NEWS

IO, ROBINSON CRUSOE’   di Luigi Rezzuti   Il naufrago più famoso di tutti i tempi è senza dubbio Robinson Crusoè, che fece naufragio con una nave...
continua...
Parlanno ’e poesia 5   di Romano Rizzo   EPIFANIO ROSSETTI è stato, senza dubbio, una delle figure preminenti della poesia napoletana...
continua...
LA CASA DI TOTO’ CADE A PEZZI   di Luigi Rezzuti   Scatta di nuovo l’allarme a Napoli: la casa in cui visse Totò sta cadendo a pezzi. L’allarme...
continua...
È finito il campionato di calcio   di Luigi Rezzuti   Adesso parliamo del Napoli. Un finale, che non avremmo mai voluto raccontare, si è...
continua...
Da Nicola Garofano Riceviamo e pubblichiamo   Cardinal Cafè & Champagne apre le porte al pubblico con sapori internazionali Il Cardinal non...
continua...
Progetto di marchio d’area “Valle di Suessola”   Entra nella fase operativa il progetto di marchio d’area “Valle di Suessola” promosso dall’Associazione...
continua...
Premio nazionale di poesia “Salvatore Cerino”   È giunto alla XIX   edizione il Premio Nazionale di Poesia “Salvatore Cerino”, che vanta il patrocinio...
continua...
MOTOCICLETTE CON SIDECAR   di Luigi Rezzuti   Le origini della motocarrozzetta risalgono alla fine del XIX secolo, quando un ufficiale dell’esercito...
continua...
Il mandato   di Alfredo Imperatore   Che cosa è un mandato? Un contratto con cui una persona (mandatario) si obbliga a compiere una o più attività di...
continua...
LINO BANFI   di Luigi Rezzuti   Pasquale Zagaria, in arte Lino Banfi, nasce il 9 luglio del 1936 ad Andria, in provincia di Bari. A quindici anni...
continua...

UN QUARTIERE CHE CHIUDE: CARO FITTI E CRISI ECONOMICA

di Luigi Rezzuti

 


Negli ultimi anni, al Vomero, circa 140 negozi ad uso commerciale hanno chiuso, in seguito al caro fitti e alla crisi economica.

Passeggiando per il Vomero tra via Luca Giordano, Via Scarlatti, via Merliani, Via Kerbaker saltano agli occhi i numerosissimi esercizi commerciale chiusi.

L’elenco sarebbe lungo. Hanno iniziato prima i negozi storici seguiti poi da altri.

 Chi non ricorda, tra questi, il negozio di articoli da regalo “Frezzetti”, la gelateria “Otranto”, il bar “Bristol”,”Eldo” il megastore di elettronica, “Bourbage” negozio di abbigliamento, in via Scarlatti un noto centro di telefonia e uno storico giocattolaio.

Oltre alla chiusura di luoghi di incontri culturali come la libreria Guida dopo circa 40 anni di attività in via Merliani, la libreria Loffredo in via Kerbaker, la libreria Internazionale, in via Scarlatti anche quella del cinema Arcobaleno.

Ultima attività commerciale ad abbassare la saracinesca, pochi giorni fa, dalla sera alla mattina, è stata un’ accorsata vineria in via Morghen.

Oggi i locali sfitti trovano solo affittuari di centri scommesse, sale slot, piccoli bar, temporary store, ristoranti condotti da persone non meglio identificate.

Per non veder morire un intero quartiere come il Vomero, una soluzione potrebbe essere rappresentata dall’intervento della Regione per diminuire le tasse sugli immobili commerciali, infatti, la Regione Campania aprirà un tavolo di confronto con i commercianti “superstiti” e gli imprenditori del Vomero come annunciato dall’assessore alle attività produttive Fulvio Martusciello. Il presidente Stefano Caldoro ha aggiunto : “ La disponibilità della Regione, per quanto di nostra competenza e per le azioni che possiamo sollecitare, è immediata”.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen