NEWS

Il valore della formazione   di Gabriella Pagnotta   Questo articolo è rivolto a chi, come me, vive le richieste, da una parte, di una scuola alla...
continua...
LABORATORIO PUBBLICO DI POESIA   Mercoledì 1 febbraio 2017 presso la libreria L’Altracittà di Roma, via Pavia, 106 inizio ore 18:00 - termine ore...
continua...
Miti napoletani di oggi.61 IL "DIVARIO TRA LE CLASSI SOCIALI"   di Sergio Zazzera     Mai come a Napoli si è fatto registrare in maniera tanto...
continua...
Laura L.C. Allori, Per Amore e per (Il Nido del Gheppio edizioni)   di Nicola Garofano   Finalmente esce, con l’edizione indipendente “Il Nido del...
continua...
Parlando di chi è poeta   di Romano Rizzo (13)   Spesso mi sono chiesto che cosa ha di diverso dagli altri chi scrive poesie o ama profondamente...
continua...
Tra arte e natura. Sabato a Castel Gandolfo   di Luigi Rezzuti   Anche se con notevole ritardo, ho saputo di poter visitare Castel Gandolfo, partendo...
continua...
Spigolature Non Ufo, ma oggetti non identificati   di Luciano Scateni   Per noi, esterni al frenetico evolversi delle tecnologie, l’incipit della...
continua...
Un gioiellino sconosciuto: S. Maria della Purità dei Notai   di Antonio La Gala   Via Salvator Rosa, dopo l'incrocio con Via Battistello...
continua...
BABBO NATALE   di Luigi Rezzuti   Era una notte fredda, una notte fredda e buia. Gigetto era accoccolato sul davanzale della finestra ad osservare...
continua...
I Cacciottoli   diAntonio La Gala   Questo toponimo denomina sia la Salita, che da Corso Vittorio Emanuele porta al Vomero, sia un'estesa zona...
continua...

MINORI DA TUTELARE

 

di Annamaria Riccio

 

Dalla cronaca, fatti sconcertanti portano alla ribalta problematiche inerenti la tutela e la salvaguardia della privacy, prevalentemente rivolta ai minori.

Per “diritti dei minori” si intendono quell’insieme di condizioni atte a creare uno sviluppo equilibrato e uno stato di benessere per consentire l’idoneo percorso ai giovani. Ed ecco che la presenza di figure parentali e professionali sono responsabilmente coinvolte affinché  queste condizioni vengano rispettate. Per consentire ciò, è necessario accompagnare i piccoli protagonisti, seguendoli in parallelo: guardando con gli stessi occhi in modo da pensare allo stesso modo ed essere pronti a salvaguardare i loro diritti. Purtroppo la maggior parte delle insidie è nella rete: diventa quindi indispensabile presidiare questa realtà, parlando la loro lingua in modo da interagire con gli strumenti informatici. Per questo i Corecom nazionali e regionali, dedicano particolare attenzione  al rapporto tra media e minori, promuovendo ricerche, indagini e progetti educativi, atti a favorire un uso consapevole e critico dei mezzi di comunicazione. Allo stesso modo, guardando dal lato dell’informazione, sono sempre più restrittive le norme deontologiche che tendono a proteggere i minori dall’attacco mediatico: l’ordine dei giornalisti richiama gli iscritti al corretto uso dell’etica nel diffondere la notizia, impedendo qualsiasi dettaglio che possa far risalire all’identità dei piccoli, coinvolti in vicende di cronaca. I mezzi di comunicazione procedono a macchia d’olio, con notevoli difficoltà anche nel seguire il percorso della notizia, che non sempre è filtrata. In questo, solo un uso competente e consapevole di Internet può circoscrivere un fenomeno dilagante che tende a penalizzare la categoria dei più deboli.

(giugno 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen