NEWS

L’isolotto di Megaride tra mito e realtà   di Luigi Rezzuti   E’ di una decina di giorni fa la notizia che un gruppo di archeologi subacquei si sono...
continua...
Miti napoletani di oggi.64 LA “CITTA' IMPERMEABILE”   di Sergio Zazzera   Walter Benjamin elaborò per Napoli la definizione di «città porosa», nel...
continua...
Miti napoletani di oggi.68 L’attesa del mezzo di trasporto   di Sergio Zazzera   La scena si ripete tutti i giorni, anche più volte nella stessa...
continua...
Miti napoletani di oggi. 77 LA “SANT'ORSOLA” DI CARAVAGGIO   di Sergio Zazzera   Fiore all’occhiello della sede napoletana delle “Gallerie...
continua...
Andiamo a teatro a cura di Marisa Pumpo Pica   "Io e Napoli"   Al TEATRO DIANA, da giovedì 5 maggio, GINO RIVIECCIO in "Io e Napoli" di Gino...
continua...
Spigolature   di Luciano Scateni   Succede che razzoli male chi predica bene Ma da che dissacrante pulpito il re Mida dei comici arringa il popolo...
continua...
Sul Covid 19 - Una brutta storia - L’attacco a Paolo Ascierto   di Marisa Pumpo Pica   Avevamo deciso di non parlare del Covid 19 su questa pagina...
continua...
Maggio dei monumenti   di Luigi Rezzuti   Come ogni anno, il mese di maggio è dedicato ai monumenti e quest’anno il tema della venticinquesima...
continua...
Sotto le stelle della D’Ovidio Nicolardi   di Annamaria Riccio   A dicembre si è compiuta la manifestazione finale del progetto “Uniti sotto le...
continua...
LA CHAMPIONS LEAGUE                   di Luigi Rezzuti   E’ arrivato il momento della Champions League che è iniziata con la fase a gironi il 13...
continua...

VOLATA PER IL SECONDO POSTO

ORA IL NAPOLI DEVE DARE TUTTO

 

di  Bruno Marchionibus

 

Il campionato è ormai entrato nelle ultime giornate e, come ogni anno, le squadre devono serrare i ranghi e concentrarsi per raggiungere l’obiettivo stagionale.

 Se la Juventus è ormai in fuga solitaria verso la conquista del titolo, alle sue spalle il Napoli comanda un gruppo di squadre che verosimilmente lotteranno fino alla fine per ottenere il secondo posto in classifica.

Il che significa qualificazione, diretta alla prossima Champions League.

 I partenopei, fino a qualche settimana fa, erano a pieno titolo accreditati come i rivali dei bianconeri per lo scudetto, ma un mese di febbraio senza vittorie ha aumentato il divario dalla capolista, fino a renderlo realisticamente incolmabile.

Per gli azzurri non c’è tempo di deprimersi per il grande sogno sfumato, visto che alle spalle Milan e Fiorentina hanno trovato una serie di risultati utili consecutivi che li hanno catapultati a breve distanza dalla squadra di Mazzarri.

Il Napoli perciò, ha il dovere di affrontare le partite che lo separano dalla fine del torneo come fossero tutte finali, per ottenere il maggior numero di punti possibili e non subire un sorpasso dalle inseguitrici che, visto il campionato disputato finora dagli azzurri, sarebbe una vera e propria beffa.

Senza dubbio i partenopei hanno tutti i mezzi per raggiungere questo obiettivo: due top player come Hamsik e Cavani, capocannoniere della Serie A, una difesa ed un attacco che, statistiche alla mano, sono tra i migliori in Italia, ed un allenatore come Mazzarri che in questi anni ha dimostrato di saper motivare i suoi ragazzi, facendoli sempre reagire ai momenti di difficoltà.

 La qualificazione alla Champions, d’altra parte, è un obiettivo fondamentale per affermarsi ancora una volta tra le migliori squadre d’Italia e per poter tornare a far sognare i tifosi nelle “notti magiche” europee, dopo che l’anno scorso la cavalcata azzurra in Coppa fu fermata solo nei tempi supplementari della sfida col Chelsea, che poi avrebbe vinto il trofeo.

Per raggiungere il traguardo, che sarebbe comunque un risultato fantastico, il Napoli deve riuscire, però, a non pensare a nient’altro che al campo; bisogna mettere da parte ogni critica esterna, ogni voce destabilizzante ed ogni paura e ritrovare la compattezza del gruppo che tante volte nelle ultime stagioni ha permesso agli azzurri di arrivare a risultati, spesso superiori alle aspettative.

Le ultime dieci giornate di campionato sono, infatti, come la volata finale di una tappa ciclistica ed elementi come la fame di vittorie, la fiducia in se stessi e la compattezza di tutto il gruppo possono contare anche più dei valori tecnici.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen