• Stampa

SEMPRE PIU’ AUTO USATE IN CAMPANIA

 

di Luigi Rezzuti

 

La crisi economica esiste e persiste e sono sempre più gli automobilisti costretti a tenersi la vecchia autovettura perché acquistare un’ auto nuova, anche di piccola cilindrata, è diventato un lusso, al Nord come al Centro e al Sud.

I mezzi pubblici a Napoli non funzionano, ma a lavorare in qualche maniera bisogna andare e questo è il motivo  per il quale avere un mezzo privato diventa un’assoluta necessità.

La crisi dell’auto è resa evidente dalle mancate nuove immatricolazioni. In Campania il calo è dovuto al fatto che, come si è appena detto, è diventato praticamente impossibile, per la maggior parte delle famiglie, acquistare  un’auto nuova .

In circolazione, quindi, vediamo sempre più auto vecchie da rottamare, soggette a guasti e a produrre inquinamenti e le amministrazioni sono costrette a promuovere Ztl e limitazioni alla viabilità, per ridurre la presenza di polveri sottili.

Trovata la legge, trovato il rimedio: molti automobilisti, per circolare  anche nei giorni vietati e per risparmiare sui costi, fanno installare un impianto a gas che è anche meno inquinante.

Se andiamo avanti così molti circoleranno con auto sempre più vecchie. Siamo tornati indietro di 50 anni.

Il parco auto in Campania è  tra i più vecchi d’Europa, l’età media di un’auto spesso va dai 10 ai 13 anni.

(Aprile 2015)