NEWS

I Cacciottoli   diAntonio La Gala   Questo toponimo denomina sia la Salita, che da Corso Vittorio Emanuele porta al Vomero, sia un'estesa zona...
continua...
GIUSEPPE ANTONELLO LEONE   Giuseppe Antonello Leone, pittore scultore ceramista e poeta, è nato il 6 luglio 1917 a Pratola Serra ed è morto a Napoli...
continua...
Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   Al TEATRO DIANA, DA MERCOLEDI’ 9 NOVEMBRE, ore 21, AGIDI e ENFITEATROpresentano ANGELA FINOCCHIARO e...
continua...
ICEBERG (Ottobre 2016)
continua...
Anno nuovo. Tasse e adempimenti fiscali   di Antonio Esposito   Inizia un nuovo anno, buoni propositi, oroscopo, mille incognite, una sola certezza...
continua...
Per Caterina De Simone Quando un poeta muore   di Marisa Pumpo Pica   Quando un nostro amico o un socio del Centro culturale Cosmopolis, vola...
continua...
CARMINE COLELLA ALL'ASSOCIAZIONE LUCANA     La conferenza verterà su Francesco Mauro, illustre lucano di Calvello (Potenza), di cui si era persa...
continua...
RITROVARSI  A  PARIGI di   Gaito  Gazdanov   Di Luigi Alviggi   Gaito Gazdanov (San Pietroburgo, 1903 – 1971), figlio di un guardaboschi, nel 1920...
continua...
Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   “Cantare alle ossa” è l’ultimo appuntamento che, venerdì 24 maggio, alle ore 21, al Teatro Diana di...
continua...
ANTONIO BERTE’ UN ARTISTA CONTEMPORANEO NAPOLETANO   di Luigi Rezzuti   Torre Caselli è un edificio abbandonato, che versa in pessime condizioni in...
continua...

Al Teatro Troisi Paolo Ferrari e Valeria Valeri in “Lettere

d’amore”

 

Al Teatro Troisi vanno in scena Paolo Ferrari e Valeria Valeri in “Lettere d’amore” (Love Letters) commedia   di   A.  R. Gurney      rappresentata per    la    prima volta a Broadway nel   1990 e  replicata in Italia da oltre dieci anni grazie ad un testo intramontabile, coinvolgente, attuale. Allo spettacolo partecipa la Compagnia de i “Piccoli per caso”   prima compagnia professionale  in Italia formata da ragazzi dagli 11 ai 17 anni fondata dai registi Veruska Rossi e Guido Governale; ogni sera si alternerà in scena  una   coppia di giovani attori che aprirà lo spettacolo e darà  voce ai   due protagonisti da bambini. La scenografia è essenziale, due scrivanie, due sedie per una grande prova teatrale magistralmente interpretata da due superlativi ed  esperti attori. Lo spettacolo racconta la storia di Andy  e   Melissa, profondamente diversi tra loro per carattere e condizione   sociale; Andy e’ riflessivo,  timido a tratti introverso ma al tempo stesso ambizioso  e determinato. Melissa è il suo esatto contrario  ricca, vivace, disinvolta ai limiti dell’irresponsabilità e dell’autolesionismo Ciò che unisce i due personaggi così diversi tra loro  è un costante   rapporto    epistolare nato sui banchi di scuola con scambio di bigliettini,i due  protagonisti nonostante le vicende della vita che li portano a vivere lontano continueranno  a scriversi   sino alla vecchiaia ed oltre la vita stessa; vivranno storie d’amore, si sposeranno, avranno figli e continueranno ancora  a scriversi, Con   le   loro lettere  si rincorreranno, si ameranno e si odieranno ma continueranno sempre ad aver bisogno l’uno dell’altra. Andy intraprenderà la carriera militare e con il passare degli anni approderà prima alla professione legale e poi abbraccerà la carriera politica divenendo senatore, avrà una moglie, dei figli. Melissa diverrà un’artista, sposerà un uomo che non ama e che non la ama, avrà due figlie ma il suo carattere fragile la porterà ad essere preda dell’alcolismo, perderà l’amore delle figlie, la passione per l’arte, il rispetto di se stessa. I due  si     rincontreranno    in  età matura  e capiranno di essersi   sempre amati o almeno ne avranno l’illusione ma   ormai    non potranno più cambiare le loro vite e si perderanno  di nuovo ma continueranno ancora a scriversi; ad una ultima lettera di Andy che chiede ancora a Melissa di incontrarsi non vi sarà risposta;  Melissa muore,  uccisa dai  suoi  fantasmi interiori,   dalle sue paure.  Andy scriverà quindi    una  lettera    alla madre della    sua compagna   di penna  e si illuderà di poter ancora parlare per un’ultima volta con la sua amata.  Lo spettacolo e’ travolgente, emozionante,   il pubblico è rapito in un vortice di contrastanti emozioni. In un atto unico i due protagonisti  raccontano la storia di due ragazzi che crescono, affrontano la vita, diventano adulti, invecchiano, si amano, si detestano, si rincorrono, si sfuggono. Paolo Ferrari e Valeria Valeri sono straordinari, eccelsi, con la  loro  voce seduti alla scrivania creano un’atmosfera magica, rendono visibili i volti dei   personaggi   i luoghi, gli eventi di cinquanta anni di storia americana. Alla fine dello spettacolo il pubblico applaude a lungo. Si lascia la sala con una dolce  malinconica  emozione.

 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen