NEWS

Laura L.C. Allori, Per Amore e per (Il Nido del Gheppio edizioni)   di Nicola Garofano   Finalmente esce, con l’edizione indipendente “Il Nido del...
continua...
IL CALCIO NAPOLI INGAGGIA HRVOJE  MILIC   di Luigi Rezzuti   Dopo il mercato di riparazione di gennaio, dove tutte, o quasi, le squadre, sulla carta...
continua...
L’intervista   di Marisa Pumpo Pica   Enjoy the Void e il suo album d’esordio “Our Garden”     Si fa strada, nel panorama musicale di questi...
continua...
Tra arte e natura. Sabato a Castel Gandolfo   di Luigi Rezzuti   Anche se con notevole ritardo, ho saputo di poter visitare Castel Gandolfo, partendo...
continua...
Al Festival Ethnoi “La Banda della Ricetta” in concerto   di Claudia Bonasi   Si è appena chiuso “Ethnoi” - Festival delle culture del mondo e delle...
continua...
IL MIRACOLO DI SAN GENNARO di Henry Weedall   di Luigi Alviggi   Maurizio de Giovanni, prefatore, sottolinea la differenza tra sentimento religioso...
continua...
Pensieri ad alta voce di Marisa Pumpo Pica Fra detti e dirette   Un giorno festivo, dopo pranzo, ore 15, accendo il televisore e su Rai 3 si trasmette...
continua...
SALERNUM WINE FORUM       Un modello previsionale, elaborato da un gruppo di ricercatori, ha stimato i possibili impatti del cambiamento climatico...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   L’ottimismo si chiama Apple Indossa il giacchino blu di metalmeccanico, stinto dalla fatica, sbiadita la scritta...
continua...
Livia Carandente, Quanti figli hai? Quando l’attesa di un bebè dura più di nove mesi (Tau Editrice)   di Luciana Alboreto   A come Amore. Amore come...
continua...

1° MAGGIO

1° MAGGIO 2014, FESTA DEL LAVORO

 

di Luigi Rezzuti

 


La Festa del lavoro o festa dei lavoratori nasce a Roma il 1° maggio di fine Ottocento.

In quell’occasione la città fu pattugliata da poliziotti, carabinieri, corpi dell’esercito e squadroni di cavalleria.

Durante il fascismo, Mussolini abolì questa festa. Si tornò a festeggiarla a Roma solo dopo la guerra, il primo maggio del 1945.

La Cgil e la  Uil  la celebravano mentre la Cisl preferiva farlo in occasione della festività di S.Giuseppe lavoratore, il 19 marzo.

Solo nel 1970 le principali sigle sindacali tornarono a festeggiare tutti insieme la ricorrenza.

Quest’anno la festa del lavoro cade di giovedì per cui sarà possibile programmare un ponte abbastanza lungo.

Giornata di festa, questa, ma anche di riflessione, con cortei e manifestazioni in tutte le piazze italiane, per ribadire il diritto di ognuno al lavoro.

A Roma il “concertone” romano del 1° maggio, che si rinnova da 14 anni in piazza San Giovanni, con la partecipazione di diversi gruppi musicali italiani e internazionali. L’evento è trasmesso dalla Rai.

Questa festa è riconosciuta in molte nazioni del mondo ma non in tutte, in concomitanza con la Festa del Lavoro tutti i musei e i siti archeologici restano aperti, spesso anche di notte.

In Italia il mese di maggio è destinato alla cultura e sono numerose le iniziative volute dal ministero per i Beni e le Attività Culturali.

A Caserta sarà regolarmente aperta la Reggia per visitare gli appartamenti storici, la pinacoteca, la quadreria e la collezione di arte contemporanea “Terrae Motu”.

Complice la primavera e la voglia di non restare a casa, molti italiani trascorreranno la giornata facendo una gita fuori porta e un pic-nic all’aria aperta.

Tasche permettendo, il 1° maggio sarà per molti anche un’opportunità per scoprire i borghi più belli d’Italia, gli angoli più sperduti in cui il tempo sembra essersi fermato.

Gettonatissimi i borghi medioevali, preferibilmente abbandonati, i paesi fantasma dove non vive più nessuno.

Che sia al mare o in montagna poco importa. E’ sempre la scelta giusta per festeggiare il 1° maggio con allegria e tra amici, ma soprattutto se il sole splende, non c’è occasione migliore per il primo bagno di mare.

(Maggio 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen