NEWS

Il valore della formazione   di Gabriella Pagnotta   Questo articolo è rivolto a chi, come me, vive le richieste, da una parte, di una scuola alla...
continua...
STORIE DI CERAMICA     (Giugno 2018)
continua...
Natale alla Nicolardi tra bravura e solidarietà   di Annamaria Riccio   Come ormai è consuetudine, anche quest’anno alla scuola media “D’Ovidio...
continua...
UNITRE - Cerimonia di chiusura dell’anno accademico   Si è svolta, nei giorni scorsi,  la cerimonia di chiusura dell’anno accademico 2015/2016...
continua...
BREVE TRATTATO SUL LECCHINO     Biblio-mediateca  ETHOS e NOMOS - Via Bernini 50 (scala B) – Napoli. Presentazione del libro di Antimo  Cesaro, BREVE...
continua...
CHAMPIONS LEAGUE 2018 - 2019   di Luigi Rezzuti   Poteva mai capitare,, una volta tanto, un girone meno impegnativo per la squadra del Napoli di...
continua...
CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A   di Luigi Rezzuti   Anche quest’anno il campionato di calcio di Serie A, come in quelli precedenti, lo vincerà ancora...
continua...
ANTONIO BERTE’ UN ARTISTA CONTEMPORANEO NAPOLETANO   di Luigi Rezzuti   Torre Caselli è un edificio abbandonato, che versa in pessime condizioni in...
continua...
La scatola di latta   di Bernardina Moriconi   Guardavo stamattina una scatola di latta che, fino ad ieri, conteneva biscotti e ora è in attesa di...
continua...
SEGNALIBRO a cura di Marisa Pumpo Pica   LA TOMBA PROFANATA Santagata si fa in quattro di Luciano Scateni  Guida - Kairos    Questo è il...
continua...

AMBIENTE

ANTICICLONE RUSSO - SIBERIANO

 

di Luigi Rezzuti

 

Nel tempo le condizioni atmosferiche sono andate profondamente mutando. Negli ultimi anni, infatti, abbiamo visto molte volte piogge torrenziali, allagamenti, straripamenti di fiumi, forti venti, temperature in diminuzione, mareggiate, trombe d’aria e quant’altro.

L’Anticiclone russo-siberiano ha generato il famigerato “grande gelo” sull’Europa e sul Mediterraneo producendo, così, profonde modifiche climatiche.

I meteorologi prevedono, per il primo trimestre 2015, freddo molto più intenso rispetto alla norma, abbondanti piogge, nevicate fino a quote medio - basse e anche anticicloni molto forti.

Le precipitazioni saranno, dunque, abbondanti e le temperature faranno registrare cali repentini, soprattutto sul Mediterraneo.

Il mese di gennaio ha visto il transito di perturbazioni atlantiche,  specie nella seconda decade.

Nella seconda metà del mese si sono succedute varie masse d’aria artiche.

Nella terza decade c’è stato un rallentamento del vortice polare su gran parte dell’Italia, mentre durante l’ultima parte del mese la neve è caduta anche sull’Appennino centro - settentrionale e a quote collinari e di conseguenza le temperature sono state inferiori alla media.

Il mese di febbraio potrebbe risultare piuttosto anomalo specie al centro-sud, con abbondanti piogge che interesseranno il sud nella prima parte del mese e non sono da escludersi forti ondate di gelo soprattutto sull’Europa.

Le irruzioni fredde sull’Italia potranno risultare intense, tuttavia non dovrebbero essere molto frequenti.

Nevicate abbondanti sulle Alpi e sull'Appennino centro-meridionale fino a quote molto basse.

(Febbraio 2015)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen