NEWS

Ma a me, lei ci pensa ancora?   di Luigi Rezzuti   Francesco aveva quindici anni. Erano gli anni dei primi innamoramenti, amori teneri di un ragazzo...
continua...
LE FORME DELLA POESIA   Da “Il tempo del vino e delle rose” riceviamo e siamo lieti di pubblicare gli eventi della settimana: 4 maggio ore 18.30:...
continua...
Eleganza   di Mariacarla Rubinacci   Finalmente ha fatto il suo trionfale ingresso la stagione calda/tiepida, dato che alcuni momenti di pioggia...
continua...
“L’UOMO NELLA STORIA”   Giovedì 14 dicembre 2017, alle ore 19,00 la ModartGallery di SABINALBANO, salita Vetriera, 15 Napoli, presenta la mostra...
continua...
PREMIO CONCETTA BARRA - ISOLA DI PROCIDA -TERZA EDIZIONE   A settembre 2016 si è tenuta la terza edizione del “Premio Concetta Barra – Isola di...
continua...
AMERICA’S  CUP SENZA LUNA ROSSA   di Luigi Rezzuti   “Nello  sport come nella vita, non si può ricorrere sempre al compromesso del compromesso” dice...
continua...
CHAMPION’ S  LEAGUE   di Luigi Rezzuti   L’urna di Nylon ha estratto proprio una grande squadra come il  Real Madrid da opporre al Napoli. Certo non...
continua...
Il Natale napoletano   di Luigi Rezzuti   Il Natale a Napoli è qualcosa di assolutamente unico rispetto alle altre città, sia dell’Italia che...
continua...
GRETA THUNBERG, l’Eroina del 2019   di Mariacarla Rubinacci       Irriverente, sfidante dei leader del mondo, inermi nella loro incapacità di...
continua...
TEATRO BOLIVAR - start up stagione 2016/2017   DUETTI 200 grammi di teatro a sera direzione artistica Ettore Nigro e David Jentgens   29|30...
continua...

“APEIRON: SEGNI E STRUTTURE”

 


Domenica 7 dicembre 2014, alle ore 10.30, nella sede del Municipio di Casola di Napoli (via Roma, 8), sarà inaugurata la mostra dell’artista vomerese Giovanni Ferrenti, “Apeiron: Segni e Strutture”, a cura di Annamaria Santarpia, che, attraverso un percorso espositivo di circa 40 opere tra dipinti, sculture, ceramiche e grafiche, intende favorire la conoscenza della produzione dell’artista vulcanico e prolifero, ascrivibile a quell’universo artistico che, impropriamente definito “arte astratta”, più correttamente pdovrebb’essere qualificato “arte aniconica”. L’esposizione, avente carattere antologico, segue quella allestita con particolare successo, nel mese di ottobre scorso, a Vico Equense.

L’opera di Ferrenti si colloca al limite tra varie forme espressive, attraverso la sperimentazione di linguaggi diversi e l’abbandono del figurativismo puro. Il percorso dell’artista prende l’avvio dalla fine degli anni ’40, successivi all’incontro col “nucleare”, attraverso la realizzazione dei “Fotogrammi” (riverberi della luce impressi sulle pellicole fotografiche) e, poi, dei “Cromogrammi” degli anni Cinquanta e del “Pendolo luminoso” degli anni Sessanta del secolo scorso, fino alle esperienze del digitale, sfociate nel ciclo delle grafiche intitolato: “Il mio piccolo mondo infinito” (2013). Tali caratteri si ripresentano, altresì, nella tridimensionalità delle opere scultoree, delle quali si fanno apprezzare, in maniera particolare, quelle di grandi dimensioni, nelle quali è marcata la relazione con lo spazio nel quale esse sono immerse.


L’inaugurazione della mostra prevede una conferenza-proiezione, con la partecipazione del sindaco del Comune di Casola di Napoli, Domenico Peccerillo, dell’assessore alla Cultura, Pietro Martire, del presidente della Pro-Loco, Gaetano Cannavacciuolo, nonché della professoressa Clementina Gily Reda (Università degli Studi Federico II), della dottoressa Annamaria Santarpia, curatrice della mostra, di critici d’arte e di varie istituzioni politiche, artisti e giornalisti, moderati dall’architetto Antonella Laura Cascone. L’esposizione potrà essere visitata fino al 31 gennaio 2015, tutti i giorni, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18; è possibile prenotare visite guidate (tf. 081.8012999; 366.1655700; 339.4869945; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).

(Dicembre 2014)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen