NEWS

UNA ESTATE IN FAMIGLIA   di Peppe Iannicelli   Quando le estati fanciulle finiscono è sempre troppo presto. E raramente abbiamo saputo apprezzarle...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   La Cenerentola azzurra Non è la prima volta e temo che non sia l’ultima. La redazione sportiva di Repubblica deve...
continua...
Miti napoletani di oggi.68 L’attesa del mezzo di trasporto   di Sergio Zazzera   La scena si ripete tutti i giorni, anche più volte nella stessa...
continua...
MOSTRA  “PARADISO E RITORNO”  DI CLARA REZZUTI AL PAN DAL 4 AL 21 MAGGIO 2017   Giovedì 4 maggio nel Loft del Pan (Palazzo delle Arti di Napoli) alle...
continua...
MONDIALI DI CALCIO 2018   di Luigi Rezzuti   Dal 14 giugno al 15 luglio, trentadue giorni di sfida tra 32 squadre nazionali di ogni continente,...
continua...
“PROCIDA ‘900”   Martedì 15 maggio 2018, alle ore 17.30, nell’aula “Massimo Della Campa” (4° piano) della Fondazione Humaniter (piazza Vanvitelli, 15 –...
continua...
Il CAM, il museo anticamorra, dedica una sala a Roberto Saviano a cura di Antonio Manfredi   Nei giorni scorsi, si è svolta, presso il CAM, la...
continua...
LARGO O PIAZZA?   di Antonio La Gala     Spesso nel leggere cose della Napoli antica ci imbattiamo in denominazioni stradali che ci lasciano...
continua...
“ULTIMO TOCCO”   Mercoledì 23 marzo 2016, alle ore 18, nella sede della Fondazione Humaniter (piazza Vanvitelli, 15 - Napoli - I piano, aula 11),...
continua...
 Le biblioteche napoletane   di Antonio La Gala     Per capire come e quando le attuali biblioteche napoletane sono sorte non si può prescindere...
continua...

IL MIRACOLO DI SAN GENNARO

 

di Luigi Rezzuti

 


La tradizione religiosa vuole che San Gennaro sia stato decapitato, in conseguenza delle persecuzioni contro i Cristiani, presso la Solfatara di Pozzuoli. Una parte di sangue sarebbe stata raccolta da una fedele in due ampolle, poi custodite nel Duomo di Napoli.

Il miracolo dello scioglimento si compie tre volte l’anno, il sabato precedente la prima domenica di maggio, il 19 settembre e il 16 dicembre.

Lo scioglimento è un segno di buoni auspici. Infatti, quando ciò non avviene è interpretato come profezia malefica.

In concomitanza con lo scioglimento del sangue contenuto nelle ampolle, anche la pietra del Santuario di Pozzuoli si tingerebbe di rosso, davanti agli sguardi di centinaia di fedeli.

Questo fenomeno è oggetto di studio sia per i fedeli che per gli scettici, da un lato c’è da  dimostrare l’esistenza del miracolo e dall’altro gli scettici vogliono, invece, smontarlo.

C’è chi afferma che il sangue coagulato non si può sciogliere, specialmente a distanza di secoli, e parlano di sostanze che possono passare da solide a gelatinose e liquide. Quindi, se nelle ampolle ci fosse vero sangue umano, farlo sciogliere sarebbe un’impresa impossibile.

Chi ha ragione? I fedeli che credono nel miracolo o gli scettici, studiosi, scienziati e ricercatori che, dalla prima liquefazione, avvenuta nel 1389, si sono sbizzarriti nello scrivere su questo insolito fatto?

Fino ad oggi, però, nessuno è riuscito a trovare la soluzione del mistero facendo, così, fiorire numerose leggende e supposizioni.

Comunque domenica, 4 maggio, l’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, ha annunciato il miracolo davanti ad una folla di fedeli e turisti, accorsi nel Duomo per assistere all’evento.

(Maggio 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen