NEWS

AL MUSEO DUCA DI MARTINA   (Febbraio 2017)
continua...
Laura L.C. Allori, Per Amore e per (Il Nido del Gheppio edizioni)   di Nicola Garofano   Finalmente esce, con l’edizione indipendente “Il Nido del...
continua...
SPIGOLATURE   di Luciano Scateni   Olimpiadi: vengo anch’io? No, tu no Il tormentone “olimpiadi sì, olimpiadi no” incrocia uno snodo eclatante.. La...
continua...
Donne e Madonne   Al via la quarta edizione della Mostra Concorso "Mare Mota", che avrà per oggetto il tema intrigante "Donne e Madonne" e si terrà...
continua...
Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   Gli Ipocriti AL TEATRO DIANA     Al teatro Diana, da mercoledì 27 aprile, “Gli Ipocriti” presenta...
continua...
MONDIALI DI CALCIO 2018   di Luigi Rezzuti   Dal 14 giugno al 15 luglio, trentadue giorni di sfida tra 32 squadre nazionali di ogni continente,...
continua...
 I teatri dei bisnonni   di Antonio La Gala     Come si divertivano a teatro i nostri nonni e bisnonni napoletani? Sappiamo molto sui teatri più...
continua...
L’isolotto di Megaride tra mito e realtà   di Luigi Rezzuti   E’ di una decina di giorni fa la notizia che un gruppo di archeologi subacquei si sono...
continua...
UNITRE - Cerimonia di chiusura dell’anno accademico   Si è svolta, nei giorni scorsi,  la cerimonia di chiusura dell’anno accademico 2015/2016...
continua...
The Starfish   di Nicola Garofano    “Con la testa nel delta del Mississipi, ma con i piedi ben piantati alle falde del Vesuvio”. Da questo motto...
continua...

LA GIANNINI E IL CODING

 

di Annamaria Riccio

 

CODING, cioè l’arte di programmare, è una parola molto alla moda e spesso usata nel campo dell’istruzione per rivoluzionare quelli che sono i sistemi tradizionali di apprendimento.

L’attuale ministro della Pubblica Istruzione se ne riempie costantemente la bocca, sciorinando che la scuola va radicalmente cambiata, iniziando dalle innovazioni inerenti strumenti e metodiche di apprendimento.

“… una  competenza trasversale che, come le competenze linguistiche, è fondamentale acquisire fin dai primi anni di studio. Il CODING è una nuova lingua, una lingua computazionale e impararla è un modo straordinario per entrare nel mondo con il piede giusto” ha dichiarato Stefania Giannini.  Sono belle parole che fanno pensare al progresso e al potenziamento delle capacità mediante mezzi  innovativi. Ma i piccoli chi li guida? Sono strumenti che la maggior parte degli adulti è riuscita ad utilizzare, ma solo propedeuticamente ad alcune necessità, non certo per essere parte integrante in una programmazione trasversale e parte attiva  nell’apprendimento dei piccoli scolari. La verità è che bisognerebbe prima insegnare agli insegnanti …. Siamo un popolo di professori vecchi, vecchi nel sistema e convinti che le metodologie tradizionali siano sempre le migliori. E’ falso? I risultati purtroppo dicono di no e sono a favore di quelli che erano gli insegnamenti di un tempo. Le statistiche parlano chiaro: negli ultimi decenni il livello culturale dei discenti si è molto abbassato. Come la mettiamo dunque, con le nuove tecnologie? Senza considerare che potrebbero, a lungo andare e con un uso inadeguato, creare seri  problemi alla salute.

Non sappiamo se il ministro si è posto il problema. Avrebbe dovuto forse consultarsi con la Lorenzin. Ma anche nel campo della Sanità credo che qualche appuntino vada fatto. E mi fermo qui…

(ottobre 2015)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen