NEWS

Napoli e Totò nel cuore della Nicolardi   di Annamaria Riccio   Come ormai è consuetudine, anche quest’anno si è svolta la manifestazione di fine...
continua...
Cetara al simposio internazionale in Giappone   di Claudia Bonasi     Cetara partecipa, da protagonista, in Giappone, al simposio internazionale “La...
continua...
L’esilio della bellezza   di Gabriella Pagnotta   Qual è il valore del limite oggi? I limiti sono qualcosa da temere, da mantenere, da costruire o da...
continua...
OPERAZIONE SAN GENNARO   di Sergio Zazzera     Non è del film di Dino Risi che intendo occuparmi, bensì della recente vicenda del decreto del...
continua...
Andiamo a Teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   In uno dei nostri precedenti trafiletti, ci eravamo ripromessi, parlando delle iniziative di...
continua...
Appuntamenti internazionali alla libreria Iocisto   di Annamaria Riccio   Un’estate di appuntamenti internazionali che vede un’intensa attività nel...
continua...
XXI edizione del Premio Montale Fuori di Casa  Il riconoscimento a Massimo Gramellini     Queste le motivazioni con cui è stato assegnato il XXI...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   Rassegna Atelier - Domenica 8 gennaio al Nuovo di Salerno - Piaf: black without wings Secondo...
continua...
MOTOCICLETTE CON SIDECAR   di Luigi Rezzuti   Le origini della motocarrozzetta risalgono alla fine del XIX secolo, quando un ufficiale dell’esercito...
continua...
AL PAN DI NAPOLI LE “OMBRE” DI ARMANDO DE STEFANO   Dal 19 maggio al 25 giugno, una mostra curata da Mimma Sardella. Armando De Stefano omaggia Jorge...
continua...

L’ENERGIA

UN BENE PREZIOSO

 

di Peppe Iannicelli

 

Da qualche giorno è in corso una serie di lavori pubblici a cura dell’Enel. Le squadre di operai sono in azione in alcuni  quartieri cittadini per sostituire le obsolete centraline elettriche con strutture più moderne e maggiormente adeguate a sostenere i sempre più voraci consumi d’energia. Sono lavori indispensabili per le famiglie e le imprese. Vanno eseguiti in piena sicurezza e con urgenza specialmente in vista delle giornate più calde quando il super utilizzo di ventilatori e condizionatori d’aria manda spesso in tilt interi palazzi. Con molta diligenza l’Enel preavvisa in tempo utile i cittadini delle zone di Napoli che saranno interessate dai lavori nei giorni e nelle ore successive. Eppure non mancano disagi, problemi e lamentele. Ci sono sempre quelli che rimangono al buio e dichiarano di non aver visto l’avviso pur se affisso con grande evidenza nell’androne condominiale. Ma anche chi era stato avvisato per tempo, è il caso della mia famiglia, non manca di patire la mancanza di energia elettrica, anche se per poche ore. Abbiamo trascorso un intero pomeriggio senza corrente e la casa sembrava un mortorio. Niente computer ché le batterie si sono rapidamente scaricate, niente elettrodomestici in funzione, niente televisione e radio. Niente di niente. Un silenzio tombale. In questa inusuale condizione mi sono ritrovato a riflettere su quanto ormai siamo diventati dipendenti dalla tecnologia. Non siamo in grado di far più nulla senza l’ausilio dell’energia e degli strumenti che il progresso ci ha donato per potenziare le nostre abilità manuali ed intellettuali. Eppure, per leggere un buon libro, basta una candela, per scrivere un articolo possono andar bene anche carta e penna, per svolgere una ricerca si possono consultare i volumi della vecchia enciclopedia, acquistata a rate molti anni or sono. Ed i pavimenti si possono spazzare anche con la vecchia scopa a mano ed  i panni lavare con olio di gomito. Mi rendo conto che strapperò un sorriso, dando l’impressione di un essere un dinosauro nostalgico. Il punto non è questo. Non si tratta di rimpiangere uno scomodo passato, ma di saper apprezzare la comodità del nostro presente, sviluppando comportamenti lungimiranti per conservare questo benessere alle future generazioni. L’energia è un bene prezioso. Ce ne siamo accorti con sollievo quando si è riaccesa la luce. Per produrre energia si sfruttano le risorse limitate del pianeta e, purtroppo, per tanti non ce n’è abbastanza. Impariamo ad usarla con saggezza dosando i condizionatori, spegnendo gli stand-by, azionando la lavatrice nelle ore notturne. Piccoli comportamenti domestici e quotidiani che renderanno la bolletta più leggera ed il futuro migliore. 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen