NEWS

Il governo migliore è la speranza   di Annamaria Riccio   Affidiamo i nostri desideri agli eventi del futuro. Viviamo pensando che il dopo sarà la...
continua...
SALERNUM WINE FORUM       Un modello previsionale, elaborato da un gruppo di ricercatori, ha stimato i possibili impatti del cambiamento climatico...
continua...
CARMINE REZZUTI E QUINTINO SCOLAVINO ESPONGONO  AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI NAPOLI   Dopo aver partecipato alle Biennali di Venezia, alle Quadriennali...
continua...
IN VIAGGIO CON UN RAGAZZO NIGERIANO   di Luigi Rezzuti   Era un ragazzo di sedici anni, lo sguardo vispo, un sorriso sempre stampato sul volto. La...
continua...
7 marzo. Il fascino dell’immaginario, ovvero la creatività   Creatività: anche su questo indaga la Scuola di Palo Alto, prima al mondo per le ricerche...
continua...
"Donne e dintorni" a Cetara il 6 marzo   di Claudia Bonasi   Cetara anticipa la festa delle donne e presenta domenica 6 marzo, alle ore 18, presso...
continua...
Metropolitane napoletane abortite   di Antonio La Gala     Forse non tutti sanno che Napoli stava per dotarsi di metropolitana già a fine Ottocento...
continua...
Miti napoletani di oggi.60 ELENA FERRANTE   di Sergio Zazzera   Ora dico una banalità. La storia e il mito sono entrambi prodotti dell’uomo: la...
continua...
Tanto va la gatta al lardo… Giro di boia per il Santone Samuele   di Luigi Rezzuti   Sulle pagine de “IL VOMERESE” del mese di marzo 2016,...
continua...
Dario Rezzuti, un pittore schivo e solitario   Dario Rezzuti è naro a Napoli nel 1957. Vive e lavora a Tito (PZ). Discende da una famiglia di artisti....
continua...

VOMERO NOTTE

VOMERO NOTTE

 

di  Mario Coppeto

 

Abbiamo chiesto al Presidente della Municipalità 5 Arenella – Vomero un suo breve commento sull’iniziativa Vomero Notte e siamo lieti di pubblicarlo qui di seguito.

Penso che la sera e la notte dell'11 di ottobre 2014 difficilmente si dimenticherà.

Sono convinto che un evento di grandi proporzioni, qual è Vomero Notte, per essere un evento di successo deve rispondere a tre parametri precisi.

Partecipazione, Sicurezza e Vivibilità del giorno dopo. I numeri ci aiutano affinchè si possa dire che il successo è stato assicurato dal bersaglio dei tre obiettivi; circa 600.000 presenze nelle tante piazze, strade, parchi e stadio Collana, nessun incidente degno di rilievo e l'intero territorio la domenica mattina è stato ripulito da cima a fondo.

Per garantire tutto questo hanno lavorato decine di addetti alla sicurezza; poliziotti, carabinieri, agenti della polizia locale, addetti alla mobilità su gomma, ferro e parcheggi, associazioni di protezione civile, addetti alla croce rossa, guardia di finanza, tanti volontari e addetti all'Asia.

Nelle settimane precedenti hanno lavorato instancabilmente, consiglieri di municipalità, assessori, tecnici, funzionari dell'amministrazione municipale e comunale, associazioni di commercianti, imprese, artigiani, giornalisti, ed artisti. Tutti, un esercito di oltre 700 addetti, hanno garantito il successo di Vomero Notte 3.0. a questi dati va aggiunto il tema centrale: Vomero Notte viene realizzata a costo zero per l'amministrazione municipale e comunale.

Una straordinaria capacità di fare rete e sintesi con l'obiettivo di rilanciare il territorio collinare promuovendo commercio ed eccellenze del territorio.

Un organizzazione complessa, che ha dato la possibilità di esibirsi a decine di artisti e musucisti con alcune partecipazioni straordinarie quali, lo scrittore Maurizio de Giovanni, Antonio Onorato, Marco Francini, Maurizio Pica, Tribunal Mist Jazz Band, Mimmo di Francia, Isa Danieli, Paolo Caiazzo, Felice Romano, Macapea, Carlo Missaglia, Antonello Rondi, I Fatebenefratelli, ma sopratutto la nutrita pattiglia degli allievi del Conservatorio di Napoli S.Pietro a Majella, che hanno deliziato gli spettatori dell'auditorium della Floridiana e dell'atrio della stazione della funicolare di Chiaja.

Vomero Notte ha però anche acceso discussioni e talvolta polemiche con cittadini e commercianti, sopratutto con quelli del settore no.food.

Penso che alcune di queste critiche siano giustificate mentre altre le rifiuto.

Hanno ragione i commercianti che lamentano una scarsa partecipazione all'iniziativa, anche se a loro dico che la discussione con le organizzazione di rappresentanza ci sembrava la maniera più efficace per garantire coinvolgimento e partecipazione.

Le critiche pretestuose, di chi pensa che è sempre meglio non far niente, il cosidetto "nonsipuotismo" lo respingo al mittente.

Abbiamo bisogno di migliorare Vomero Notte, evolverlo ad una dimensione regionale e nazionale, insomma inserire questa manifestazione dai numeri sbalorditivi, in una grande occasione turistico-culturale per la città.

La Municipalità 5 Arenella-Vomero è pronta per questo passo, per questo salto di qualità ma abbiamo bisogno di nuove sinergie istituzionali ed anche di chi crede, come me e come noi della Municipalità, che le politiche di prossimità e di decentramento, se sviluppate con passione, capacità e senza tornaconti personali, possono dare risultati straordinari.

(Ottobre 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen