NEWS

 Andiamo a Teatro a cura di Marisa Pumpo Pica    Mutaverso Teatro Al Giullare "Nella gioia e nel dolore"   Al teatro “Il Giullare” (via Vernieri,...
continua...
SILVIO PERRELLA IN VIAGGIO NELLA LETTERATURA ITALIANA   Alla Feltrinelli di piazza dei Martiri, giovedì 9 giugno dalle ore 18, Silvio Perrella in...
continua...
STORIE DI CERAMICA     (Giugno 2018)
continua...
Pensieri ad alta voce di Marisa Pumpo Pica   Il successo dello scrittore   Il nuovo anno si apre sempre ricco di speranze, ma spesso anche sul filo...
continua...
Cara  Matera,  ti  scrivo…..               di  Mariacarla Rubinacci   Sono arrivata una mattina di sole, ho bussato alla tua porta, ricordi?, e tu...
continua...
Il peschereccio   di Luigi Rezzuti   Marco correva veloce con la sua bicicletta. La strada, nel suo ultimo tratto, era in leggera discesa e per...
continua...
Nati per donare?   Sabato 8 aprile, ore 17.30, via Cappella Vecchia, 8-b, 1° piano (citofono n. 1003), l’Associazione lucana Giustino Fortunato di...
continua...
Il governo migliore è la speranza   di Annamaria Riccio   Affidiamo i nostri desideri agli eventi del futuro. Viviamo pensando che il dopo sarà la...
continua...
E’ FINITO IL CAMPIONATO DI CALCIO DI SERIE A 2016 – 2017   di Luigi  Rezzuti   Spalletti, allenatore della Roma,  a fine campionato si è ritrovato con...
continua...
IL CALL CENTER   di Luigi Rezzuti   Domenica pomeriggio sono a casa, mia moglie riposa ed io sono davanti alla televisione: una tazza di caffè,...
continua...

LA GIANNINI E IL CODING

 

di Annamaria Riccio

 

CODING, cioè l’arte di programmare, è una parola molto alla moda e spesso usata nel campo dell’istruzione per rivoluzionare quelli che sono i sistemi tradizionali di apprendimento.

L’attuale ministro della Pubblica Istruzione se ne riempie costantemente la bocca, sciorinando che la scuola va radicalmente cambiata, iniziando dalle innovazioni inerenti strumenti e metodiche di apprendimento.

“… una  competenza trasversale che, come le competenze linguistiche, è fondamentale acquisire fin dai primi anni di studio. Il CODING è una nuova lingua, una lingua computazionale e impararla è un modo straordinario per entrare nel mondo con il piede giusto” ha dichiarato Stefania Giannini.  Sono belle parole che fanno pensare al progresso e al potenziamento delle capacità mediante mezzi  innovativi. Ma i piccoli chi li guida? Sono strumenti che la maggior parte degli adulti è riuscita ad utilizzare, ma solo propedeuticamente ad alcune necessità, non certo per essere parte integrante in una programmazione trasversale e parte attiva  nell’apprendimento dei piccoli scolari. La verità è che bisognerebbe prima insegnare agli insegnanti …. Siamo un popolo di professori vecchi, vecchi nel sistema e convinti che le metodologie tradizionali siano sempre le migliori. E’ falso? I risultati purtroppo dicono di no e sono a favore di quelli che erano gli insegnamenti di un tempo. Le statistiche parlano chiaro: negli ultimi decenni il livello culturale dei discenti si è molto abbassato. Come la mettiamo dunque, con le nuove tecnologie? Senza considerare che potrebbero, a lungo andare e con un uso inadeguato, creare seri  problemi alla salute.

Non sappiamo se il ministro si è posto il problema. Avrebbe dovuto forse consultarsi con la Lorenzin. Ma anche nel campo della Sanità credo che qualche appuntino vada fatto. E mi fermo qui…

(ottobre 2015)

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen