NEWS

Miti napoletani di oggi.56 IL BUGNATO DEL GESU' NUOVO   di Sergio Zazzera   La storia della trasformazione del Palazzo Sanseverino nella chiesa del...
continua...
Miti napoletani di oggi.51 I MERCATINI RIONALI   di Sergio Zazzera   Mimmo Piscopo, Mercatino di Antignano Napoli è tutta un pullulare di...
continua...
Credenze napoletane (1) Riti e superstizioni   di Alfredo Imperatore   Se c’è una credenza che accomuna tutte le persone, nei vari angoli della...
continua...
TANTI AUGURI. MARADONA CHE NON TRADISCE   di Peppe Iannicelli   Napoli e Buenos Aires, il Vesuvio ed il Rio de La Plata,  i vicoli del Decumano e le...
continua...
 La grande Illusione   di Alfredo Imperatore   Marx ed Engels hanno formulato una dottrina che rappresenta l’evangelo dei “protestanti...
continua...
Invisibili in una classe separata   di Antonio La Gala   Il Vomero visse il ventennio fascista né più né meno di come lo visse il resto della città,...
continua...
IL BUSINESS DEL “COCCO BELLO”   di Luigi Rezzuti   Come in ogni stagione estiva, le spiagge della nostra penisola sono invase da venditori ambulanti...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Diritti negati Corrado Augias, prestigioso giornalista e scrittore non credente, coltiva l’interesse per la...
continua...
Miti napoletani di oggi.58 IL CORTEO FUNEBRE   di Sergio Zazzera   Un mattino qualsiasi di un giorno qualsiasi, in una strada qualsiasi di un...
continua...
CHAMPION’ S  LEAGUE   di Luigi Rezzuti   L’urna di Nylon ha estratto proprio una grande squadra come il  Real Madrid da opporre al Napoli. Certo non...
continua...

COPPA DAVIS: L’ITALIA IN SEMIFINALE

 

di Luigi Rezzuti

 

Dopo il risultato positivo, al primo turno, dell’Italia  contro l’Argentina per 3 – 1 alla Coppa Davis, la squadra di Barazzutti, composta da Fabio Fognini, numero 13 al mondo, Andreas Seppe, Simone Bolelli, Paolo Lorenzi e la riserva Gianluigi Quinzi, ha sfidato, ai quarti di finale, la Gran Bretagna di Andy Murray, attuale numero 8 del mondo insieme a James Ward e Flemming.

Nella splendida cornice del  lungomare di Napoli, la nazionale italiana maschile di tennis ha battuto quella del Regno Unito qualificandosi alla semifinale di Coppa Davis.

La vittoria decisiva è stata  quella di Andreas Seppi contro James Ward nell’ultima partita, ma il merito della qualificazione è soprattutto di Fabio Fognini che ha battuto in tre set il britannico Andy Murray, uno dei quattro migliori tennisti al mondo insieme a Rafael Nadal, Novak Djokovia e Roger Federer.

Corrado Barazzutti, prima  della tre giorni di Coppa Davis, ha dichiarato : “Siamo leggermente favoriti”, la stampa inglese e quella italiana è stata anch’essa concorde e in sintonia con Barazzutti.  Insomma l’Italia era la squadra da battere.

Fabio Fognini,  dopo la prestigiosa  vittoria contro Murray ha detto : “Dopo la sconfitta nel doppio, avevo promesso che ci avrei messo la faccia, l’ho fatto, come sempre. Questa è senza dubbio una delle mie vittorie più belle in Coppa Davis. Lui

sembrava stanco, soprattutto al servizio. Ho cercato di rimanere concentrato sul mio gioco e di esprimere il mio tennis migliore. All’inizio non sentivo bene la palla ma sono riuscito a restare concentrato, nel doppio non ce l’avevo fatta. Ci ho sempre creduto, ma mai avrei pensato ad un 3 – 0 a mio favore, spero che siano più i miei meriti che i suoi demeriti. Questo tipo di partite mi sono sempre piaciute, ho cercato di rimanere il più tranquillo possibile”.

Alla fine del match è arrivato l’abbraccio collettivo del gruppo azzurro sulle note di “ ‘O Surdato ‘Nammurato.”

Risale al 1998 l’ultima apparizione dell’Italia tra le prime quattro al mondo, la semifinale si giocherà a settembre, l’avversario degli azzurri sarà la nazionale di tennis svizzera.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen