NEWS

Il valore della formazione   di Gabriella Pagnotta   Questo articolo è rivolto a chi, come me, vive le richieste, da una parte, di una scuola alla...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   L’iniziativa di  erreteatro, “Mutaverso al tuo Natale, regala il teatro”, che suggerisce a chi è a...
continua...
SANTO SUBITO!   di Sergio Zazzera   La vigente normativa della Chiesa in materia di canonizzazione prevede un procedimento particolarmente complesso,...
continua...
L’isolotto di Megaride tra mito e realtà   di Luigi Rezzuti   E’ di una decina di giorni fa la notizia che un gruppo di archeologi subacquei si sono...
continua...
MARISA  PAPA  RUGGIERO, JOCHANAAN   Martedì, 11 aprile, alle ore 17, presentazione del poemetto "Jochanaan",  di Marisa  Papa  Ruggiero, edito da...
continua...
SI E’ CONCLUSO IL GIRONE D’ANDATA DEL CAMPIONATO DI CALCIO   di Luigi Rezzuti   Ad aggiudicarsi il girone d’andata è stata, come da previsioni, la...
continua...
LA DIFFICILE VIA DI PAPA BERGOGLIO   di Luigi   Alviggi   Jorge Mario Bergoglio, nato nel 1936, argentino di Buenos Aires, dal 13 marzo 2013 è il...
continua...
Gonsalvo Carelli da Ferdinando II a Margherita di Savoia   di Antonio La Gala      Nei primi decenni dell'Ottocento fiorirono a Napoli i pittori...
continua...
I Ditelo voi   di Luigi Rezzuti   “I  ditelo voi” sono un trio comico napoletano, formatosi nel 1995 e composto da Francesco De Fraia, detto...
continua...
A Pietro non piace il rococò   di Antonio La Gala     Un autore del Settecento, Pietro Napoli-Signorelli, commentando l’arte della sua epoca,...
continua...

LA LAPIDE DI SILVIA RUOTOLO

 

E’ una vergogna vedere che un balordo, un vandalo, un incivile possa impunemente imbrattare il muro dedicato alla lapide di Silvia Ruotolo, posta nei giardinetti di piazza Medaglie d’Oro.

Viviamo in un’epoca dove non c’è più rispetto per niente, i giardinetti di piazza Medaglie d’Oro vivono in uno stato di degrado, di abbandono completo.

Con l’arrivo della primavera ci domandiamo perché la quinta municipalità e il comune non intervenga, disponendo l’eliminazione di scritte e disegni dai muri a partire dal muro dedicato alla memoria di Silvia Ruotolo e perché non si provveda quotidianamente alla pulizia e alla manutenzione nei viali e giardini, oggi sporchi di mozziconi di sigarette, rifiuti, cartacce e quant’altro onde mettere a disposizione degli abitanti della zona questi giardinetti, dove poter portare bambini a giocare.

 Spazi verdi in città sono vitali. E’ bene non li abbandonarli al totale degrado. E’ una questione di civiltà.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen