NEWS

Spigolature   di Luciano Scateni   Sul ponte di Messina “…lor si daran la mano” Identità di promesse tra Dem e Forza Italia.   Sì, no, se, ma,...
continua...
Anno nuovo. Tasse e adempimenti fiscali   di Antonio Esposito   Inizia un nuovo anno, buoni propositi, oroscopo, mille incognite, una sola certezza...
continua...
TANTI AUGURI. MARADONA CHE NON TRADISCE   di Peppe Iannicelli   Napoli e Buenos Aires, il Vesuvio ed il Rio de La Plata,  i vicoli del Decumano e le...
continua...
Pensieri ad alta voce di Marisa Pumpo Pica   Un Natale diverso   Lo vorremmo per tutti. Lo vorremmo per i barboni, costretti troppo spesso a finire...
continua...
Natale alla Nicolardi tra bravura e solidarietà   di Annamaria Riccio   Come ormai è consuetudine, anche quest’anno alla scuola media “D’Ovidio...
continua...
L’ORA  DI  AGATHE di Anne Cathrine Bomann   di Luigi Alviggi   Siamo in un piccolo centro francese, negli anni 40 delsecolo scorso, al termine...
continua...
“Pagine” di Vincenzo Aulitto e Francesco Lucrezi     Mercoledì 13 dicembre 2017 alle ore 17 presso Movimento Aperto, via Duomo  290/c Napoli si...
continua...
Caccia al tesoro   di Luigi Rezzuti   A chi non è mai capitato di non ricordare dove si è conservato un oggetto a cui si è particolarmente...
continua...
SILVIO PERRELLA IN VIAGGIO NELLA LETTERATURA ITALIANA   Alla Feltrinelli di piazza dei Martiri, giovedì 9 giugno dalle ore 18, Silvio Perrella in...
continua...
IL CALCIO NAPOLI INGAGGIA HRVOJE  MILIC   di Luigi Rezzuti   Dopo il mercato di riparazione di gennaio, dove tutte, o quasi, le squadre, sulla carta...
continua...

AL TEATRO TROISI, TORNA SCHETTINO

 

Al teatro Troisi di Napoli Venerdì 4 aprile alle ore 21,00, ritorna Simone Schettino con lo spettacolo “SE TOCCO IL FONDO..SFONDO!!!” . Lo spettacolo replica sabato 5 alle ore 21,00 e domenica 6 aprile alle ore 18.00.

Per diventare "grandi" è necessario entrare nel"piccolo" schermo ??

In questo spettacolo Simone Schettino, pur mantenendo inalterata la forza comica e la centralità dei suoi monologhi,  ha scelto di contestualizzare quest'ultimi e di inserirli in un universo non solo evocato ma rappresentato e scenograficamente riconoscibile: il mondo della televisione; un mondo avido ma al contempo ricco di suggestioni e promesse che attira nella sua orbita Simone, nei panni di un talentuoso ma sconosciuto aspirante comico napoletano, protagonista per una sera della trasmissione televisiva "UNO QUALUNQUE". Il programma, a metà tra il talent show, il talk e il reality, è un tritacarne che macina uomini e sentimenti, dosa sapientemente crudeltà e buonismo, si insinua in maniera subdola nel privato degli ignari concorrenti e quando questo non è sufficientemente degradante ne costruisce uno fittizio.

Tutto va bene pur di conquistare l'audience. Un'arena mediatica, dove vengono sacrificati gli ignari concorrenti dati in pasto a un pubblico televisivo sempre più vorace e incolto, un gioco al massacro nel quale suo malgrado si fa coinvolgere Simone. Pur di raggiungere l'ambito contratto messo in palio dalla Rete, il protagonista accetta di impersonare il peggiore cliché del personaggio volgare furbo e disonesto.

Si presta così alle manipolazioni dello spregiudicato ed egocentrico presentatore che gli cuce addosso  un passato fatto di  abbandono malcostume e degrado.

Se il successo è il premio, la dignità è il prezzo che il protagonista accetta di pagare, non solo la sua ma anche quella della sua città, della sua gente, dei suoi amici della sua famiglia. Pur di "sfondare", è pronto a toccare il fondo, ma saprà fermarsi prima di "iniziare a scavare"?

Il nuovo spettacolo di Simone Schettino non si limita a mettere alla berlina il mondo della televisione ma anche lo stereotipo culturale napoletano che, nonostante l'avanzare del tempo, rappresenta per molti una via d'uscita grandiosa e consolatoria. Il tutto in chiave puramente comica e dissacrante.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen