NEWS

Andiamo a teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   Al Teatro Trianon Viviani di Napoli Zappatore Tiziana De Giacomo in scena con Francesco Merola - Regia...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Esilio II Stagione Mutaverso Teatro   Venerdì, 17 marzo, all’Auditorium del Centro Sociale di...
continua...
Miti napoletani di oggi.57 LA "CASA DI TONIA"   di Sergio Zazzera   Dal 2010, al civico n. 12-g di via Santa Maria degli Angeli alle Croci, a...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Diritti negati Corrado Augias, prestigioso giornalista e scrittore non credente, coltiva l’interesse per la...
continua...
IO E FRANCESCO   di ANNAMARIA RICCIO   A chi non è simpatico? Sentito parlare male del papa? Mai. Chiunque vorrebbe conoscerlo. Da quando si...
continua...
OPERAZIONE SAN GENNARO   di Sergio Zazzera     Non è del film di Dino Risi che intendo occuparmi, bensì della recente vicenda del decreto del...
continua...
Ferdinando aveva due Sicilie   di Antonio La Gala   Perché i Borbone erano re di Due Sicilie, visto che esiste una sola Sicilia? Per capirlo...
continua...
 Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica    Mutaverso Teatro Al Giullare "Nella gioia e nel dolore"   Al teatro “Il Giullare” (via Vernieri,...
continua...
SEGNALIBRO   a cura di Marisa Pumpo Pica   Le stagioni di una vita di Emilia Menini e Guido Parmegiani Cosmopolis Edizioni Napoli   Questo...
continua...
SPIGOLATURE   di Luciano Scateni   Effetto infestante dei migranti Ecco l’incipit di questa nota: la gramigna, la parietaria, i trifogli, invadono i...
continua...

MINORI DA TUTELARE

 

di Annamaria Riccio

 

Dalla cronaca, fatti sconcertanti portano alla ribalta problematiche inerenti la tutela e la salvaguardia della privacy, prevalentemente rivolta ai minori.

Per “diritti dei minori” si intendono quell’insieme di condizioni atte a creare uno sviluppo equilibrato e uno stato di benessere per consentire l’idoneo percorso ai giovani. Ed ecco che la presenza di figure parentali e professionali sono responsabilmente coinvolte affinché  queste condizioni vengano rispettate. Per consentire ciò, è necessario accompagnare i piccoli protagonisti, seguendoli in parallelo: guardando con gli stessi occhi in modo da pensare allo stesso modo ed essere pronti a salvaguardare i loro diritti. Purtroppo la maggior parte delle insidie è nella rete: diventa quindi indispensabile presidiare questa realtà, parlando la loro lingua in modo da interagire con gli strumenti informatici. Per questo i Corecom nazionali e regionali, dedicano particolare attenzione  al rapporto tra media e minori, promuovendo ricerche, indagini e progetti educativi, atti a favorire un uso consapevole e critico dei mezzi di comunicazione. Allo stesso modo, guardando dal lato dell’informazione, sono sempre più restrittive le norme deontologiche che tendono a proteggere i minori dall’attacco mediatico: l’ordine dei giornalisti richiama gli iscritti al corretto uso dell’etica nel diffondere la notizia, impedendo qualsiasi dettaglio che possa far risalire all’identità dei piccoli, coinvolti in vicende di cronaca. I mezzi di comunicazione procedono a macchia d’olio, con notevoli difficoltà anche nel seguire il percorso della notizia, che non sempre è filtrata. In questo, solo un uso competente e consapevole di Internet può circoscrivere un fenomeno dilagante che tende a penalizzare la categoria dei più deboli.

(giugno 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen