NEWS

OPERAZIONE SAN GENNARO   di Sergio Zazzera     Non è del film di Dino Risi che intendo occuparmi, bensì della recente vicenda del decreto del...
continua...
Spigolature Non Ufo, ma oggetti non identificati   di Luciano Scateni   Per noi, esterni al frenetico evolversi delle tecnologie, l’incipit della...
continua...
All’asilo dalle suore   di Luigi Rezzuti   Ogni volta che Enrico si trovava davanti a quel muro scrostato, non poteva fare a meno di fermarsi e...
continua...
NATALE AL VOMERO   di Luigi Rezzuti   Natale è alle porte e, come ogni anno, si pone il dilemma: albero di Natale con i suoi lampioncini, i  nastri...
continua...
Associazione lucana “Giustino Fortunato” - Incontro con l’autore e reading   Segnaliamo la presentazione del libro di Antonio Giambersio, Odissea....
continua...
Il tempo del vino e delle rose - Caffè letterario piazza Dante 44/45, Napoli - Info 081 014 5940   Letteratura e Cinema Domenica 10 marzo Silvio...
continua...
Cambiare oggi il futuro   di Mariacarla Rubinacci   Il compagno della vita non c’è più. Nulla sarà come prima. Devo affrontare il futuro. Devo...
continua...
DON ANTONIO CAFIERO   di Luigi Rezzuti     Don Antonio Cafiero era nato e vissuto nei Vergini, un quartiere di Napoli. Amava Napoli e il Napoli. Era...
continua...
UN NATALE DA FAVOLA   Domenica 18 dicembre, ore 10-13, Giardini dell'Ippodromo di Agnano, presso Mercatino Contadino, lettura di favole di Natale...
continua...
MOTOCICLETTE CON SIDECAR   di Luigi Rezzuti   Le origini della motocarrozzetta risalgono alla fine del XIX secolo, quando un ufficiale dell’esercito...
continua...

COSA C’E’ DOPO LA MORTE ?

COSA C’E’ DOPO LA MORTE ?

Riflessioni

 

di Luigi Rezzuti

 

Chi di noi, giovani, anziani, vecchi, uomini, donne, bambini non ha , almeno una volta, pensato a cosa ci sarà dopo la morte, quando il cuore smette di battere?

Tutti sperano che non possa finire così e che esista l’Aldilà e, di conseguenza è naturale chiedersi che cosa accade dopo la morte.

 Intanto i misteri del reale sono tanti, figuriamoci quelli dell’Aldilà, ma ci sono dimensioni nascoste che la scienza ammette?

Ad esempio i fantasmi, secondo alcuni autorevoli scienziati, vengono definiti anime intrappolate a metà tra la nostra dimensione e l’altra, sospesi tra due mondi, quello naturale e quello spirituale.

Esistono testimonianze incredibili specialmente da parte di chi è stato ad un passo dalla morte, di chi ha addirittura superato quella soglia per poi ritornare indietro.

Una persona, spesso a causa di un gravissimo incidente, cade in coma e viene dichiarato clinicamente morta, i parenti sono tutti attorno al letto dell’ospedale, i medici si affannano a rianimarlo mentre questo si sdoppia corpo – anima e addirittura esce dalla stanza, va in giro per l’ospedale, sorvola la città, poi all’improvviso torna indietro, il corpo che era dato per morto si rianima e racconta la sua esperienza tra l’incredulità e la meraviglia dei presenti.

Questa è un’esperienza comune a molte persone e tutte hanno sempre raccontato di essersi trovati in un tunnel di luce calda che dà serenità e, in fondo al tunnel, un nucleo di luce più intensa dove hanno visto immagini celestiali: la Madonna, Gesù o qualche Santo di cui erano devoti.

La teoria di un famosissimo scienziato prova a spiegare come la vita va avanti sempre.

Il dott. Robert Lanza è stato definito dal New York Times il terzo miglior scienziato in vita, ed è anche conosciuto per la ricerca delle cellule staminali e per aver clonato diverse specie di animali in via di estinzione.

Da un po’ di tempo il dott. Lanza ha deciso di dedicarsi alla fisica e all’astrofisica e da queste conoscenze ha dato vita ad una sua nuova teoria, quella del biocentrismo, affermando : “Essa insegna che la vita e la conoscenza sono fondamentali per l’universo e praticamente è la coscienza stessa che crea l’universo materiale in cui viviamo e non il contrario”.

 Lanza sostiene, inoltre, che lo spazio e il tempo non siano oggetti o cose, ma piuttosto strumenti della nostra comprensione e continua : “portiamo lo spazio e il tempo in giro con noi, come le tartarughe con i loro gusci. Nel senso che quando il guscio si stacca (spazio e tempo) noi esistiamo ancora”.

Robert Lanza ritiene, infine, che universi multipli possano esistere simultaneamente : “In un universo, il corpo può essere morto, mentre in un altro può continuare ad esistere. Ciò significa che una persona morta, durante il viaggio attraverso un tunnel non finisce all’inferno o in paradiso, ma in un mondo simile”.

A tutti noi non resta che sperare!

 (Novembre 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen