NEWS

Premio nazionale di poesia “Salvatore Cerino”   È giunto alla XIX   edizione il Premio Nazionale di Poesia “Salvatore Cerino”, che vanta il patrocinio...
continua...
Incontri tra letteratura e matematica   Fisciano, mercoledì 8, ore 15,00, Università degli studi di Salerno, Incontri tra letteratura e...
continua...
Europa League 2019   di Luigi Rezzuti   Ogni speranza di vincere lo scudetto, stagione 2018 – 2019, è ormai perduta e questo non perché la vittoria...
continua...
AMERICA’S  CUP SENZA LUNA ROSSA   di Luigi Rezzuti   “Nello  sport come nella vita, non si può ricorrere sempre al compromesso del compromesso” dice...
continua...
I Cacciottoli   diAntonio La Gala   Questo toponimo denomina sia la Salita, che da Corso Vittorio Emanuele porta al Vomero, sia un'estesa zona...
continua...
PRIMIZIE DI CALCIO MERCATO   di Luigi Rezzuti   Non è ancora terminato il campionato di calcio di Serie A, nè tanto meno siamo vicini alle date...
continua...
BABBO NATALE   di Luigi Rezzuti   Era una notte fredda, una notte fredda e buia. Gigetto era accoccolato sul davanzale della finestra ad osservare...
continua...
NATALE A NAPOLI   di Luigi Rezzuti   Natale è alle porte e,  come ogni anno, si pone il dilemma: albero di Natale, con i suoi lampioncini, i nastri,...
continua...
L’abbandono dei Vergini   di Antonio La Gala   I quartieri napoletani compresi fra via Foria e le alture di Capodimonte sono nati come borghi abusivi...
continua...
 SPIGOLATURE   di Luciano Scateni   I “no” degli omofobi   Il becero ribellismo della Lega Nord carica Salvini di odio sociale e non ci vuole il...
continua...

IL MIRACOLO DI SAN GENNARO

 

di Luigi Rezzuti

 


La tradizione religiosa vuole che San Gennaro sia stato decapitato, in conseguenza delle persecuzioni contro i Cristiani, presso la Solfatara di Pozzuoli. Una parte di sangue sarebbe stata raccolta da una fedele in due ampolle, poi custodite nel Duomo di Napoli.

Il miracolo dello scioglimento si compie tre volte l’anno, il sabato precedente la prima domenica di maggio, il 19 settembre e il 16 dicembre.

Lo scioglimento è un segno di buoni auspici. Infatti, quando ciò non avviene è interpretato come profezia malefica.

In concomitanza con lo scioglimento del sangue contenuto nelle ampolle, anche la pietra del Santuario di Pozzuoli si tingerebbe di rosso, davanti agli sguardi di centinaia di fedeli.

Questo fenomeno è oggetto di studio sia per i fedeli che per gli scettici, da un lato c’è da  dimostrare l’esistenza del miracolo e dall’altro gli scettici vogliono, invece, smontarlo.

C’è chi afferma che il sangue coagulato non si può sciogliere, specialmente a distanza di secoli, e parlano di sostanze che possono passare da solide a gelatinose e liquide. Quindi, se nelle ampolle ci fosse vero sangue umano, farlo sciogliere sarebbe un’impresa impossibile.

Chi ha ragione? I fedeli che credono nel miracolo o gli scettici, studiosi, scienziati e ricercatori che, dalla prima liquefazione, avvenuta nel 1389, si sono sbizzarriti nello scrivere su questo insolito fatto?

Fino ad oggi, però, nessuno è riuscito a trovare la soluzione del mistero facendo, così, fiorire numerose leggende e supposizioni.

Comunque domenica, 4 maggio, l’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, ha annunciato il miracolo davanti ad una folla di fedeli e turisti, accorsi nel Duomo per assistere all’evento.

(Maggio 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen