataille, filosofo francese del secolo scorso, illumina il nostro tempo con le sue riflessioni...
continua...
Miti napoletani di oggi.82 I LUOGHI COMUNI   di Sergio Zazzera   Male intendendo il significato della locuzione, nel cortile di un condominio, nei...
continua...
SEGNALBRO   a cura di Marisa Pumpo Pica   Frammenti di vita, di Salvatore Bova, Cosmopolis Edizioni Napoli La lunga consuetudine con la produzione...
continua...
Luigi si comprò un nemico   di Alfredo Imperatore   La storia si svolge a Giugliano, in Campania, negli anni trenta del ventesimo secolo. Il bullismo...
continua...

AL TROISI VALERIA VALERI E PAOLO FERRARI

 


Prosegue fino adomenica 9  marzo al teatro Troisi di Napoli lo spettacolo di A. R. Gurney "Love letters"con Valeria Valeri, Paolo Ferrari e la Compagnia Piccoli per Caso .

Sul palco Andrea Amato ( “ Cuore di neve” , “ L’isola che non c’è “ e “Pinocchio”)  e la giovanissima Veronica Benassi nipote di Valeria Valeri ed Enrico Maria Salerno. I due giovani attori che hanno debuttato insieme quest’anno al teatro Ghione di Roma , interpretano Melissa ed Andy da giovani.

Lo spettacolo curato da Guido Governale e Veruska Rossi, traduzione di Alessandra Serra, replica sabato alle ore 21 e domenica alle ore 18.


“Lettere d’amore” (Love letters) di A.R. Gurney è uno spettacolo diverso e unico: una grande prova teatrale con un testo intramontabile, attualissimo e di grande spessore umano. Questa è la ricetta che permette allo spettacolo di calcare le scene da più di dieci anni nei teatri più importanti d’Italia. La storia racconta il percorso di due vite, dall'infanzia sino alla vecchiaia, attraverso un toccante ed ironico carteggio epistolare.
Melissa e Andy, i protagonisti, si scrivono per tutta la vita rincorrendosi, amandosi, detestandosi, sfuggendosi, perdendosi di vista ma sempre e comunque avendo un fortissimo bisogno l'uno dell'altro.
"Love letters" è costruito su un intenso rapporto epistolare tra un uomo e una donna, attraverso cinquant'anni di storia americana. I protagonisti avevano cominciato a scriversi da bambini, inviandosi bigliettini dai banchi di scuola, una sorta di messaggini ante litteram come per i ragazzi del nostro tempo.
I due hanno un diverso temperamento e una diversa condizione sociale: Andy timido, portato alla riflessione; Melissa, di famiglia ricca, è vivace, dispettosa, fin troppo disinvolta. Prendono vie diverse, ma il carteggio continua a tenere vivo il loro legame. Un legame che dura per tutta la vita, e oltre la vita.
La commedia densa di emozioni, divertimento e grande umanità è stata rappresentata per la prima volta a Broadway nel 1990, riscuotendo grande successo.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen