NEWS

Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Rassegna Atelier - Domenica 8 gennaio al Nuovo di Salerno - Piaf: black without wings Secondo...
continua...
Miti napoletani di oggi.52 IL “CUOPPO”   di Sergio Zazzera   In senso proprio, a Napoli il cuóppo è il cartoccio a forma di cono capovolto; in...
continua...
La musica al tempo del Coronavirus #IoRestoACasaMo   a cura di Marisa Pumpo Pica   Maurizio Casagrande, insieme a tanti amici artisti, ha voluto...
continua...
"Donne e dintorni" a Cetara il 6 marzo   di Claudia Bonasi   Cetara anticipa la festa delle donne e presenta domenica 6 marzo, alle ore 18, presso...
continua...
Anatomia di una scelta di Luigi Alviggi – Guida editori   di Marisa Pumpo Pica   Luigi Alviggi, in questo suo nuovo cimento letterario, si conferma...
continua...
UNA ESTATE IN FAMIGLIA   di Peppe Iannicelli   Quando le estati fanciulle finiscono è sempre troppo presto. E raramente abbiamo saputo apprezzarle...
continua...
Accucchià   di Alfredo Imperatore   Il verbo napoletano accucchià o accucchiare, pur derivando chiaramente dall’italiano accoppiare, composto da a...
continua...
Il mercato calcistico del Napoli per gennaio   di Luigi Rezzuti   Il mercato calcistico di gennaio, chiamato anche mercato di riparazione,  si è...
continua...
Maria Cristina Russo, Ortensia e altri fiori, Albatros Editore   di Luciana Alboreto   Ortensia regna, sovrana, nel suo giardino incantato da...
continua...
CARMINE COLELLA ALL'ASSOCIAZIONE LUCANA     La conferenza verterà su Francesco Mauro, illustre lucano di Calvello (Potenza), di cui si era persa...
continua...

Presentazione della rivista Arte pagina 22 - Successo della personale “Amazone” di Rita Esposito

 

di Francesca Bruciano

 


La personale di pittura “Amazone” di Rita Esposito, ospitata per tutto il mese di settembre nello storico edificio “Cubo d’Oro” alla Mostra d’Oltremare di Napoli, tornerà a far parlare di sé.  L’evento - che ha riscosso molti consensi - è stato accolto nell'ambito dell’ampia rassegna di eventi  in collaborazione con il " Movimento ContaminArte e " I Ragazzi della Barca di Carta”.  La collezione, curata da Daniele Galdiero,  sarà quindi riproposta,  ma in forma ridotta,  con l’esposizione di una sola amazzone,  “Partenope”,  il prossimo 1 novembre, alle 18, presso il laboratorio delle idee “Lineadarte Officina Creativa” in via Raimondo De Sangro. L’evento sarà un’ occasione per presentare il 22esimo numero della rivista Arte pagina 22 e per  festeggiare i primi 22 numeri del rotocalco, nato su facebook, con l'esposizione delle pagine scritte dagli artisti per gli artisti. Il progetto  di Rita Esposito e Daniele Galdiero prevede l’invio,  ad opera di un artista, di uno scritto di circa 1200 battute, avente per soggetto un altro artista. Il testo è accompagnato da un’immagine, fornita dall’artista scrivente, ed è autogestito dallo stesso;  è inoltre supervisionato, al fine di tutelare le parti coinvolte da eventuali offese o ingiurie, dai coordinatori che ne curano la grafica e l’impaginazione. Come sottolinea Esposito:<<Gli scritti, a volte racconti brevi, a volte poesie, a volte immagini visive tradotte in parole,  non hanno come finalità l’essere di taglio giornalistico o critico, ma al contrario, essendo realizzati da artisti legati emozionalmente al soggetto  e non da addetti ai lavori sono essi stessi frammenti d’arte in veste di testimonianza amicale>>.


Interessante anche la mostra di pittura di Rita Esposito, nata come Progetto culturale che l’artista e architetto ha inteso dedicare alla figura femminile, vista come una moderna amazzone, ponendo in risalto le donne guerriere e dallo sguardo fiero, che rivendicano il proprio essere, opponendosi con coraggio ad ogni forma di prevaricazione. Non è la prima volta che viene presentata al pubblico la sua collezione, già esposta in diverse location, tra cui la chiesa di San Giovanni Maggiore. Approda quindi, nel 2012, al Castel dell’Ovo, promossa proprio dall’estro creativo Lineadarte, riscuotendo ampi consensi dalla critica e dal sempre numeroso ed appassionato pubblico, che da anni la segue nei suoi percorsi, sia in Italia che all’estero.  Successivamente, nel novembre del 2013, espone alla Saletta Rossa a Port’Alba in occasione dell'annunciata chiusura della storica libreria, e infine, nel luglio del 2014, a Sermoneta (LT) per l’evento “Sangue e petali” di ExpeArt.   Le 12 tele pittoriche (100x200 cm) - destinate a raddoppiare - rappresentano donne reali a grandezza naturale che incarnano valori universali della femminilità. Rita Esposito,  artista con innata predilezione per la pittura ad olio, con Amazone ha dato vita ad un manifesto culturale completamente nuovo ma in continuità espressiva con i pregressi lavori.  I numerosi e precedenti eventi, nazionali ed internazionali, cui ha preso parte, descrivono la nostra come un’artista figurativa, dotata di una particolare sensibilità d’animo “la cui cifra stilistica è riconoscibile ed originale”. Rappresenta la sua anima più profonda e sincera ravvisabile nelle sue “amazzoni”, connotate di fascino e di mistero, in cui coesistono elementi fortemente simbolici e ispirati al mito, ma nelle quali si realizza la duplice raffigurazione, spirituale ed umana, che rivendica la propria presenza, opponendosi a tutto ciò che è avverso e nemico della verità.

(Novembre 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen