NEWS

Miti napoletani di oggi.79 VIA CIMAROSA   di Sergio Zazzera   Con Aldo Masullo, spentosi il 24 aprile scorso, se n’è andato un altro tassello del...
continua...
La chiesa della Cesarea   di Antonio La Gala   “La Cesarea” è il primo tratto di via Salvator Rosa che sale verso il Vomero dopo piazza Mazzini (il...
continua...
L’ORA  DI  AGATHE di Anne Cathrine Bomann   di Luigi Alviggi   Siamo in un piccolo centro francese, negli anni 40 delsecolo scorso, al termine...
continua...
Progetto di marchio d’area “Valle di Suessola”   Entra nella fase operativa il progetto di marchio d’area “Valle di Suessola” promosso dall’Associazione...
continua...
Andiamo a teatro   a cura di Marisa Pumpo Pica   L’iniziativa di  erreteatro, “Mutaverso al tuo Natale, regala il teatro”, che suggerisce a chi è a...
continua...
ESTATE  2017   di Luigi Rezzuti     L’Italia bruciava: un esercito di piromani ha incendiato varie località arrecando danni ingenti. I fiumi erano...
continua...
Metropolitane napoletane abortite   di Antonio La Gala     Forse non tutti sanno che Napoli stava per dotarsi di metropolitana già a fine Ottocento...
continua...
CALCIO MERCATO INVERNALE 2021   di Luigi Rezzuti   L’emergenza Coronavirus ha inevitabilmente cambiato i piani di tutte le squadre, italiane e...
continua...
BUON COMPLEANNO, TOTO’   di  Luigi Rezzuti   Antonio De Curtis, per tutti  Totò, il “principe della risata”, destinato a riempire i teatri e le sale...
continua...
IL BUSINESS DEL “COCCO BELLO”   di Luigi Rezzuti   Come in ogni stagione estiva, le spiagge della nostra penisola sono invase da venditori ambulanti...
continua...

E’ MORTO LUCA DE FILIPPO

 

di Luigi Rezzuti

 


Luca De Filippo, figlio del grande Eduardo, è morto nella sua casa romana. Aveva 67 anni, era stato ricoverato per una discopatia. Di qui, la scoperta di un male incurabile che, in poco tempo, ha messo a dura prova il suo organismo.

Nato a Roma nel 1948, il debutto teatrale avviene a soli sette anni, nell’interpretazione del personaggio di Peppeniello nella commedia “Miseria e nobiltà” di Eduardo Scarpetta, diretta dal padre.

Con gli anni, Luca, è andato sempre più assomigliando fisicamente ad Eduardo. Aveva festeggiato i suoi 60 anni in palcoscenico.

Non deve essere stato facile per Luca De Filippo uscire dal cono d’ombra di un padre come Eduardo, ma nel tempo è riuscito a dimostrare di avere personalità, grandi capacità interpretative e apprezzabile professionalità.

Col padre aveva lavorato dal 1969 al 1980.

Il debutto vero e proprio, però, avvenne a vent’anni ne “Il figlio di Pulcinella”, di Eduardo Scarpetta, con la regia di Gennaro Magliulo.

Da quel momento inizia una intensa attività teatrale, prendendo parte a commedie come “Filumena Marturano”,  “Il sindaco del rione Sanità”, “Natale in casa Cupiello”.

Nel 1981, quando Eduardo si ritira dalle scene, fonda una propria compagnia teatrale “Compagnia di Luca De Filippo”, con cui affronta buona parte delle commedie del padre e di Scarpetta.

Numerose sono anche le sue apparizioni cinematografiche e televisive con attori come Carlo Giuffrè, Claudia Cardinale, Massimo Ranieri, Kim Rossi Stuart, Lello Arena e tanti altri ancora.

Nel 2009, insieme a Nicola Piovani,  presenta, al Teatro San Ferdinando di Napoli, “Padre Cicogna”, opera messa in musica per ricordare Eduardo, a venticinque anni dalla scomparsa.

Nel 2015 accetta l’incarico di dirigere la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Napoli.

Era presidente della Fondazione Eduardo De Filippo, costituita nel 2008 in seguito alla donazione del Teatro San Ferdinando alla città di Napoli da parte della famiglia De Filippo.

La Fondazione persegue finalità culturali ed attività in ambito civile e sociale a favore  dei ragazzi a rischio per i quali Luca si impegna, come già suo padre, promotore della legge regionale n. 41 del 1987, nota come “Legge Eduardo”.

Ha da passà ’a nuttata” diceva Eduardo, ma questa volta per Luca non passerà più e si avvertirà la sua mancanza.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen