NEWS

ALLA REGGIA DI CASERTA COL TRENO REGGIA EXPRESS   di Luigi Rezzuti   Da metà gennaio del 2017, dalla stazione ferroviaria di Napoli Centrale parte...
continua...
Ma da un presagio d'ali   All'Aleph, Roma, venerdì 7 aprile, alle ore 17.30,  presentazione del libro di Donatella Costantina Giancaspero Ma da un...
continua...
Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario piazza Dante 44/45, Napoli - Info 081 014 5940   Giovedì 10 ottobre ore 18:30 Maria Grazia Gugliotti,...
continua...
UNA STORIA COMMOVENTE   di Luigi Rezzuti   Miguel e Maria Garcia si sono conosciuti per le strade colombiane quando, entrambi senzatetto, erano...
continua...
IO E LA VALIGIA   di Luigi Rezzuti   Ero seduto davanti a quella valigia rigonfia, nella quale gli indumenti avanzavano tanto da “obbligarla” a non...
continua...
Napoli Ottocento, come venivano i turisti   di Antonio La Gala   Negli anni Venti dell’Ottocento cominciarono a crescere i flussi turistici verso...
continua...
Parlanno 'e poesia   di Romano Rizzo   Antonino Alonge (Palermo, 20 settembre 1871 - Milano, 13 agosto 1958). Poeta e giornalista, visse a Napoli...
continua...
L'ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE     (Marzo 2019)
continua...
Miti napoletani di oggi.79 VIA CIMAROSA   di Sergio Zazzera   Con Aldo Masullo, spentosi il 24 aprile scorso, se n’è andato un altro tassello del...
continua...
LA PRIMAVERA  E’ ALLE PORTE   di Luigi Rezzuti   Se qualcuno ci chiede “Quando inizia la primavera” siamo abituati a rispondere il 21 marzo, ma non...
continua...

JUVE – ROMA: LA POLEMICA CONTINUA   

 

di Luigi Rezzuti

 

Le polemiche nel calcio non sono mai mancate e non mancano nemmeno oggi.

Che la Juventus fosse la squadra di calcio più forte del campionato italiano è un dato di fatto ma, se durante una partita, contro una qualsiasi squadra, non riesce a raggiungere la vittoria allora, immancabilmente, interviene la sudditanza psicologica dell’arbitro nei confronti della Juve per assegnarle un sospetto rigore o una punizione dal limite e farle così aggiudicare i tre punti in classifica.

Sin da tempi non tanto lontani la famiglia Agnelli comandava in Italia, a livello sia  politico che calcistico. Vedi Calciopoli, diretta da personaggi come direttore sportivo ed arbitri corrotti che pilotavano i risultati a favore della Juve.

Oggi nel calcio italiano comandano i rampolli della famiglia Agnelli.

Le dichiarazioni di Totti, dopo la scandalosa vittoria della Juve contro la Roma sono state pesanti : “ Fino a quando c’è la Juve non bisogna illudere i tifosi dicendo che la Roma, il Napoli, l’Inter o il Milan lottano per lo scudetto perché è la Juve a vincerlo sia in un modo che nell’altro” e continua “Battuti dall’arbitro non dalla Juve. La Juve dovrebbe fare un campionato a parte perché tanto con le buone o con le cattive, vince sempre. Sono tre gli episodi che hanno condizionato la gara e sono tutte decisioni arbitrali sbagliate”.

Alle dichiarazioni di Totti si sono aggiunte quelle del portiere della Roma De Santis e dell’allenatore Rudi Garcia.

De Santis, intervistato dalla “Gazzetta dello Sport”, ha dichiarato : “Per la Juve conta vincere, non importa come. Se l’arbitro è indeciso mandano cinque giocatori a protestare per influenzarlo, è tutto studiato. Fa riflettere quello che la Juve ha conquistato in Italia e in Europa”. Garcia ha aggiunto: “E’ inaccettabile l’accoglienza della Juve in tribuna e in panchine, poi voglio dire un’altra cosa su Totti. Quando il capitano parla deve essere rispettato, perché è un grande uomo di calcio ed ha dei valori forti. Ho rivisto la partita e tutto il calcio mondiale ha visto immagini che parlano da sole. La cosa che mi ha colpito è che anche i migliori arbitri possono soffrire della sudditanza psicologica a favore della Juve”.

 

(Ottobre 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen