NEWS

Miti napoletani di oggi.69 FANTASMI   di Sergio Zazzera   Sarò un illuso, ma credevo che, almeno ai giorni nostri, il mito del fantasma fosse...
continua...
Vincenzo Irolli: arte o commercio?    di Antonio La Gala   Vincenzo Irolli (Napoli, 1860 - 1949) scoprì la sua passione per l'arte a diciassette...
continua...
“I De Filippo, il mestiere in scena”. Anteprima mondiale a Napoli.   di Luciana Alboreto   Le storiche sale di Castel dell’Ovo, accolgono dal 28...
continua...
BUON COMPLEANNO, TOTO’   di  Luigi Rezzuti   Antonio De Curtis, per tutti  Totò, il “principe della risata”, destinato a riempire i teatri e le sale...
continua...
Miti napoletani di oggi.80 PIAZZALE TECCHIO   di Sergio Zazzera   Dopo via Cimarosa, tocca ora a piazzale Tecchio la sorte della pretesa (mitica,...
continua...
CARMINE COLELLA ALL'ASSOCIAZIONE LUCANA     La conferenza verterà su Francesco Mauro, illustre lucano di Calvello (Potenza), di cui si era persa...
continua...
Riceviamo e volentieri pubblichiamo Quando a Napoli cadevano le bombe   Lo spettacolo “Quando a Napoli cadevano le bombe”, ideato, scritto e diretto...
continua...
Garibaldi arrivò in treno   di Antonio La Gala   L'apertura della prima ferrovia italiana, quella da Napoli a Portici, avvenuta il 3 ottobre del...
continua...
Villa Patrizi e S. Stefano   di Antonio La Gala   Fra le due aree collinari contigue, di Posillipo e del Vomero, possiamo individuare una zona di...
continua...
La scatola di latta   di Bernardina Moriconi   Guardavo stamattina una scatola di latta che, fino ad ieri, conteneva biscotti e ora è in attesa di...
continua...

Napoli  in tour

 

di Francesca Bruciano

 

Lo storico cimitero delle Fontanelle ha promosso, al proprio interno, percorsi di visite guidate, organizzati dall’Associazione Culturale “Mani e Vulcani”. Quattro le tappe previste per tutti i fine settimana che hanno incluso anche 21 e 22, 28 e 29 giugno. Ma i percorsi continuano ancora nei week end dei mesi di luglio e agosto per offrire un’ occasione in più a chi ha voglia di riscoprire i luoghi più affascinanti della propria città. L’ossario delle Fontanelle può essere considerato, senza dubbio, al pari di un monumento sacro, la Biblioteca umana per eccellenza, luogo rivelatore di quello stretto rapporto del popolo napoletano in particolare con la morte, rapporto che ha sempre interessato studiosi e letterati di ogni tempo. Le visite e i percorsi saranno segnati, attraverso una particolare ed attenta narrazione, dai Narratori dell’Arte di “Mani e Vulcani”. 

Per la quota di partecipazione e la prenotazione obbligatoria: tf. 081.5643978 – 340.4230980.

(giugno 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen