NEWS

PREMIO SALVATORE CERINO  
continua...
I Paesaggi Culturali della Basilicata   Martedì 28 novembre 2017 ore 17.00, all’ASSOCIAZIONE LUCANA GIUSTINO FORTUNATO (PRESSO SUG - VIA CAPPELLA...
continua...
IL BUSINESS DEL “COCCO BELLO”   di Luigi Rezzuti   Come in ogni stagione estiva, le spiagge della nostra penisola sono invase da venditori ambulanti...
continua...
Parlanno ‘e poesia 10   di Romano Rizzo   Giuseppe Cangiano ( 1913/ 1987 )  Giuseppe Cangiano è uno dei tanti, troppi poeti della Napoli di un tempo,...
continua...
Lutto in casa Cosmopolis per la morte di Peppe Talone   di Marisa Pumpo Pica     Non è facile metabolizzare un lutto e ancor meno lo è quando il...
continua...
LA JUVE VINCE LO SCUDETTO IL NAPOLI VINCE LO SCUDETTO DELL’ONESTA’   di Luigi Rezzuti   Pensavamo che calciopoli fosse davvero finita, invece sotto...
continua...
Martedì 4 luglio al via "Vietri in Scena" Oltre 20 appuntamenti gratuiti a Villa Guariglia, Villa Comunale e Palazzo della Guardia   Al via domani...
continua...
IO, ROBINSON CRUSOE’   di Luigi Rezzuti   Il naufrago più famoso di tutti i tempi è senza dubbio Robinson Crusoè, che fece naufragio con una nave...
continua...
AL SALOTTO CERINO   Salotto Cerino –  Piazzetta del Leone   Giovedì,  30 marzo, alle ore 18 “La Napoli letteraria di Francesco D’Episcopo" Con...
continua...
Anno nuovo. Tasse e adempimenti fiscali   di Antonio Esposito   Inizia un nuovo anno, buoni propositi, oroscopo, mille incognite, una sola certezza...
continua...

CURIOSITA’: LA MELA

 

a cura di Luigi Rezzuti

 


La mela è conosciuta come il frutto che offre maggiore benessere per la nostra salute, ha un potere antiossidante poiché contiene la provitamina A, vitamina B1, B2, E e C, niacina e acido folico insieme a flavonoidi e carotenoidi.

Non a caso per questo frutto il detto : “Una mela al giorno toglie il medico di torno”. La mela ha origine in Asia centrale ma la possibilità di coltivarla con ogni clima e su ogni territorio ha permesso la creazione di diverse varietà. alcune note come prodotto tradizionale, altre che per la loro denominazione commerciale.

La grande adattabilità di questa coltivazione consente di poter consumare questo frutto in ogni periodo dell’anno.

La maturazione naturale della mela varia da fine agosto a metà ottobre e la sua conservazione varia da uno a quattro mesi.

In Italia sono presenti diverse varietà di mele ma la distribuzione ha ridotto in maniera drastica la gamma disponibile a non oltre sei - otto varietà che coprono il 90% del prodotto.

Tre o quattro varietà sono di origine nazionale, anche se le altre quattro o cinque possono comunque essere coltivate nel nostri paese.

Alcune di queste varietà, disponibili in Italia, sono varietà tradizionali, altre sono note per la loro denominazione commerciale.

Di seguito alcuni esempi : mela annurca di piccole dimensioni rispetto alle altre, con buccia rossa, polpa bianca compatta, croccante, succosa e dolce.

La mela annurca è largamente coltivata nelle regioni meridionali, in particolar modo in Campania, si raccoglie tra settembre e ottobre e si conserva tranquillamente fino a primavera inoltrata.

In commercio troviamo, poi, la fuji di colore rosso-dorato, la golden di colore giallo, la smith di colore verde intenso e la royal di colore rosso intenso.

Nella narrativa e nella mitologia la mela è presente, secondo la leggenda in più casi perché  posta sulla testa del figlio di Guglielmo Tell, o perchè cadde in testa a Isac Newton, facendogli intuire la legge di gravitazione universale. Ne possiamo dimenticare la mela d’oro che Paride diede in premio al Afrodite poiché ella era, secondo lui, la più bella Dea dell’Olimpo, ne possiamo ignorare che fu il frutto che fece cadere in tentazione Adamo ed Eva.

Poi la Apple Record (mela in inglese) che rappresenta la casa discografica inglese fondata dai Beatles nel 1968, la mela con un morso è il simbolo dell’azienda Apple costruttrice di compiuter.

 

(Ottobre 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen